Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for July, 2009

10 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL RESTO  del 21/7/2009:

MATERATOWN PER UN GIORNO

“Da un anno spopola tra gli internauti di Matera, anzi, Materatown, ironizzando su pregi e difetti della città. Ieri ha compiuto un anno e intende festeggiare la ricorrenza a modo suo…”

(Un esempio di grande giornalismo! )

 

Da IL QUOTIDIANO del 23/7/2009:

NICOLETTI: GARANZIE PER I LAVORATORI

“Nel corso dell’incontro è stata delineata la road-map della procedura, …la ricollocazione produttiva…l’ammissione dei crediti dei lavoratori al passivo e la procedura di mobilità…”

(Road map, Ricollocazione produttiva, Crediti al passivo, Mobilità…mica vorrà dire licenziati? )

  

Da TRMTV del 25/7/2009

AL BORGO LA MARTELLA, UN CORSO DI BLS-D

“Un corso di BLS-D…si è tenuto ieri presso la scuola elementare del borgo La Martella.”

(Ah ecco! Chiarissimo! Un corso di BLS-D! )

 

Da LA GAZZETTA  del 26/7/2009:

IL SUD SI E’ RISCOPERTO PIU’ VICINO AL MAGREB

“Il sole del Magreb e la sua intensità …”

(Non bastavano i leghisti! Adesso “marocchini” ce lo diciamo da soli? )

 

Da LA GAZZETTA del 28/7/2009

DOPO IL CENTO LA VIA DEL NORD

“Diplomati col massimo punteggio continueranno fuori regione gli studi.”

(Piccoli fuorisede crescono! )

  

Da il QUOTIDIANO del 28/7/2009

PARCHEGGI TORNA IL TICKET

“Soddisfatto il sindaco che considera questo passaggio un elemento positivo, <<Finalmente si torna alla normalizzazione della vita….>>.”

(Un parcheggio ti normalizza la vita!)

 

Da IL RESTO del 28/7/2009

LA CITTA’ DELL’ UOMO ED I PROFESSORI DA MUSEO

“Brevi richiami alla storia millenaria della città, il continuo e un po’ stucchevole ricorso al “MITO SFINITO” di Carlo Levi…”

(Dov’è che l’ho già letta questa espressione?)

 

Da IL POMERIDIANO del 29/7/2009

COMUNICAZIONE AL FEMMINILE: UNA MOSTRA DELLA CRPO

“La consigliera Adeltina Salierno ha precisato che gli anni sessanta sono stati quelli in cui i diritti delle donne si sono affermati con forza e determinazione….”

(Ma guarda tu quante cose nuove si imparano!)

Share

Written by materatown

July 30th, 2009 at 12:49 am

I Want You!!

without comments

iwantyouStanno già arrivando i primi lavori per la grande festa-concorso MATERATOWN PER UN GIORNO con i suoi ricchi premi che troverà la sua conclusione il 3 Agosto quando il vincitore vedrà pubblicato su questo sito il suo articolo. La commissione è già immersa in un lavoro febbrile e sta già procedendo con le prime valutazioni.

I grandi quotidiani, le testate giornalistiche più rinomate di Materatown hanno dato il giusto risalto allo straordinario evento, ma questo non basta. E’ ancora troppo poco, ancora tanti mancano all’appello, sia stanziali che fuorisede, ed è proprio a costoro quindi che mi rivolgo, (il termine del 31 Luglio per partecipare sta per scadere) con un ultimo, imperioso e solenne invito:

  

Voglio te stanziale che con la tua fidanzata te ne vai al Carrefour alle 4 di pomeriggio;

Voglio te fuorisede che sogni nella “canicola” nordica la pasta al forno mangiata sulla spiaggia.

Voglio te stanziale che guardi alla TV un servizio del VideoGiornale sulle code che si formano sulla litoranea dove c’è sempre una pattuglia di caribinieri con l’autovelox e ti domandi che diavolo misurano se sono tutti in fila!

Voglio te fuorisede che guardi alla TV  un servizio di Studio Aperto sui villeggianti dove c’è sempre un idiota palestrato che getta con violenza in acqua una ragazza urlante;

Voglio te stanziale che stai per andare a vedere il ventesimo concerto Jazz dell’estate e sogni la notte di uccidere Louis Armstrong.

Voglio te fuorisede che dopo un giro intorno all’isolato in bermuda e marsupio sfogli la rubrica del cellulare per trovare qualcuno con cui parlare.

Voglio te stanziale che pensi di distinguerti dagli altri stanziali solo perchè vai al mare a Quarantotto o a San Basilio.

Voglio te fuorisede che hai deciso di andare al cinema ma leggi sul giornale che tutti sono chiusi per la pausa estiva.

 Voglio te stanziale che hai mandato moglie e figli al mare per una settimana e fai anche la parte di quello che “purtroppo” deve andare a lavorare.

Voglio te fuorisede che, mentre stai ordinando la settima pizza in sette giorni, a tua madre che ti chiama per sapere cosa hai mangiato ti inventi menù degni di un ristorante della guida Michelin. 

Voglio te stanziale che stai aspettando nella cameretta che tua madre ti dica: “Il pranzo è prontoooo!”

MATERATOWN.NET HA BISOGNO DI TUTTI VOI!

Share

Written by materatown

July 27th, 2009 at 12:17 am

Posted in Materatown

9 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with 2 comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL POMERIDIANO  del 16/7/2009:

FALLIMENTO NICOLETTI: L’ API DICE CHE LA VICENDA NON E’ CHIUSA

“L’Api (l’associazione delle piccole e medie imprese) di Basilicata Matera in una nota “esprime solidarietà e vicinanza a Peppino Nicoletti, alla sua famiglia…”

(Peppino, la famiglia..visto che c’erano un saluto alla comare Titina non faceva male! )

 

DA MILLEMEDIA.IT del 16/7/2009

MARIO BOTTA: “MEGLIO I SASSI DI MATERA DELLE MALDIVE”

 “<<Meglio i Sassi di Matera delle Maldive>>. Si conclude così l’intervista all’archistar internazionale Mario Botta, pubblicata in data odierna sul quotidiano “Avvenire”…Il noto professionista, peraltro tra i cinque partecipanti al concorso internazionale di idee per la riqualificazione di Piazza della Visitazione

(Una opinione veramente disinteressata!!!)

 

Da ILMIOTG del 18/7/2009:

SALVATO UN FALCO GRILLAIO

“Devo ringraziare due nostri volontari e soci fondatori della LIDA Matera, Angelo Scasciamacchia e Marco Tarasco che, con il loro tempestivo intervento,  hanno salvato il piccolo falchetto e lo hanno consegnato al centro recupero rapaci della Polizia Prov.le che successivamente lo ha trasportato all’Osservatorio Faunistico Ambientale, nei pressi della Diga di S.Giuliano,  per essere sottoposto alle cure del caso….”

(Portarlo direttamente da un veterinaio era troppo complicato?)

 

Da IL POMERIDIANO  del 20/7/2009:

AGRICOLTURA: DI LORENZO AL SIT IN

“Intendiamo rendere chiara e forte la nostra preoccupazione sulle sorti del mondo agricolo lucano al quale tutta la nostra solidarietà ed il nostro impegno…”

(Punto, due punti, “accento” ma si, fai vedere che abbondiamo.. abondantis adbondandum )

 

 Da LA GAZZETTA del 20/7/2009

VIAGGI IN TRENO, DALLA POLIZIA ALCUNI CONSIGLI AI VACANZIERI

“Non lasciare mai incustoditi i bagagli, evitare gli scompartimenti isolati, non accettare offerte di cibo o bevande da estranei, perché potrebbero contenere sonniferi o stupefacenti. Sono alcune delle precauzioni da prendere se si è deciso di viaggiare in treno e che la Questura materana elenca, alla vigilia delle vacanze, nell’ambito dell’operazione Estate sicura..”

(E soprattutto, attenti alle truffe!  Se siete su un treno, non siete a Matera…)

 

Da LA GAZZETTA del 21/7/2009

NEL PAESE DI ISABELLA MORRA TUTTI A CACCIA DI FANTASMI

“”Turismo della paura, tra i siti più gettonati il castello della poetessa […] Matera è famosa non solo per i suoi Sassi. In tour, infatti, si va anche per cercare di scorgere il fantasma della nobile poetessa Isabella Morra […] Ancora oggi il suo spirito triste vaga tra le mura del maniero, avvolto in un ampio mantello nero come la notte, forse cercando giustizia”

(“In quest’epoca di pazzi ci mancavano gli idioti dell’orrore!” )

 

Da IL QUOTIDIANO  del 21/7/2009:

MATERATOWN DIVENTA GRANDE

“Prima candelina sulla torta di Materatown. Il sito dei fuorisede materani compie un anno da quando è andato on-line. Un anno ricco d’iniziative, post, click e tante e tante visite…”

(Non so perchè ma io all’autore di questo articolo gli darei il premio Pulitzer!)

 

Share

Written by materatown

July 23rd, 2009 at 12:22 am

Happy Birthday Mr Materatown!!!

with one comment

birthdayEsattamente un anno fa registrai il dominio materatown.net. All’inizio, ad essere sinceri, pensavo che l’avventura sarebbe durata solo un paio di mesi, ma poi “fortunamente” o “sfortunamente” (dipende dai punti di vista!) con il passare del tempo, articolo dopo articolo, mi sono accorto che le occasioni che mi si presentavano erano sempre più ghiotte e gli spunti che mi giungevano da Materatown erano sempre più numerosi e così, quasi senza accorgemene, mi sono ritrovato a tagliare lo storico traguardo dell’anno di vita.

Quindi, miei cari lettori, come ogni buon compleanno che si rispetti, ho intenzione di festeggiare con tutti quanti voi ed ho deciso di organizzare una festa-concorso dal tema “Materatown per un giorno!”

L’iniziativa consiste nel fatto che il giorno 3 Agosto l’articolo che verrà alla luce sul sito porterà la firma proprio di uno di voi che potrà così sentirsi materatown per un giorno e provarne tutta la indescrivibile ebbrezza. 

Ed allora, armatevi di carta e penna o meglio di mouse e tastiera ed iniziate ad inviare i vostri lavori all’indirizzo info@materatown.net . Dopo una attenta valutazione da parte di una commissione appositamente costituita e composta da stanziali e fuorisede in egual numero, l’articolo o gli articoli selezionati per originalità, ironia e stile, verranno messi on line su www.materatown.net .

Inoltre tra tutti coloro che parteciparenno verranno estratti favolosi premi a scelta tra quelli presenti nel catalogo scaricabile da qui o dalla sezione LINK del sito alla voce “Materatown per un giorno”.  Ovviamente destinatario di un omaggio sarà di diritto lo stesso vincitore.

Le regole per partecipare sono poche e semplici:

  • Essere stanziali o fuorisede di Materatown;
  • Avere una età compresa tra i 6 e i 99 anni;
  • Far pervenire i lavori entro e non oltre il 31 Luglio;
  • E’ ammessa qualunque forma espressiva (prosa, poesia etc…);
  • E’ consentito inviare anche più di un articolo per singolo partecipante;
  • Scrivere Nome, Cognome e Indirizzo per la spedizione dell’eventuale omaggio;
  • Indicare come si vuol firmare l’articolo in caso di pubblicazione (Nome e Cognome, Nickname etc..)
  • Comunicare nell’email il regalo scelto in caso di vittoria;

A questo punto non mi resta che augurarvi buona fortuna e di mettervi subito al lavoro magari rinunciando ad una giornata al mare a Metaponto o Castellaneta, ma è un sacrificio che potrebbe essere ben ripagato; potresti infatti essere proprio tu il vincitore e diventareMATERATOWN PER UN GIORNO!

Share

Written by materatown

July 20th, 2009 at 12:12 am

Posted in Materatown

8 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with 3 comments

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da SASSILAND  del 10/7/2009:

I SASSI AL CHIARO DI LUNA

“Al viandante, che un tempo giungeva a Matera dopo il tramonto, i Sassi apparivano come specchio del cielo stellato. Sabato 8 Agosto sarà possibile passeggiare nei Sassi al chiaro di luna, accompagnati da guide professionali che illustreranno le caratteristiche salienti degli antichi rioni e, di tanto in tanto, leggeranno poesie ed inni alla notte.
Attrezzatura consigliata: Scarpe da ginnastica,  zaino per  acqua e/o cibo, autan.”

(Dalle Stelle… )

 

 Da BASILICATANET.IT  del 10/7/2009:

SULLE TRACCE DELLE PODOLICHE

“”On the tracks of podolic grey cattle!””

(…alle Stalle!  E poi quando uno conosce le lingue …!)

 

Da ILMIOTG.IT  del 13/7/2009:

A MATERA NUOVO SPETTACOLO PIRO-MUSICALE

“Ad illuminare la città ancora una volta i fuochi musicali. Ad 10 giorni dalla festa della Bruna la città dei Sassi pare proprio non voglia smettere di festeggiare!”

(Signore e Signori dirigono l’orchesta piro-musicale il Maestro Muti e Unabomber! ) 

 

Da ILMIOTG.IT  del 14/7/2009:

MATERA. TARGHE PER I VEICOLI A TRAZIONE ANIMALE

“L’Amministrazione Comunale ha attivato il servizio per l’immatricolazione e il rilascio delle targhe per i veicoli a trazione animale, istituendo l’apposito registro, composto da cento pagine, per l’espletamento della procedura.”

(Buongiorno! Vorrei immatricolare il Carro della Bruna!)

 

Da LA GAZZETTA  del 14/7/2009:

BISOGNA IMPEDIRE LA FUGA DI CERVELLI

“Un progetto che trova d’accordo tutti: Si tratta del Gel (Giovani eccellenze lucane) […] Obiettivo del Gel, l’alta specializzazione e, scopo dell’ultima fase,creare occupazione e spin off. La Regione contribuirà verso le aziende che assumeranno a tempo indeterminato o verso i protagonisti delle azioni di spin off.”

(E se a chi scrive così gli staccassimo la spin-off ?  )

 

Da TRMTV del 15/7/2009

RIPRESENTATA RACCOLTA DI POESIE

“È stato presentato ieri sera, la silloge “Poesie lucane: Matera nella giornata Unesco”, curata da Maria Anna Flumero. Sono versi, quelli raccolti dalla Flumero, in cui la Matera dei rioni contadini supera la storicizzazione e si impone in una descrizione in cui la visione lirica diventa veicolo di paesaggi ancestrali e visioni intime dell’anima.  In “Poesie Lucane”, che è un compendio dell’unico concorso poetico lucano nella Giornata Unesco, emerge chiara la visione della poesia, che deve lasciarsi corteggiare da ogni forma d’arte, senza limitarsi al solo segno della penna.”

(Unesco? Poesie? Ancestrale? Può ripetere per favore chè ero distratto?)

 

Da MILLEMEDIA.IT del 15/7/2009

MATERA, IL CIRCOLO LA SCALETTA RISPONDE ALLE DICHIARAZIONI DI PIO ACITO

“Noi ribadiamo che quello che avevamo da dire lo abbiamo detto negli anni ’70”

(A beh! Una cosa recente!”)

 

Da IL QUOTIDIANO del 15/7/2009

MONSIGNORE IN CARROZZA

“Riprendiamo la breve nota del signor Mario Pipino a proposito della presenza del clero sulle carrozze durante la festa del 2 luglio: «Visto che nostro Signore si è portato una pesante croce sulle spalle, perchè Monsignore ed il suo seguito non si fanno il tragitto a piedi con la bella madonnina portandosela sulle spalle senza bisogno di lussuose carrozze?”

(Pipino la peste!)

 

Share

Written by materatown

July 16th, 2009 at 12:54 am

Venghino Signori Venghino!

with one comment

circoVENGHINO SIGNORI VENGHINO!! Il Circo dei Sassi è tornato!  Un “nuovo originale spettacolo”, mai rappresentato prima, viene messo in scena grazie alla Fondazione Carical!

VENGHINO SIGNORI VENGHINO!! Affrettatevi ad udire una descrizione dei Sassi che mai prima era stata pronunciata in tutta la sua nostalgica magnificenza.

VENGHINO SIGNORI VENGHINO!! Non perdete questa occasione per conoscere finalmente, in prima mondiale, i Sassi di Materatown in tutta la loro svavillante bellezza. Il divertimento è assicurato!

 

Con commozione e gioia immensa, ecco, cari lettori, una breve anticipazione dello spettacolo che la Fondazione Carical ci ha donato che, senza alcuna esitazione, siamo felici di proporvi (Il pomerdiano del 7/7):  

L’orgoglio è il sentimento che ti pervade quando leggi nei volti dei tanti visitatori della città, la meraviglia per un paesaggio urbano unico nel suo genere, per le sue atmosfere surreali, per lo spazio che ti avvolge, e che sembra andare oltre. Quando ti aggiri tra i vicinati degli antichi rioni di tufo e scopri quel vincolo sociale che stava a testimoniare come le famiglie del tempo, nonostante l’asprezza della vita e degli accadimenti, si riconoscevano in un fortissimo senso di appartenenza e in una straordinaria risorsa: quella della solidarietà. Quando rileggi le cronache cittadine del Secondo Novecento, e ritrovi come, in questo paesaggio, in questa quinta scenica, si sono sviluppate ricerche antropologiche di grande spessore scientifico…”

 Ed allora, seguiamo il consiglio ed andiamo a scoprire l'”orgoglio ” che ci dovrebbe pervadere, andiamo insieme ad ammirare la “meraviglia ” dei Sassi e le “atmosfere surreali ” nonostante le “asprezze” della vita, che avevano i nostri nonni, andando a rileggerci, come intelligentemente suggerito, quelle “cronache cittadine ” che ci descrivono il paesaggio, “la quinta scenica” degli “antichi rioni di tufo” nelle parole di Luisa Levi, “visitatrice ” di passaggio a Materatown mentre si recava a far visita al più famoso fratello Carlo:

Sono grotte scavate nella parete di argilla indurita del burrone… Le strade sono insieme pavimenti per chi esce dalle abitazioni di sopra e tetti per quelli di sotto… Le porte erano aperte per il caldo. Io guardavo passando: e vedevo l’interno delle grotte che non prendono altra luce ed aria se non dalla porta. Alcune non hanno neppure quella: si entra dall’alto, attraverso botole e scalette…Dentro quei buchi neri dalle pareti di terra vedevo i letti, le misere suppellettili, i cenci stesi. Sul pavimento erano sdraiati i cani, le pecore, le capre, i maiali. Ogni famiglia ha in genere una sola di quelle grotte per abitazione e ci dormono tutti insieme, uomini, donne, bambini, bestie… Di bambini ce n’era un’infinità… nudi o coperti di stracci… Ho visto dei bambini seduti sull’uscio delle case, nella sporcizia, al sole che scottava, con gli occhi semichiusi e le palpebre rosse e gonfie. Era il tracoma. Sapevo che ce n’era quaggiù: ma vederlo così nel sudiciume e nella miseria è un’altra cosa… E le mosche si posavano sugli occhi e quelli pareva che non le sentissero… coi visini grinzosi come dei vecchi e scheletrici per la fame: i capelli pieni di pidocchi e di croste. Ma la maggior parte avevano delle grandi pance gonfie, enormi, e la faccia gialla e patita per la malaria…ho visto, in quelle grotte scure e puzzolenti, dei bambini sdraiati in terra, sotto delle coperte a brandelli, che battevano i denti dalla febbre. Altri si trascinavano a stento, ridotti pelle e ossa dalla dissenteria. Ne ho visti anche di quelli con le faccine di cera, che mi parevano malati di qualcosa di ancor peggio che la malaria… Le donne magre con dei lattanti denutriti e sporchi attaccati a dei seni vizzi… sembrava di essere in mezzo ad una città colpita dalla peste…”

Ed infine scopriamo anche quel fantastico “senso di appartanenza “, quel “vincolo sociale ” e quell’invidiabile spirito di “solidarietà ” che pervadeva “i vicinati ” nel saggio che la psicologa Lidia De Rita presentò alla Commisione Parlamentare che si occupava della miseria in Italia nel 1954, dopo aver vissuto a stretto contatto con la gente dei Sassi:

“Il rapporto di vicinato non è un rapporto di amicizia. Per questo resta deluso chiunque creda di trovarsi di fronte ad una comunità che viva in ottimi rapporti di affetto e comprensione reciproco…Il litigio è un rilascio di tensione dovuta alla carica di scontento ed irritazione per le difficoltà quotidiane che la vita dura e misera accumula continuamente “

VENGHINO SIGNORI VENGHINO! VENGHINO SIGNORI VENGHINO!

Share

Written by materatown

July 13th, 2009 at 12:59 am

7 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL POMERIDIANO  del 1/7/2009:

PRESENTATO IL MARCHIO HAND MADE MATERA

“La novità del progetto –affermano Rejane Miglionico e Alessandro Martemucci, responsabili della comunicazione e del marketing del progetto- è che il maestro artigiano è artefice del suo brand che si connota per l’unicità promuovendo il territorio in cui è prodotto.”

(Che bello! Un altro Progetto!)

 

  Da IL QUOTIDIANO  del 3/7/2009:

CONSERVATRICE PARIGINA VIVE L’INTERA FESTA

“Florence Pizzorni è una conservatrice dei beni culturali francese ospite dell’amministrazione comunale…La Pizzorni, realizzerà uno studio sulle tradizioni locali. L’opera, da quanto si è appreso, contribuirà al progetto di Museo demoantropologico che il Comune di Matera realizzerà nei rioni Sassi.”

(Che bello! Un altro Museo!)

  

Da IL POMERIDIANO  del 5/7/2009:

UN OLIO DA CONVEGNO

“Gianni Viggiani, presidente dell’Apo,  ha tracciato un parallelo tra l’olio di oliva di ieri e di oggi;  Paolo Colonna,  Oil maker e Silvestro Lacertosa,  Pannel Test,  hanno approfondito l’analisi sulla tipicità degli oli e sul profilo sensoriale degli oli extravergini”

 (Che bello! Un altro Convegno!)

 

Da IL QUOTIDIANO  del 6/7/2009:

LA CARTAPESTA SIMBOLO DI MATERA

“La Cna interviene sull’ipotesi di museo e annuncia la nascita di una fondazione…”

(Che bello! Un’altra Fondazione!)

 

Da IL QUOTIDIANO  del 6/7/2009:

GIOVANI TALENTI AL LAVORO. NASCE L’ASSOCIAZIONE

“Nasce a Matera Gio.Ta, associazione “Giovani talenti”. A presentarla è stata la sua nuova compagine, presieduta da Rosa Bernardo, al Palace Hotel”

(Che bello! Un’altra Associazione!)

 

Da IL QUOTIDIANO  del 7/7/2009:

SEMINARIO SU HABITAT RUPESTRE

“Si terrà oggi, a partire dalle 9 a Palazzo Lanfranchi il seminario dal titolo “Il Distretto culturale dell’Habitat Rupestre: opportunità e prospettive”

(Che bello! Un altro Seminario!)

 

Da IL POMERIDIANO  del 8/7/2009:

MATERA: AL VIA LA MOSTRA “SPLENDORI DEL BAROCCO DEFILATO”

“Splendori del barocco defilato. Arte in Basilicata e ai suoi confini da Luca Giordano al Settecento”

(Che bello! Un’ altra Mostra!)

Share

Written by materatown

July 9th, 2009 at 1:32 am

Il ruggito dei Lions

with 3 comments

locandina2In una splendida sera di maggio a Materatown, durante una mia breve discesa, mentre passeggiavo con una mia amica stanziale per via Ridola, una locandina che pubblicizzava un convegno organizzato dai “Lions” ha casualmente attratto la mia attenzione (vedi foto pubblicata). La mia prima idea, dopo un leggero malore dettato dalla meraviglia e dallo stupore che la notizia riportata mi aveva provocato, è stata, di pubblicarla in materatown.net senza aggiungere nulla lasciando un semplice “NO COMMENT” come titolo dell’articolo, convinto che il “manifesto” in questione parlasse da solo. Poi mi sono detto : eh no! Bisogna dare il massimo della soddisfazione a tutti i “Leoni “, “Leonesse ” e “Leoncini ” di Materatown artefici di aver dato risalto ad una siffatta scoperta e che colpevolmente è stata ignorata da tutti gli organi di stampa locali e dalla intera cittadinanza, a parte il proprietario della libreria sulla cui vetrina era affissa la locandina del seminario dal titolo “Il pane di Matera, risorsa economica del territorio. Dal neolitico ad oggi “. Comunque devo fare pubblica ammenda in quanto anche al sottoscritto era sfuggita questa strabiliante scoperta e quindi per recuperare cercherò di dare il risalto più ampio possibile:

 

LADIES AND GENTLEMAN, STANZIALI E FUORISEDE E’ CON SOMMO GAUDIO CHE ANNUNCIAMO CHE L’HOMO SAPIENS SI NUTRIVA DI PANE DI MATERATOWN !!

Eh si, miei cari lettori, pare siano stati effettuati ritrovamenti di fossili di Pane di Materatown accanto a resti ossei di homo sapiens! Secondo fonti attendibili, sempre riconducibili ai Lions, sembra addirittura che sia stato trovato un teschio, risalente a circa diecimila anni fa, con residui incastonati tra i denti, forse di un pezzo di “filoncino” o molto probabilmente (udite! udite!) una “frisella”. La questione non è stata ancora chiarita del tutto e attualmente fior di archeologi di tutto il mondo stanno effettuando il test del DNA per dirimere la delicata questione! Come potete immaginare, se confermata, la notizia che l’homo sapiens, vissuto appunto nel periodo neolitico, oltre a cominciare ad usare attrezzi in ferro, a levigare la pietra, a dedicarsi alla caccia e alla pesca, abbia iniziato anche ad impastare il pane, a cuocerlo e, forse, anche a commercializzarlo (qualcuno adombra la possibilità che l’homo sapiens da materatown caricasse primordiali pagnotte di pane per esportarle fino ad Altamura dove poi gli autoctoni impararono a farne uno proprio!), scardinerebbe dalle fondamenta l’intera archeologia moderna.

Quindi un plauso ai Lions di Materatown anche per la bella immagine con cui hanno dato risalto alla notizia: una “eccellente” foto dei Sassi, che così non si sbaglia mai, soprattutto se immortalati da una prospettiva “originalissima” con tanto di Campanile della Cattedrale che svetta, il tutto sovrastato da un sole-pane nella splendida versione da pagnotta da mezzo chilo che illumina l’intera scena! Avessero solo aggiunto un bel Cucù svolazzante nel cielo con accanto un Pteranodonte ed allora sì che il capolavoro sarebbe stato perfetto! Ma sarebbe stato chiedere troppo!

Share

Written by materatown

July 6th, 2009 at 12:28 am

6 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da TRMTV  del 20/6/2009:

DIGNITA’ E SERVIZI PER SERRA VENERDI’

“Serra Venerdì è un quartiere che ha bisogno di dignità e servizi…Il problema principale è quello della carenza di igiene che si avverte maggiormente il mercoledì, quando si svolge il mercato rionale, un punto di riferimento per l’intera cittadinanza. A causa della mancanza di bagni pubblici, infatti, i commercianti e gli avventori sono costretti ad utilizzare la pineta come luogo per espletare i propri bisogni”

(Ora capisco perchè la pineta di Serra Venerdì è così rigogliosa!)

 

Da TRMTV  del 20/6/2009:

PRESENTATA L’ETICHETTA MATERANA “FARELIVE”

“Nata dall’idea del grafico Peppino Barberio e del fonico Eustachio Montemurro, “Farelive” si candida a mettere sul mercato musica di qualita’, basandosi sull’esperienza dei fondatori….”

(Esperienza dei fondatori? Un grafico ed un fonico?)

 

Da SASSILIVE  del 22/6/2009:

E’ NATO “ILOVEMATERA.COM”

I love Matera nasce dalla volontà di esprimere l’amore per la città di Matera, un sentimento profondo, innato per gli abitanti del luogo e spontaneo per i visitatori della nostra affascinante città […] Chi vede Matera se ne “innamora” perdutamente […] La campagna muove dal basso…e vorrebbe diventare anche uno stimolo per tutti gli operatori del turismo a Matera […] La vista dei Sassi fa battere il cuore.”

(“Egghia” ragazzi! Vi siete dimenticati il Pane ed il Cucù!)

 

Da IL POMERIDIANO  del 25/6/2009:

LA SCUOLA DI STUDI POLITICI DI MOSCA IN BASILICATA

“Nel pomeriggio, alle ore 17,00, sempre presso l’hotel San Domenico, a Matera, seminario conclusivo dal tema “Da vergogna nazionale a patrimonio Unesco” con il presidente della Fondazione Zetema, Raffaello De Ruggieri.”

(Sentivamo tutti la mancanza di un seminario così originale!)

 

Da TRMTV  del 27/6/2009:

LE IMPRENDITRICI MATERANE HANNO INCONTRATO VERA SLEPOJ

“”Psicologia della crisi dell’imprenditoria femminile” il tema al centro del seminario di oggi organizzato dalla Camera di Commercio e dal Comitato Imprenditoria Femminile della Provincia di Matera. Le imprenditrici materane hanno incontrato Vera Slepoj”

(Non era meglio incontrare Crepet?)

 

Da IL QUOTIDIANO  del 29/6/2009:

MOLTO APPREZZATA LA PRIMA DELL’ARTIGIANO ANDREA SANSONE

“Umile ed affabile, l’artigiano Andrea Sansone ha riscontrato grande successo per l’inaugurazione di “Mirabilia Dei -Viaggio nelle meraviglie di Dio”. Chi è il suo Maestro? -ci ha detto a margine – <<Michelangelo. Ho avuto la sfortuna di nascere dopo 500 anni!>>”

(Umile????)

 

Da La GAZZETTA  del 1/7/2009:

I CORSI ESTIVI DI RIPARAZIONE

“<<I corsi – afferma il preside dell’Itc “Loperfido” Giuseppe De Rosa -, se ben seguiti, sono produttivi…>>”

(Intuizione geniale!)

Share

Written by materatown

July 3rd, 2009 at 12:57 am