Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for August, 2009

Si…Viaggiare!

without comments

battistiIl 28 Luglio scorso leggendo la Gazzetta del Mezzogiorno mi sono imbattuto in un articolo intitolato “Dopo il cento la via del Nord. Diplomati col massimo punteggio continueranno fuori regione gli studi “. L’autore del pezzo poi continuava scrivendo testualmente: “Centoventotto eccellenze ma anche 128 ragazzi … presto lasceranno la Basilicata alimentando quella fuga dei cervelli che rappresenta il vero tallone di achille di un territorio dalla potenzialità esistenti, ma ancora inespresse…sperando in un futuro migliore ” Il leggere tutto questo mi ha provocato un sentimento di rabbia. Ancora una volta questa stucchevole litanìa dei giovani meridionali che sono costretti a lasciare le loro case, gli affetti, gli amici per trovare fortuna o “solamente” un lavoro al Nord. E Basta! Ma quanto tempo deve ancora passare per far capire che, se la gente del Sud decide di andarsene, non è per motivi così “pratici” ma, al contrario, perchè animata da un irrefrenabile desiderio quasi un’ ansia, che è la stessa che avevano i nostri nonni, i nostri padri e i nostri fratelli maggiori, che si tramanda quindi di generazione in generazione, e che i giovani milanesi, torinesi, bolognesi non hanno e ci invidiano tanto. Parlo di quella curiosità di conoscere gente nuova, di fare nuove esperienze e di visitare luoghi mai visti prima! In poche parole di viaggiare! Si…Viaggiare! Avete capito bene!  Non si spiegherebbe altrimenti, come mai a Materatown, nonostante le occasioni e le opportunità che il giovane stanziale ha di rimanere tra le mura cittadine (altro che potenzialità inespresse! ), preferisca fare le valigie, caricarle sulla “littorina”, ed andar via! Non ci credete? Allora leggete cosa il mondo del lavoro di Materatown propone alle sue 128 eccellenze:

  • SETTORE TURISMO
    Cercasi 128 giovani eccellenze da inserire come “guide” per  far ammirare alle migliaia di turisti che si riversano a Materatown le “stupende”  Case-grotta, intrattenere i visitatori stranieri con discorsi riguardanti la meravigliosa civiltà e cultura contadina. E’ gradita una spiccata attitudine nel partecipare a degustazioni in comitiva di crapiata, di pane, di cialledda ed olive fritte a qualunque orario del giorno e della notte, nonchè una notevole abilità nell’utilizzo dello strummolo per allietare i turisti più piccoli. Prerequisito è la padronanza del dialetto per recitare antichi canti popolari ai viaggiatori che dovessero farne richiesta e saper elencare tutti i siti dell’Unesco in perfetto ordine alfabetico!
  • SETTORE RESTAURO
    Cercasi 128 candidati eccellenti da inserire all’interno della scuola di restauro che si appresta a partire in questi giorni, e poi da introdurre negli innumerevoli laboratori presenti in città. Al termine del corso gli allievi saranno in grado, benchè bendati, di smontare, rimontare e levigare una antica zappa appartenuta a vecchio contadino della murgia, nonchè di riportare al loro antico splendore manufatti come cucumi, capase e capasoni!
  • SETTORE ARTIGIANATO
    Cercasi 128 volenterosi eccellenti che dopo un periodo di affiancamento presso i laboratori di vecchi artigiani, imparino la tecnica di costruzione dei Cucù e delle statuine in tufo per far sì che possano aprire deliziosi negozietti dove far ammirare le loro produzioni artigianali. I più meritevoli potranno entrare a far parte della fondazione cartapestai dove apprendere l’antica arte di mischiare carta e colla e costruire tanti carri della Bruna da far sfilare tutti insieme a dozzine il 2 Luglio ed anche il 16 Agosto nell’ambito del prestigioso progetto “…e che siamo più fessi di quelli del Palio di Siena! 
  • SETTORE SPETTACOLO
    Cercasi nell’ambito del progetto “Materatown la nuova hollywood del Mezzogiorno“, 128 giovani eccellenti tra sceneggiatori, costumisti, cameramen, elettricisti, parrucchieri, montatori, tecnici del suono, sarti, scenografi, doppiatori. Tutti coloro che non dovessero rientrare nella categorie professionali appena elencate potranno sempre essere inseriti come comparse, con, ovviamente, un contratto “a progetto” rinnovabile di film in film! Titolo preferenziale essere possessori di foto autografata di Mel Gibson con dedica personalizzata! 
  • SETTORE LOGISTICA: Cercasi 256 braccia ed altrettante spalle eccellenti per il progetto “2009. Quel monumento lì devi metterlo qui”. Si tratta di spostare statue, fontane, busti, targhe e altro ancora da una parte all’altra della città. Una esperienza comprovata sin dall’infanzia con i Lego sarà ritenuta titolo preferenziale! 
  • SETTORE CULTURA
    Cercasi urgentemente 128 organizzatori eccellenti di eventi, promoter, galleristi, nonchè convegnisti, tavolorotondisti, seminaristi, fondazionisti, associazionisti, parchisti letterari, comitatisti, tuttologi,  insomma intellettuali in genere, per far fronte a tutte le iniziative culturali che vengono promosse in città. Non è richiesta nessuna particolare esperienza nel settore. E’ invece gradita la conoscenza di qualche parolina in inglese (Workshop, incoming, mission etc…) e di termini italiani quali “sinergico”, “decontestualizzato”, “progettualità” e saper pronunciare, senza mai prender fiato, “museo demoetnoantropologico”!
Share

Written by materatown

August 31st, 2009 at 12:11 am

14 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL QUOTIDIANO del 19/8/2009

NEI SASSI LA STATUA DI ALCIDE DE GASPERI

“L’assessore regionale all’Agricoltura, Vincenzo Viti, ha chiesto al sindaco, Emilio Nicola Buccico, di trasferire nei Sassi il monumento di Othmar Winkler ad Alcide De Gasperi, eretto il 5 dicembre 1971 nel rione Spine Bianche, «e finora tenuto – ha rilevato Viti – in una condizione di imperdonabile anonimato». De Gasperi (1881- 1954) visitò gli antichi rioni di tufo il 23 luglio 1950 e successivamente, in Parlamento, parlò delle gravi condizioni in cui si svolgeva la vita dei loro abitanti prima che fossero trasferiti in quartieri moderni, in forza della prima legge speciale sui Sassi, la n.619 del 1952.”

(Giusto. Lui li ha svuotati ed ora sia lui il primo a ripopolarli!)

 

Da TRMTV.IT del 20/8/2009:

AUTOVELOX SU VIALE ITALIA A MATERA

“Dopo l’installazione di un apparecchio che rileva la velocità su viale Italia a Matera alcuni cittadini hanno scritto alla nostra redazione per chiedere chiarimenti sul funzionamento dell’apparecchio.”

(Mandiamo il libretto di istruzioni allegato all’autovelox?)

  

Da CLARITA.IT del 21/8/2009

STRUMENTI PER MONITORARE IL CICLO MESTRUALE

“Spesso noi donne abbiamo bisogno di uno strumento che ci aiuti a monitorare il nostro ciclo mestruale: Oggi è possibile fare tutto ciò anche online..”

(No comment!)

 

Da IL QUOTIDIANO del 22/8/2009

PIACE AI TURISTI LA CRIPTA DEL PECCATO ORIGINALE

“”Sono stati 2.830 nel corso del 2009 i turisti che hanno visitato a Matera la Cripta del Peccato originale, nota come la «Cappella Sistina» del rupestre..”

(Caspita! Circa 12 turisti al giorno!)

 

DA IL QUOTIDIANO del 23/8/2009

CINGHIALE SI MA VIVO

“«W il cinghiale vivo. A che serve un metodo incruento per la cattura se poi vengono ugualmente uccisi?». Così Elisa D’Alessio da sempre impegnata a difesa degli animali…”

(Questo lacerante quesito non mi sta facendo dormire la notte!)

  

Da TRMTV.IT del 25/8/2009

I FESTIVAL INTERNAZIONALE “MIFAJAZZ”

“Per quattro giorni Matera sarà capitale internazionale del jazz: si svolgerà nei giorni dal 31 agosto al 3 settembre, nella città dei Sassi, la prima edizione del festival internazionale “Mifajazz big band”.  

(Un po’ di Jazz per chiudere l’estate a Matera era proprio quello che mancava!)

 

Share

Written by materatown

August 27th, 2009 at 12:47 am

Ho visto cose a Materatown che voi…

with one comment

ho visto

 

Durante la mia ultima “discesa”

HO VISTO COSE A MATERATOWN CHE VOI UMANI NON POTETE NEANCHE IMMAGINARE:

 

 

 

  • Ho visto, appena sceso dall’autobus a Villa Longo, due turiste nordiche chiedere informazioni su dove trovare un taxi per Montescaglioso ad uno stanziale!
  • Ho visto lo stanziale rispondere alle turiste nordiche: “Signorì, non esiste il tassì a Mate’! Ma non conosci nessuno che ti può accompagnare a Montescaglio’ ?
  • Ho visto un mio parente, che non vedevo da Natale esordire: “Ma tu sei sempre a Materatown! ” ;
  • Ho visto un ragazzo che serviva in un bar dire “quella la tengo conosciuta! “;
  • Ho visto un SMS di risposta di un amico stanziale a cui chiedevo di uscire la sera che diceva “A domani! ”;
  • Ho visto un SMS di risposta di un altro amico stanziale a cui chiedevo di uscire la sera che diceva: “Sono in missione a Gravina”;
  • Ho visto il sottoscritto perdersi nel labirinto del Centro Direzionale mentre cercava la profumeria Cirrottola e chiedere informazioni come un turista;
  • Ho visto zanzare grandi come elicotteri;
  • Ho visto due edicole distanti dieci centimetri l’una dall’altra in Via Ridola;
  • Ho visto un vecchio amico stanziale a passeggio con un rottweiler dirmi che il suo cane aveva un espressione dolce e mansueta;
  • Ho visto lo stesso vecchio amico stanziale con il rottweiler aggiungere: “Finora ha avuto un solo incidente: ha sventrato un Dalmata di una stet’c. Ma è normale tra cani maschi! “
  • Ho visto uno stanziale cercare di convincere la moglie ad andare da sola con la loro figlia a Castellaneta per l’estate e lei rispondere: “No Amo’! Lo sai che ho paura a dormire da sola la no’! “;
  • Ho visto Hyperbros passeggiare da solo in P.zza Sedile. Credevo fosse più basso!;
  • Ho visto una amica stanziale chiedermi: “Ma tu lo leggi ogni tanto il sito materatown.net?
  • Ho visto il sottoscritto addormentarsi mentre il TG3 parlava della “Visione suggestiva dei Sassi di notte!”;
  • Ho visto mio cognato cadere in un buca profonda come un cratere vulcanico in Via Don Minzoni;
  • Ho visto uno stanziale dirmi: ” Al massimo ci vediamo in seconda serata e mezza!
  • Ho visto una stanziale dirmi con orgoglio: “Sono anni che oramai Materatown non si svuota a Ferragosto!
  • Ho visto stanziali dal barbiere discutere animatamente se la strada migliore per Foggia fosse quella per Gravina o per La Martella!
  • Ho visto gli stessi stanziali dal barbiere rispondere alla mia domanda sul perchè non prendere l’autostrada: “Seeee!! l’autostra’! ” 
  • Ho visto uno stanziale disoccupato dirmi: ”Vado in Spagna per le ferie e tu ? ”; 
  • Ho visto un giovane stanziale dallo sguardo sveglio dirmi che si era licenziato da un Call Center per andare a fare il cameriere;
  • Ho visto una stanziale dirmi che sarebbe andata in una pizzeria “dove la pizza è immangiabile…però è un locale tanto carino! “; 
  • Ho visto il sottoscritto alzarsi alle 4 del mattino preparare il borsone e pensare: “Adesso è tempo di andare!
Share

Written by materatown

August 24th, 2009 at 12:02 am

13 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL QUOTIDIANO del 13/8/2009

I PROGETTI DI MATERA CITTA’ DELLA CULTURA

“Di seguito pubblichiamo alcune considerazioni dell’Associazione Matera Città della Cultura 2019: <<Per fare questo occorre che uno o più soggetti si assumano il compito di esercitare una “leadership federativa” verso la creazione di un percorso unico; un leadership che consenta di unire soggetti e progetti, in uno spirito di “coopetizione”, verso un risultato che – come ormai da un po’ amiamo ripetere…>>”

(Coopetizione? Leadership federativa? E amano pure ripeterlo!)

 

Da IL QUOTIDIANO del 13/8/2009

BAGNI PUBBLICI ANCORA INADEGUATI

“L’altro giorno, addirittura, un turista del Nord mi ha raccontato che è entrato in una chiesa ed ha chiesto al parroco la cortesia di usare il bagno.”

( Svuota pro nobis! )

 

Da IL POMERIDIANO del 16/8/2009

L’ INSURREZIONE CONTRO IL “PISCIATOIO”

(Noblesse oblige!)

 

Da IL QUOTIDIANO del 15/8/2009

FEBBRE ALTA DA “BICE” PER ANGY

Barista ma anche inviata tv che fa perdere la testa per le sue forme felliniane: <<Io me ne vorrei proprio andare da Matera…soprattutto adesso che c’ho il piccio che me ne voglio andare in America a caccia di fortuna e a camminare per le strade più larghe… qui mi sento soffocare…l’America adesso è il mio sogno..con la lingua mi arrangerò, tanto lì ci sono un sacco di animatori romani e napoletani, non penso che avrò problemi!>>

(Io invece la lingua me la mordo altrimenti una querela questa volta non me la toglie nessuno!)

 

Da IL QUOTIDIANO del 18/8/2009

DIECI CANI IN VIA CARAVELLI DISTURBANO LA QUIETE

“In via Vito Caravelli (alle spalle della tabaccheria Bice) puntualmente nelle ore serali e notturne si radunano una decina di cani…”

(Che siano anche loro fan di ANGY!)

 

Da ARTEPRESS.IT del 19/8/2009

LA MOSTRA DEL PRESEPE ARTISTICO

“La seconda edizione della «Mostra interregionale del presepio artistico», in programma fino al 23 agosto nell’Abbazia benedettina di San Michele Arcangelo…”

(Tempismo perfetto!)

Share

Written by materatown

August 20th, 2009 at 12:52 am

Mens sana in corpore sano!

with one comment

yogaE’ arrivato Ferragosto e molti di voi stanziali e di voi fuorisede saranno sulle spiagge di Metaponto o Castellaneta, anche se i più “fortunati” si godranno il sole nelle esclusive oasi di S. Basilio o Quarantotto. E’ quindi il momento dello svago, del divertimento con gli amici, dei racchettoni, dei simpatici “gavettoni”, delle effusioni con le fidanzate sulla sabbia, dei cambi “osè” di costume nascosti da un asciugamano legato in vita, dei tuffi carpiati sulla riva per farsi ammirare dalle ragazze etc..Ma, fate attenzione, tutto questo svago può essere dannoso al momento del ritorno in città se non si è avuta l’accortezza di tenere comunque la propria mente impegnata ed allenata. Si rischia di subire un contraccolpo da rientro con conseguenze anche gravi per la vostra salute psichica. Ed allora, quale migliore esercizio mentale da fare sotto l’ombrellone se non un divertente passatempo come solo i giochi di enigmistica sanno essere? Quindi cari lettori, basta chiacchiere e tirate fuori dalle vostre borse da mare o dai vostri marsupi una penna e cominciate a divertirvi con il:

 

crucitown

CRUCIVERBA

 

DEFINIZIONI

ORIZZONTALI:
1-
Lo è chi vive e lavora a Materatown. 8-Santi Medici. 10-Li vende un negozio in centro a Materatown. 11- Sei come il…di Luglio. 12- Ne è pieno uno stravagante personaggio di Materatown detto “il muto”. 14-Fondazione di Materatown. 15-…gei a Materatown. 16-Ultimo “A’malapèn”. 17-Pizzeria di Materatown. 19-Public Relation. 20-Zona industriale di Materatown. 21-Nome della Morante. 23-Espressione di dolore. 24-Certificazione. 25-Società Italiana Obesità. 26-L’estremo…della cicoria. 28-Regista di Materatown. 29-No russo. 31-Le chiedeva Gino prima dell’avvento dell’Euro. 35-“Cozzaro” in coda. 36-Prime Vocali in “Stacchio”. 37-Famoso dossier. 38-Zingaro. 41-Insieme a Gian. 42-La fine di un…“minghiaril”. 44-La famosa Papas. 46-…scarrafone è bello a mamma sua. 48-Sindaco di Materatown. 49-Lo è colui che scappa di galera. 51- …ci resta che piangere! 52-La fine dei buoi. 53-Formaggino per bimbi. 54-La diciannovesima è a Materatown.

VERTICALI:
2-
Lo erano a Materatown i giovani “figli di papà” negli anni ’80. 3-Nicola Festa. 4-Storica sala giochi di Materatown. 5-Vocali in “ciddone”. 6-Associazione culturale a Materatown. 7-Il mostro di Ridley Scott…senza testa. 8-“Ci vediamo…a Cristo Re”. 9-Ridente località balneare frequentata dai cittadini di Materatown. 11-Lo è il Lama. 12-Famoso giornale inglese. 13-Si passeggia “in mezzo” la sera a Materatown. 18-La seconda e la quinta del “postale”. 19-Quando è grande diventa “Quallaròn”. 21-“accìs” per ultimo. 26-Donne colpevoli. 27-Di lui non ne possiamo più. 28-…uni e…altri. 30-Comporre una moneta al contrario. 31-Lo usano i fuorisede di Materatown per viaggiare. 32-Sono affilate quelle dei barbieri. 33-Famosa Madonna di Materatown. 34-Marina cantante. 39-Ciechi, miopi. 40-Mito Sfinito. 43-Famosa signora radiofonica di TRM. 45-Nemiche dall’inizio. 47-Popolare erbivoro della savana. 50-Vocali in testa e in coda di “Capacchiòn”.

Clicca qui per la SOLUZIONE del CRUCITOWN

 

title

rebustown

 Clicca qui per la SOLUZIONE del REBUSTOWN

Share

Written by materatown

August 15th, 2009 at 12:05 am

Posted in Materatown

12 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL QUOTIDIANO del 5/8/2009

NON LASCEREMO LA NOSTRA CITTA’

“Molti maturandi proseguiranno gli studi universitari a Matera. Giuseppe:<<Ho deciso di dare fiducia alla mia terra. Spero di essere ricambiato>> ”

(Beata ingenua gioventù!)

 

Da LA GAZZETTA del 5/8/2009

QUATTRO STAZIONI PER LE DUE RUOTE

“È stata espletata la gara d’appalto per l’impianto di bike sharing, che doterà Matera di quattro stazioni…”

(A chi 4 stazioni …a chi niente!)

  

Da IL CORRIERE.IT del 7/8/2009

CINEMA

“Il regista di Apocalypto Mel Gibson…”

(Come? Il regista di cosa? Apo..cheee? Tradimento!)

 

Da LA GAZZETTA del 9/8/2009

PUNTO DI INFORMAZIONE IN P.ZZA MATTEOTTI

“Comune di Matera attiverà un punto di informazione e accoglienza turistica (Iat) da ubicare alla vecchia stazione delle Ferrovie Appulo Lucane di piazza Matteotti o in un’altra struttura da inviduare.”

(Buongiorno vorrei un’ informazione:<< Invece dov’è la  “nuova” stazione dei treni?>>) 

  

DA ILMIOTG.IT del 10/8/2009

SUINO NERO E SALUMI. OPPORTUNITA’ TURISMO

“Tutto questo può contribuire a portare valore aggiunto all’economia del comprensorio…”

(Ma allora è proprio vero che del maiale non si butta via niente!)

 

Da IL QUOTIDIANO del 11/8/2009

MOVIDA CON SASSILAND

“Una nuova webcam (ndr p.zza Sedile) del portale sassiland.com trasmette in diretta la “movida“ materana. «Lo scopo -afferma l’ideatore Gianni Cellura – è quello di mostrare, ai tanti internauti che si affacceranno sul portale un altro angolo inconsueto di Matera che nel periodo estivo torna a rivivere diventando la location trendy delle magiche notti estive materane.

(Trendy? Movida? Location?…Scusate la rassegna stampa per oggi si chiude qui…non mi sento tanto bene!)

Share

Written by materatown

August 13th, 2009 at 12:02 am

Ho caldo anch’io…No, Tu No!

with one comment

sudatoOggi voglio fare un appello di pace sperando di mettere definitivamente la parola fine ad una guerra subdola, che si combatte oramai da decenni, dichiarata dagli stanziali ai fuorisede di Materatown. Questo conflitto fratricida inizia ogni anno verso la fine di giugno, trova il suo apice a luglio ed agosto e si conclude a metà settembre, per poi ricominciare nuovamente con l’arrivo dell’estate successiva. Sto parlando dello scontro titanico, della battaglia senza esclusioni di colpi che lo stanziale ingaggia con i suoi concittadini del Nord per veder riconosciuto, senza appello alcuno, il primato della sofferenza da caldo. Provate infatti, e mi rivolgo ai miei colleghi fuorisede, in questi giorni a lamentarvi anche solo sommessamente del caldo che patite a Milano, a Bergamo, a Bologna o a Torino fosse solo durante una banale telefonata magari dicendo:

<<Ciao! Come stai? Qui oggi fa molto caldo!>>

 subito lo stanziale cambia tono di voce e in men che non si dica attacca senza pietà anche se si tratta di vostra madre o di vostro fratello, (come tutte le più tragiche guerre civili finisce con il mettere l’uno contro l’altro anche membri della stessa famiglia!):

<<E tu dici che hai caldo??? Ma stai scherzando? Qui si muore! Non si può uscire!>>

E se magari provate timidamente anche solo a controbattere con un:

<<Eh ma qui oggi c’erano 38 gradi!>>

Lo stanziale punto nell’orgoglio subito ci tiene a comunicarvi:

<<Seeeee! E che so’ 38 Gradi! Qui stamattina alle 8 c’erano già 41 gradi!>>

A nulla vale ovviamente se ricordate al vostro parente o amico stanziale che:

<<Il telegiornale ha detto che Milano è la città più calda d’Italia!>>

perchè costui ha un asso nella manica che ha anche un nome: il famigerato GAETANO, famoso meterologo del TG3 della Basilicata, con la fama di nostradamus delle previsioni del tempo. Ed ecco che allora vi umilia con un:

<<Gaetano ha detto che domani sulla murgia si prevedono temperature vicine ai 47 gradi!>>

Di fronte alle previsioni di Gaetano, voi non potete che accusare il colpo ed al massimo provare un’ultima difesa che poi è la stessa utilizzata da anni da tutti i fuorisede del Nord: la si butta sul tasso di umidità (triste caretteristica delle città nordiche!) e quindi su quello strano concetto che è il “caldo percepito” che ancora oggi non so bene cosa voglia dire:

<<Ma qui noi abbiamo un “caldo umido”. Appena ti muovi sei già tutto bagnato. C’è una “cappa” che ti impedisce di respirare. Almeno voi a Materatown avete un caldo “secco”!>>

Non sia mai detta una cosa simile! Lo stanziale la sofferenza da caldo estivo la vuole tutta per sè senza dividerla con nessuno e quindi parte con la teoria dei venti, neanche fossero nel bel mezzo della bora triestina:

<<Ma che dici? Sarà anche secco ma ieri sera nel Corso “tirava” un vento caldo, ma così caldo che ti faceva bruciare gli occhi! Era un inferno!>>

e per rendere ancor di più l’idea lo stesso stanziale si dilunga in apocalittici racconti, che ovviamente non lo hanno visto testimone diretto, del tipo:

<<Al figlio della zia Bruna ieri non si apriva la macchina perchè si era fuso lo sportello!>>

<<Pare che ad un ragazzo ieri  siano rimaste attaccate sull’asfalto le scarpe di gomma! Sono dovuti intervenire i pompieri per liberarlo!>> 

<<La vicina di nonna si è seduta su una panchina alle due di pomeriggio ed è rimasta ustionata. Ora è gravissima in ospedale!>>

A questo punto, cari fuorisede non vi rimane altro che la resa incondizionata, quindi soprassedere ed ammettere la vostra “fortuna” di non trovarvi a Materatown a patire il caldo e proferire parole di comprensione e di conforto al vostro parente/amico stanziale:

<<Mamma mia! Ma come fate a resistere? Speriamo che passi in fretta questo caldo! Comunque dai! Tieni duro! Le previsioni dicono che è in arrivo un po’ di refrigerio al Sud! >>

Solo in questo preciso momento lo stanziale, sapendo oramai di aver vinto su tutti i fronti, cambia il tono di voce e ritorna ad essere quello che conoscete da una vita anche se, sia ben chiaro, potete scordarvi l’onore delle armi fosse pure sotto forma di un semplice augurio del tipo:

<<Spero arrivi un po’ di fresco anche da voi al Nord>>

 Non mi resta quindi, cari stanziali che ribadire il mio appello di pace esortandovi a finirla con questa guerra inutile, dannosa ed anche economicamente dispendiosa (le telefonate sul “caldo” possono durare anche ore!). Facciamo prevalere il buon senso e la solidarietà che sempre deve animarci in quanto concittadini. E poi vi do una notizia in anteprima, sperando possa aiutarvi a seppellire il “termometro di guerra”, e cioè che a Luglio ed Agosto fa caldo praticamente in tutta Italia (Nord compreso!) e, pensate un po’, ma di questo ne riparleremo più avanti, a Dicembre e Gennaio fa freddo! Questa notizia, però, per il momento, tenetevela per voi!

Share

Written by materatown

August 10th, 2009 at 12:36 am

Posted in Materatown

11 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da SASSILAND del 31/7/2009:

DA DOMANI AUTOVELOX FISSO IN VIALE ITALIA

“Limite a 30 chilometri orari. Intanto il curvone continua a sprofondare..”

(Adesso basta! Voglio sapere quando una curva diventa “curvone” !)

 

 Da IL QUOTIDIANO del 2/8/2009

LA “FEDDA ROSSA” CONQUISTA TUTTI. SUCCESSO CON LA SAGRA A LA MARTELLA

“In molti però hanno avuto da ridire sulla qualità della bruschetta per la quale era richiesta un’offerta libera. Poco olio e tanta acqua nel condimento del pane, peraltro poco abbrustolito sulla brace, hanno reso la “fedda rossa” scarsamente appetibile, abbassando il gradimento generale…”

(Siamo sicuri che chi ha fatto il titolo e chi ha scritto l’articolo fossero nello stesso posto?)

 

Da IL QUOTIDIANO del 2/8/2009

TURISMO, PRONTI AL SALTO DI QUALITA’. 

Sinergia, strategie di marketing sono le scommesse che la Provincia vuole affrontare. L’assessore provinciale Dalessandro punta su dinamismo ed eccellenze…”

(“Sinergie”, “marketing”, “dinamismo”, “eccellenze”…finalmente fatti non parole! [continua….] )

  

Da TRMTV del 3/8/2009

POVERTA’ LA BASILICATA SECONDA SOLO ALLA SICILIA

“Nei giorni scorsi l’ Istat ha pubblico il risultato del rapporto sulla povertà in Italia e la Basilicata e’ seconda solo alla Sicilia.”

(Poveri…)

 

DA il QUOTIDIANO del 4/8/2009

DUE PAGINE SUL CATALOGO BRAVO VOYAGES

“La Basilicata è stata inserita in un catalogo turistico francese: Bravo Voyages, uno tra i principali tour operator transalpini. Due pagine che mostrano le eccellenze del nostro territorio e che esprimono l’autentica meraviglia di luoghi incontaminati: i Sassi, il Parco della Grancia, il mare.”

(…ma belli!)

  

Da LA GAZZETTA del 3/8/2009

 ARRESTATO IL MOLESTATORE DI DONNE

“La notizia arriva da Parma dove gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato “il palpeggiatore” che aveva precedenti in provincia di Matera.”

(…poi era emigrato al Nord dove c’era più lavoro!)

 

DA TRMTV del 3/8/2009

I CONSIGLI PER MANGIAR SANO IN ESTATE

“La dottoressa Carmela Bagnato:<<Cercare di diminuire cibi tanto caldi e tanto grassi>>”

(Ed io che ad Agosto mangerei sempre del brodo bollente e trippa con patate al forno!)

  

Da IL QUOTIDIANO del 3/8/2009

LA CRAPIATA CONQUISTA I MATERANI

“Ed ancora più rilevante è il fatto che, molti di questi, fossero giovani che hanno preferito l’usanza della nostra civiltà contadina, alle rumorose discoteche della costa jonica.”

(Grazie, o crapiata,  perchè liberi i nostri giovani da ogni tentazione!)

  

DA il QUOTIDIANO del 4/8/2009

INTERNAZIONALIZZAZIONE. I SASSI APPRODANO SUL MERCATO FRANCESE

“In un percorso di internazionalizzazione del turismo…sarà vincente la professionalizzazione degli operatori turistici, che trasformandosi in operatori dell’accoglienza, potranno traghettare il comparto turistico locale verso una vera e propria industria turistica capace di coniugare know-how ed empatia

(… “know-how”, “empatia”… Finalmente fatti non parole! [fine] )

 

Share

Written by materatown

August 6th, 2009 at 12:17 am

The Winner is…

with 2 comments

winner

Il gran giorno che in tanti aspettavano è arrivato. Molti hanno posticipato le ferie pur di esserci, altri hanno organizzato serate a casa di amici per assistere tutti insieme al grande evento. Addirittura c’è chi ha rinunciato alla Serata della Crapiata nei Sassi pur di poter affermare “Io c’ero“. A tutti costoro posso dire che l’estenuante attesa è terminata. Come promesso la commissione selezionatrice della festa-concorso MATERATOWN PER UN GIORNO ha terminato i suoi lavori e dopo aver analizzato e valutato tutte le opere giunte, ha emesso il suo insidacabile verdetto. Quindi Stanziali e Fuorisede sono lieto di comunicarvi che

MATERATOWN PER UN GIORNO è lo stanziale nonchè ex-fuorisede che ama firmarsi ANAKIN!!!

Al vincitore vanno i nostri complimenti mentre a tutti i partecipanti rivolgiamo  il nostro più sentito ringraziamento. Come annunciato, ad ognuno verrà recapitato un simpatico omaggio di materatown.net.

Ed ora buona lettura dell’articolo primo classificato:

“Da stanziale ma ex fuorisede taurinense, posso azzardarmi ad una descrizione ragionata del modo di guidare dei residenti, un modo di guidare peculiare nel cosmopolita universo della guida meridionale. Il modo di guidare nelle città e nelle nazioni in cui la guida è disciplinata è uguale in tutto il mondo, il modo di guidare male è peculiare per ogni città, borgo o paese. Anche se, lo ammetto, agli occhi di un integerrimo automobilista svizzero, il modo di guidare messicano, barese, napoletano o materano, deve apparire più o meno identico. Ma, per le orecchie di uno stanziale pochi insulti sono peggiori che vedersi accomunati allo stile di guida dei cugini baresi, ad esempio. Anzi, una macchina targata BA è vista come fonte di possibile pericolo da cui è meglio star lontani. Ovviamente, tanta supponenza è del tutto fuori luogo: per non tediarvi ci limiteremo all’analisi di poche circostanze.
Lascio volentieri ad altri stabilire cosa sia davvero un’automobile in Materatown. Posso affermare con ragionevole certezza, tuttavia, che cosa, un’automobile in Materatown, NON è:
NON è un mezzo di trasporto per andare nel minor tempo possibile in sicurezza dal punto A al punto B. L’automobile viene spesso usata per fare “un giro”. Ossia, due o più persone, in auto, parlano tra loro come se stessero passeggiando assieme. Solo che, appunto, lo fanno in auto. Ovviamente, quando si fa “un giro”, possibilmente senza meta alcuna, l’attenzione dell’autista è concentrata sulle chiacchiere con gli amici piuttosto che sulla guida. Con tutte le conseguenze immaginabili. Inoltre, mentre si fa ” un giro “, è considerato lecito e sacrosanto, da tutti gli occupanti dell’auto, un po’ meno da chi la segue, procedere a non più di 15 Km orari al centro della strada.
Altra peculiarità di Materatown è la possibilità, sicuramente altrove sconosciuta, di condurre conversazioni con altri automobilisti. Lo so bene che, in altitalia, gli automobilisti comunicano con altri via cellulare possibilmente mediante auricolare. Ma io intendo la pratica comune di parlare con altri automobilisti direttamente. Lo so, in moltissime città gli automobilisti parlano con altri automobilisti direttamente, ma esclusivamente per scambiarsi considerazioni sulla moralità delle rispettive madri, sorelle o sulle proprie ed altrui tendenze omoerotiche ed altre piacevolezze. A Materatown è prassi comune incrociare un conoscente, fermarsi in mezzo alla strada e chiacchierci amabilmente tra un finestrino e l’altro. Peccato che gli altri automobilisti in coda dietro i due conversatori nelle rispettive corsie non possano unirsi al simposio.
Ma non si deve essere troppo pessimisti: dopotutto la guida a Materatown è abbastanza tranquilla e sicura: i semafori sono rispettati e le strisce pedonali pure. Tuttavia, la precedenza viene violata sistematicamente e per fini oggettivamente irrazionali. Infatti, per lo più, il violatore del segnale di stop si piazzerà al centro della strada evitando accuratamente di ingranare marce superiori alla seconda. La scena si svolge tipicamente così: siete in ritardo ma la via è libera nella vostra corsia e procedete speditamente senza esagerare. Da una via laterale, con tanto di stop, un altro stanziale giunge in auto, rallenta, si ferma, vi vede sopraggiungere di gran carriera, fa finta che non esistiate, si butta, vi fa inchiodare, dopodichè resta in prima marcia dalla Madonnina fino al passaggio a livello.
E come non citare i pedoni di Materatown in questa piccola esposizione?
Come si attraversa la strada a Materatown?
Facile: si voltano le spalle alle automobili incipienti e si attraversa rigorosamente in diagonale in modo da massimizzare matematicamente il tempo di attraversamento ed ingombrare il più possibile la sede stradale.
Pare che sia diffusa una leggenda secondo cui guardare prima di attraversare porti sfortuna…
Altra peculiarità dei pedoni di Materatown è nel camminare sulla sede stradale snobbando costantemente il marciapiede. E’ vero, i marciapiedi di Materatown ospitano cacche di cane, piante infestanti e buche di ogni profondità ed ampiezza: ma, cari pedoni, non è che le strade siano molto diverse…” (Firmato ANAKIN)

Share

Written by materatown

August 3rd, 2009 at 12:29 am

Posted in Materatown