Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for October, 2009

23 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with 3 comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

 

DA COMUNICATO STAMPA PROVINCIA DI MATERA del 22/10/2009

NOMINA DEI NUOVI VERTICI DI APEA E AGEFORMA

“I neo-eletti – ha proseguito il presidente Stella – sono professionisti che sapranno assolvere con competenza alle mission che li attendono […] Le sfide che attendono le due agenzie sono cruciali e necessitano di esperti che mettano a valore il proprio know-how e la propria expertise. Da un lato la formazione […] e dall’altro lato l’ambiente, con la sua green economy.”

(Mi portate un vocabolario inglese-italiano per favore?)

  

DA IL QUOTIDIANO DEL 24/10/2009

MATERA CITTA’ NARRATA

Le idee di Perri, direttore dell’Apt, per lanciare l’icona Basilicata :<<Il cellulare diventa un’audioguida accessibile digitando un numero verde, ma soprattutto diventa la narrazione della città. Una narrazione affidata a personalità significative. Ci sono sperimentazioni a Venezia e Roma>>

(Ah beh! Se già lo fanno Venezia e Roma le nostre due storiche rivali turistiche…)

  

DA IL QUOTIDIANO DEL 24/10/2009

IL CRISTO DI PASOLINI NELL’ALBERGO PER RICCHI

“La polemica è sorta su un blog materano, Hyperbros.com. Esiste un sito internet che pubblicizza l’attività di un albergo, il Sextantio Grotte della Civita. Sullo sfondo del sito all’insegna della raffinatezza scorrono le immagini del “Vangelo secondo Matteo” girato da Pier Paolo Pasolini a Matera. Cosa ci fa un film dell’apostolo della povertà, che aveva messo in scena un Povero Cristo immerso fra povericristi, con un hotel da ricchi? E cosa c’entra, vieppiù, la civiltà contadina con una struttura del genere? Un navigatore del blog ha detto di essere rimasto «allibito».

(Pasolini dixit: “Chi si scandalizza è sempre banale: ma, aggiungo, è anche sempre male informato”)

 

DA MILLEMEDIA.IT del 26/10/2009

MATERA: PRESENTATO “BEVI LA VITA”, CAMPAGNA CONTRO L’ABUSO DELL’ALCOOL

“Presentato questa mattina “Bevi la vita”. La serata che prevede momenti di dibattito e di musica è organizzata in collaborazione con gli Enti locali. SPETTACOLI: Dj set con Mike Anderson affiancato da body painting e Mauro Petrarca, poeta cimiteriale. Lo spettacolo è un’espressione ermetica del disagio giovanile in chiave musicale sullo sfondo di un paesaggio tetro che richiama l’evento.

(Siamo proprio sicuri che nessuno ha bevuto?)

  

DA IL QUOTIDIANO del 28/10/2009

LITE IN STRADA TRA 2 DONNE

“In via Cappelluti traffico in tilt per mezz’ora e folla di curiosi. All’inizio ceffoni e calci, subito dopo le due donne si sono avvinghiate cadendo per terra e rotolandosi più volte sull’asfalto tra le urla degli altri parenti, sopraggiunti nel frattempo, e gli sguardi increduli dei passanti che hanno chiamato le forze dell’ordine.”

(Splendida definizione di “Cupr alla cecat’ “!)

 

DA LA GAZZETTA DEL 29/10/2009

VIA PERSIO? E’ BRUTTA SEMPRE!

“Caotica di giorno, deserta già all’imbrunire e inquietante di notte. Si tratta della naturale continuazione di piazza Vittorio Veneto verso la collina di Macamarda”

(Paese mio che stai sulla collina…!)

Share

Written by materatown

October 30th, 2009 at 9:56 am

Materatown Awards 2009

with one comment

award_assL’Associazionismo, come già detto altre volte, è una delle più “belle”  realtà di Materatown. Nascono infatti fondazioni, circoli, centri culturali  a ritmi vertigionosi,  dimostrando una voglia irrefrenabile di aggregazione e di cultura che altre città si sognano. Ed allora materatown.net ha deciso di istituire, proprio per sottolineare questa pregevole caratteristica, una speciale competezione tra le più importanti e rinomate  Assocazioni Culturali della città, denominata MATERATOWN AWARDS 2009 dove sarete proprio voi, miei cari e fedeli lettori, ad eleggere l’Associazione Cittadina dell’Anno votando e scegliendo all’interno di una rosa, accuratamente selezionata dalla redazione di Materatown.net. Ci scusiamo in anticipo per eventuali “dimenticanze” imputabili alla nostra non costante presenza sul territorio. Alle prime 3 Associazioni  classificate verranno consegnati i seguenti premi e relativo attestato:

Prima di votare, per meglio facilitarvi nella scelta, abbiamo pensato di illustrarvi brevemente le varie Associazioni partecipanti alla competizione, utilizzando quello che loro stesse dicono delle loro attività su internet e giornali:

  1. Arterìa (si distingue per i diversi ambiti dell’arte e del pensiero in cui opera: Arti visive e applicate, Musica, Teatro, Letteratura, Cinematografia, Antropologia, Educazione permanente e Formazione)
  2. B.R.I.O. Brillanti Realtà in Osservazione (Ci occupiamo di attività di ricerca nel campo delle discipline antropologiche. Lo scopo di B.R.I.O. è la documentazione e le sue  attitudini sono volte alla Visual Anthropology ed alla Applied Anthropology)
  3. BluesOn (BluesOn è un’associazione materana di volontariato nata dal desiderio di alcuni appassionati di promuovere la musica e la cultura blues in tutte le sue forme)
  4. CIACP (Undici anni fa, impressionati dal silenzio politico che avvolgeva la città di Matera, ma anche la Regione, si sono radunati alcuni amici, di diversa provenienza politica, ma tutti ugualmente preoccupati della democrazia e della giustizia da garantire alla nostre popolazioni)
  5. Città Plurale (A prima vista battersi per la tutela e la valorizzazione dei beni comuni appare una follia, perché nulla, c´incoraggia a farlo)
  6. Energheia (L’associazione culturale ENERGHEIA -termine greco che vuol dire manifestazione dell’essere, atto, nell’accezione di Aristotele- svolge la propria attività nell’ambito della ricerca e della realizzazione di iniziative legate a nuovi strumenti di espressione giovanile)
  7. Falco Naumanni (Camminare senza correre, (ri)scoprendo le moltissime testimonianze lasciate dagli uomini che ci hanno preceduto, imparando ad amare i luoghi che visitiamo ed a creare con gli stessi un legame costruttivo)
  8. Fondazione SoutHeritage (La fondazione opera in diversi contesti ma, soprattutto, tra diversi contesti. La fondazione risulta non più un ente statico, ma diventa meccanismo flessibile e soggetto/oggetto in progress capace di dilatarsi nello spazio)
  9. Gio.Ta, associazione “Giovani talenti” (Coerentemente con gli scopi statutari la neonata associazione, mirerà a far emergere ed affrontare la contraddizione tra il manifestarsi di un complesso di anticipazioni temporali rispetto al passato, ed un contemporaneo aumento della distanza rispetto al consolidamento della posizione di vita adulta)
  10. Kitarid Forens (L’associazione si propone di emendare gli eccessi ed i difetti legislativi che hanno ristretto il libero arbitrio inoffensivo sancito dalla Costituzione italiana)
  11. La Scaletta (Negli ultimi anni il Circolo si è dedicato allo studio originale e complesso delle costruzioni rurali!)
  12. Matera2019 (Dal remoto passato al futuro ignoto. Matera fa della continua e ininterrotta presenza insediativa dell’uomo la nota distintiva del proprio Essere. La candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura come città dell’uomo rappresenta l’opportunità di rilanciare il Sud)
  13. Movimento Azzurro Murge (La Proposta che il Movimento Azzurro avanza, consiste nel promuovere attività culturali di carattere ambientale per sensibilizzare, educare e formare gli addetti al settore, gli studiosi ed i cultori dell’ambiente)
  14. Mutamenti a Mezzogiorno (Il tema degli spazi pubblici dedicati alla formazione promozione produzione culturale e socioeducativa è un tema fondamentale per lo sviluppo della comunità)
  15. OnyxJazz (L’associazione ha consolidato, negli anni, la sua capacità di organizzare manifestazioni artistiche, attraverso le quali è riuscita a superare il carattere di episodicità che generalmente frammenta la proposta culturale)
  16. Pinguini Lucani (Niente giustifica il fatto che una regione ricca di risorse -Acqua, vento, sole, petrolio, Paesaggi aspri ed incantevoli, buon cibo, assenza di microcriminalità, e criminalità organizzata- consenta che venga rubato il futuro ai propri giovani )
  17. Zètema (Segnata dal termine classico: ‘Zétema’, richiamante le attività di ricerca e di applicazione, la Fondazione ha per scopo la programmazione e la realizzazione di attività di studio, di documentazione, di formazione, di ricerca, di progettazione e di produzione)

MATERATOWN AWARDS 2009

Vota la tua Associazione di Materatown preferita (max 3 scelte)

  • Pinguini Lucani (25%, 28 Votes)
  • Matera2019 (20%, 22 Votes)
  • Fondazione SoutHeritage (18%, 20 Votes)
  • Zetema (15%, 17 Votes)
  • BluesOn (14%, 16 Votes)
  • Kitarid Forens (13%, 14 Votes)
  • Falco Naumanni (10%, 11 Votes)
  • OnyxJazz (10%, 11 Votes)
  • Movimento Azzurro Murge (9%, 10 Votes)
  • Mutamenti a Mezzogiorno (8%, 9 Votes)
  • La Scaletta (8%, 9 Votes)
  • Gio.Ta, associazione “Giovani talenti” (8%, 9 Votes)
  • CIACP (7%, 8 Votes)
  • Città Plurale (7%, 8 Votes)
  • B.R.I.O. Brillanti Realtà in Osservazione (7%, 8 Votes)
  • Energheia (6%, 7 Votes)
  • Arteria (6%, 7 Votes)

# Grazie Stanziale n° 112! A NOME DI TUTTI I CANDIDATI TI RINGRAZIAMO! #

Loading ... Loading ...

Share

Written by materatown

October 26th, 2009 at 12:09 am

Posted in Materatown

22 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Un ringraziamento particolare ad hb senza i cui suggerimenti la rubrica questa settimana sarebbe stata più povera!  Buona lettura:

DA IL QUOTIDIANO DEL 14/10/2009

MENO CARTA NEGLI UFFICI: SEMINARIO DELL’API

“Il mercato globale ci vuole reattivi, veloci e assolutamente “leggeri” – ha commentato il presidente dell’API Nunzio Olivieri, azzerando quelle dinamiche inefficienti che si annidano nel perpetuarsi del “vecchio” modo di lavorare, della consuetudine e dei comportamenti acquisiti, che costituiscono vere e proprie zavorre”.

(Mercato globale, Dinamiche inefficienti, Zavorre. Chiarissimo! Qualcuno si dovrà cercare un altro lavoro!)

 

DA TRMTV del 15/10/2009

NUOVA SALA D’ATTESA NEL COMANDO DEI CC DI MATERA

“Taglio del nastro questa mattina per la nuova sala d’attesa della sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Matera. Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato i vertici militari provinciali, il comandante della Compagnia di Matera, il capitano Paolo Sambataro e il comandante provinciale, il tenente colonnello Domenico Punzi , il Prefetto di Matera Giovanni Francesco Monteleone, il presidente della Provincia Franco Stella e il presidente del Consiglio Provinciale Aldo Chietera.

(Come mai non c’era anche il Papa? Aveva preso altri impegni?)

 

DA IL QUOTIDIANO DEL 15/10/2009

IL PLI IN CERCA DI NUOVI UOMINI

(Anche mia zia “zitella”, ma non sapevo fosse del PLI!)

 

DA FACEBOOK del 16/10/2009

SALVATORE ADDUCE HA SCRITTO SULLA SUA PAGINA DI FACEBOOK

“Ho fatto il manifesto per le primarie del 25/10 ed ho speso 800 Euro”

(E lo dice pure!)

 

DA IL POMERIDIANO DEL 19/10/2009

CASINO’ A MATERA SERVIRA’ A POCO

“E’ quanto sostiene il consigliere regionale Adeltina Salierno aggiungendo che <<Anche le aspettative sull’introduzione del ‘bonus vacanza’ promesso per questa estate allo scopo tra l’altro di allungare la stagione troppo corta (giugno-settembre), sono andate deluse.>>

(E dov’è il problema? Si faccia una legge regionale che sposti l’estate fino a novembre!) 

 

DA IL POMERIDIANO DEL 21/10/2009

A MATERA “PETRAMANTE LIVE”

“In via Fiorentini è in programma per domani,  il live dei “Petramante”. Parole intime, sospese, scavate. Una voce calda come il velluto, che ha in se il fascino dell’esotico e l’universalità del venire “da dentro” […]Un gruppo che dalla sua “briciola di provincia” ha trovato un punto di osservazione assolutamente nuovo da cui guardare e rileggere la realtà e le piccole grandi implosioni dell’anima e dei sensi. I loro testi sono tracce di vita, impresse su uno spartito che sdogana gli accenti, la sequenza logica del pensiero, per andare diretto all’emozione; impressione che si fa espressione.

(Qualcuno me lo può tradurre per favore? )

 

DA LA GAZZETTA DEL 21/10/2009

MOVIDA DEGRADATA A VANDALISMO

Sono risultate più di 100 le persone controllate al termine dei servizi sul territorio disposti a Matera dal Prefetto. Una risposta per contrastare il fenomeno del disturbo alla quiete pubblica, dello spaccio di droga […] Fin qui le attività legate all’ordine pubblico. Ma è difficile nascondere l’esigenza di aggregazione, naturale, spontanea. C’è da interrogarsi, quindi, se davvero esistono spazi attrezzati, idonei che non siano quelli amicali e tradizionali per chi è giovane e vuol trascorrere serenamente il tempo libero in città, anche senza dover fare per forza di cose ricorso alla richiesta di qualche spicciolo ai genitori.

(Mammina mi dai un po’ di spicciolini chè mi devo fare di crack!)

 

DA ADNKRONOS DEL 22/10/2009

MATERA: PARCO MURGIA, TROVATA TRAPPOLA PER CINGHIALI

A Matera il Corpo forestale dello Stato ha trovato e sequestrato una trappola per cinghiali all’interno del Parco Regionale della Murgia Materana. Dopo la segnalazione di un cittadino, la collocazione della trappola e’ stata rilevata tramite l’impiego di sofisticate tecnologie basate sul sistema Sim (Sistema Informativo della Montagna) e con il Gps (Global Position System) e tramite dettagliati rilievi fotografici.

(I parà della “Folgore” a noi ci fanno un baffo!)

Share

Written by materatown

October 23rd, 2009 at 12:06 am

Moda made in Materatown

with one comment

giaccaDovete sapere che il fuorisede è uno strano animale. Pur vivendo da anni in un’altra città, adora rimandare certe attività, anche le più normali, al momento in cui “scenderà” a Materatown. E così si lascia crescere i capelli, fino a sfiorare il ridicolo, solo per il gusto di farseli tagliare da un barbiere stanziale oppure gira per mesi in auto con il “ruotino”, perchè vuole che a prendersi cura della sua sostituzione sia un gommista concittadino. Il motivo di ciò onestamente non ve lo so spiegare: ci vorrebbe un accurato studio psicologico che io non sono in grado di affrontare. Resta il fatto, comunque, che durante la mia ultima discesa a Materatown, vittima del fenomeno appena descritto, ero animato dal desiderio di fare un acquisto e, per la precisione, trovare una giacca di velluto a coste di colore chiaro da portarmi su al nord visto l’imminente arrivo dell’inverno. Ma, mea culpa, avevo dimenticato un piccolo particolare e, cioè, non avevo messo in conto di che “pasta” sono fatti i negozianti di abbigliamento maschile a Materatown, e di come sia una “mission impossible” comperare un capo “normale” quale è, appunto una banalissima giacca di velluto chiara a causa di quella pregevole caratteristica dei proprietari stanziali delle boutique da uomo, di non limitarsi a “soddisfare” le richieste di un cliente, ma si sentono tutti dei novelli Armani o Valentino e, quindi, depositari delle ultime tendenze della moda. Eppure, me sciagurato, dovevo conoscerla bene questa peculiarità, in quanto è ancora vivo in me il ricordo di quando andavo, ragazzino, con mia madre a fare acquisti per le grandi occasioni (matrimoni, cresime, battesimi etc…) dal signor Tuono dal quale uscivamo immancabilmente umiliati e con la “coda tra le gambe”, solo perchè avevamo osato chiedere, offendendo l’estro artistico e creativo dei proprietari, una semplice camicia bianca od un pantalone blu.

Ma veniamo alla mia “Mission Impossible” e cioè alla famigerata giacca di velluto a coste chiara:

PRIMO TENTATIVO: Mi reco in un negozio denominato Salvavita e, appena entro, dichiaro la mia intenzione di acquistare il capo in oggetto. Il proprietario prima reagisce con un’aria disgustata e poi,  non so perchè, capisce immediatamente che non vivo a Materatown, e quindi esordice: <<Mi dispiace ma non ne abbiamo. A Materatown non si vende molto il velluto, non lo vuole più nessuno. Quest’anno “vanno a ruba” giacche non classiche e di materiale tecno!>> e mi mostra una giacca terrificante, stretta in vita e larghissima di spalle, che mi fa immediatamente venire in mente il gruppo anni’80 dei Rockets. Per pura cortesia me la provo e la sensazione è quella di aver indossato una muta da sub. Faccio notare che forse non è della mia taglia e, anche in questa occasione, ricevo una espressione che sottointende un “ma ti devo proprio dire tutto! “. Infatti il signor Salvavita non mi perdona ed esordisce: << Guarda che adesso le giacche hanno una “vestibilità” molto aderente. Nessuno più indossa giacche larghe! Tieni presente che la taglia 52 di quest’anno non è la stessa 52 dell’anno scorso! >>. Deluso per il mancato acquisto ma comunque felice di non essere ingrassato (ndr: ho imparato che sono le taglie che cambiano e non la mia pancia ), ringrazio ed esco.

SECONDO TENTATIVO: Vado nel negozio Sandrulli, entro e chiedo se hanno giacche di velluto e, questa volta, penso che forse “ci siamo”, in quanto la reazione non è del tutto ostile. Infatti il proprietario mi dice: <<Dovrebbe essermi rimasto qualcosa dell’anno scorso!>> lasciandomi  così intendere che sono in ritardo notevole sulle nuove tendenze. Ma poco male. Io voglio una dannatissima giacca di velluto a coste  chiara e chi se ne frega se è un avanzo di magazzino! Mentre faccio questo pensiero entrano alcuni turisti nel negozio ed iniziano a guardarsi intorno ed a curiosare tra la roba esposta. Dopo qualche minuto escono e solo allora il proprietario del negozio tira fuori una “perla” di saggezza: <<Sti’ cozz di nordici! Entrano ed escono senza dire nè buongiorno e buonasera…e poi dicono che siamo noi meridionali quelli scostumati!>>. Abbozzo un sorriso di convenienza (ndr: voglio risultargli simpatico visto che pare possa esaudire il mio desiderio! ) e dopo qualche minuto vedo il Signor Sandrulli uscire dal retro-bottega con in mano una giacca di velluto a coste taglia 52 ma…di colore blu. Mi dice: <<Di velluto a coste abbiamo solo questo colore! Guarda che il colore chiaro non va proprio!>> aggiungendo poi con aria da intenditore <<…e poi si sporca facilmente!>>. A quel punto il mio sogno si infrange di colpo e devo fare un’espressione veramente delusa in quanto, mosso da pietà, il Signor Sandrulli cerca di venirmi incontro dicendo:<<Di colore chiaro e di velluto, però, posso farti vedere dei pantaloni!>>. Il mio primo istinto è quello di rispondergli: <<Adesso tu mi spieghi perchè diavolo dovrei prendermi dei pantaloni se voglio una stramaledettissima giacca e mi dici anche per quale motivo una giacca chiara si sporca facilmente mentre un pantalone no!!>>. Invece, vigliaccamente sto zitto! Saluto, ringrazio comunque per la disponibilità, ed esco!

TERZO TENTATIVO: Oramai disperato decido di chiedere aiuto telefonando al mio amico stanzial-in-crisi-sentimentale (vedi articoli “Eri piccola..ma piccola” e “La dolce Vita a Materatown”), il quale mi fa: <<Ma vai da Fabrizio, io compero tutto lì e mi trovo benissimo!>>. Resto comunque preoccupato, conoscendo l’abbigliamento che è solito indossare il mio amico, ma vinco la diffidenza e dico a me stesso: <<Ma sì andiamo a conoscere questo “guru” della moda “made in Materatown” !>> Entrato nel negozio chiedo appunto di poter vedere delle giacche di velluto e subito il mio interlocutore, che credo essere proprio il famoso Fabrizio in carne ed ossa, mi accoglie con un’espressione mista di disgusto ed insofferenza, che poi si traduce in un <<Non credo abbiamo nulla “sul velluto”! Oramai non si usa più!>> e quindi inizia a mostrarmi un campionario di giacche da far invidia al guardaroba di Don Johnsson in Miami Vice. Ma non basta. Fabrizio mi fa anche vedere, per avvolarare la sua tesi, la giacca che indossa lui stesso. Trattasi di un capo blu fosforescente con bottoni dorati e strani disegni a rilievo sul petto e sulle maniche, che se mai dovessi presentarmi così al lavoro sarei meritevole di licenziamento “per giusta causa”. Oso a quel punto confermare la mia intenzione di comperare una giacca classica di velluto e, per giunta chiara, e, non lo avessi mai fatto, Fabrizio si innervosisce e mi redarguisce: <<Guarda che il mio mestiere è quello di consigliare i clienti verso le nuove tendenze della moda e ti ripeto che quest’anno il velluto non va proprio!>>. Mortificato saluto Fabrizio ed esco sentendomi un uomo di Neanderthal.

CONCLUSIONE: La Mission Impossible è ovviamente fallita. Sono rientrato al Nord senza giacca. Sabato scorso, passeggiando per le vie del centro ho notato un negozio che esponeva giacche di velluto. La signorina nordica al banco me ne ha fatte vedere alcune dei più svariati colori compreso quello chiaro. Aveva però esaurito la taglia 52  (che qui al Nord pare essere la stessa dello scorso anno!) ma ho avuto rassicurazioni che in una decina di giorni sarebbe arrivata. Vi terrò aggiornati!

Share

Written by materatown

October 19th, 2009 at 12:03 am

Posted in Materatown

21 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with 2 comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

DA IL POMERIDIANO del 8/10/2009

BIODIVERSITA CALAMITA E MOBILITAZIONE NELL’AGRICOLTURA LUCANA

(Un accento ogni tanto non ci starebbe male!)

 

 DA IL QUOTIDIANO del 8/10/2009

NAVETTA PER PALESE: SERVIZIO MINIMO

“Questo anno, nell’ambito della ricalibratura, le corse (ndr. Bari Palese- Matera ) sono divenute 14, due al giorno per sette giorni […] Certo nel servizio predisposto non possiamo far notare che Brindisi ha 21 corse settimanali, tre al giorno di A.R. più un’altra Bari-Brindisi al giorno in serata. C’è, evidentemente , una sproporzione […] Bisognerà fare apposita interrogazione in Consiglio Regionale per far emergere le inconguenze e chiedere di porre rimedio.”

(Noooo! Per favore chè poi Vendola si arrabbia! In fondo è lui che paga!)

 

DA ILMIOTG.IT del 10/10/2009

APERTO A MATERA IL PRIMO PUNTO VENDITA BOLLICINO

Mastrodomenico ha precisato: “Il nostro Distributore Automatico self-service di detersivi alla spina Bollicino è gestito da un evoluto sistema di controllo completamente elettronico appositamente studiato. Estremamente ergonomico e semplice da usare. Grazie anche alla sua grafica accattivante ed allo stesso tempo semplice, il cliente è assistito e guidato all’acquisto”

(Se è ergonomico, ha la grafica accattivante e si viene pure assistiti, lo dico a mia nonna!) 

 

DA IL QUOTIDIANO del 10/10/2009

PROVINCIA: PRC VUOLE DONNE IN GIUNTA

“Se Stella non si adegua si vada a Tar! Si riapre la polemica sollevata nei giorni scorsi sulla necessità di una presenza femminile all’interno della giunta provinciale.”

(La presenza in giunta di un panda e di un falco grillaio va bene lo stesso?)

 

DA IL QUOTIDIANO del 11/10/2009

A LEZIONE DI IMPRESA AL LICEO CLASSICO

“La scuola e l’impresa, un binomio da tempo praticato dalla politica scolastica del preside De Rosa. Così, nell’atrio del Liceo Classico “Duni” si è potuto assistere alla presentazione dei lavori finali, elaborati dagli alunni coinvolti nel progetto “Giovani imprenditori del futuro”.

(Cantami o IVA …!)

 

DA TRMTV del 11/10/2009

PRESENTATA LA RIVISTA “INTRASIT”

“Fra le sezioni del bimestrale, che presenterà una veste quasi esclusivamente fotografica, diverse quelle dedicate al territorio, ai luoghi di eccellenza e al turismo”

(Eccellenza e turismo! Finalmente un’idea nuova!)

 

DA IL POMERIDIANO DEL 13/10/2009

MATERA: ATTENTI…ALL’ ITALCEMENTI

“Le associazioni Centro Carlo Levi, Città Plurale, Falco Naumanni, Fondo Ambiente Italiano, Italia Nostra, Legambiente, Movimento Azzurro Murge, Mutamenti a Mezzogiorno, WWF di Matera hanno inviato una lettera ai Presidenti della Regione, della Provincia e dell’Ente Parco Murgia, oltre che al sindaco, per denunciare la situzione che si sta verificando al Cementificio Italcementi.”

(Alleniamo la memoria: Chiudete gli occhi e ripetete nello stesso ordine tutte le Associazioni appena elencate!)

 

DA IL QUOTIDIANO del 8/10/2009

XIII RADUNO BURRACO “IT’S MAGIC”

“Per la prima volta a Matera, il “Raduno di Burraco” (Burraco It’ s Magic) si configura come un’altra opportunità per la nostra città di farsi conoscere, al cospetto di realtà vicine e lontane nel territorio italiano; di lasciare sui loro palati, nella loro memoria: immagini, sapori, tradizioni che meritano platee, ribalte, casse dirisonanza sempre più alte, innescando quei circoli virtuosi fatti di turismo e commercio in cui ritrovare il rilancio economico della città e del circondario tutto. Patrocini gratuiti, quelli del comune di Matera e dell’ Unesco.”

(Scusate ma a questo punto io “passo!”)

Share

Written by materatown

October 15th, 2009 at 12:16 am

Ho visto cose a Materatown che voi… (2)

with 2 comments

ho visto

 

 

Durante la mia ultima “discesa”

HO VISTO COSE A MATERATOWN CHE VOI UMANI NON POTETE NEANCHE IMMAGINARE:

 

 

  • Ho visto una scritta su un muro che diceva “Stakkio sei cekato!
  • Ho visto chiedermi 11 euro per un aperitivo in centro;
  • Ho visto parlare in TV il fotografo ufficiale del Materatown Calcio;
  • Ho visto uno stanziale dire “non pigghj pop’ nud! ” al cameriere che gli chiedeva l’ordinazione;
  • Ho visto il sottoscritto commuoversi davanti ad una pizza ai cardoncelli di Mariostefano;
  • Ho visto un’ amica stanziale che non vedevo da anni dirmi: “Faccio tutto di corsa! Oramai non riesco ad avere rapporti intimi con mio marito neanche nel week-end! “;
  • Ho visto il sottoscritto mandare un SMS ad un’ amica stanziale che diceva: “Sono a Materatown!”
  • Ho visto la mia amica stanziale rispondermi in modo geniale: “Anch’io!”.
  • Ho visto dei tizi con una coppola in testa andare a cavallo in piazza e tanta gente che guardava ed applaudiva e non capirne il motivo!
  • Ho visto cantare all’Auditorium una canzone in azerbaijano seguita da una poesia di Albino Pierro in tursitano e non vederne la differenza!
  • Ho visto uno stanziale dirmi che voleva andare a Gioia del Colle per mangiare un po’ “di carnazza “;
  • Ho visto un amico dirmi:”Stasera ci facciamo una birra?
  • Ho visto lo stesso amico, a cui chiedevo di rimandare la birra al giorno seguente, dirmi: “domani torna mia moglie e non posso uscire!”
  • Ho visto chiedermi se sapevo che a X-Factor c’era Mario quello che… “Il padre lavora a….ed abitano in Via….ma lui studia a Roma!
  • Ho visto mio zio dirmi per l’ennesima volta: “Arrivi tu e ci porti il brutto tempo dal Nord!”
  • Ho visto uno stanziale dirmi che andava a vedere il film di Tornatore ma “Non mi azzecca proprio. Dicono dura 2 ore e mezzo!
  • Ho visto un’ amica stanziale chiedermi: “Ma secondo te vestita così sembro una ragazza di Materatown o una di fuori?
  • Ho visto, due settimane prima di “scendere”, gente chiedermi se ero già a Materatown;
  • Ho visto, una settimana prima di “scendere”, gente chiedermi quando sarei arrivato a Materatown;
  • Ho visto la stessa gente sparire appena giunto a Materatown;
  • Ho visto il sottoscritto alzarsi alle 4 del mattino, preparare il borsone e pensare: “Adesso è tempo di tornare a casa!
Share

Written by materatown

October 12th, 2009 at 12:01 am

20 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

DA IL QUOTIDIANO del 1/10/2009

MATERA SITO TECNOLOGICO D’ECCELLENZA

“Due ingegneri egiziani da lunedì a Matera per il collaudo e il controllo delle macchine che alimenteranno le linee della metropolitana al Cairo”

(Sono venuti nel posto giusto. Noi di macchine su rotaia ce ne intendiamo!)

 

DA TRMTV del 1/10/2009

IL CHIOSCO DELLA DISCORDIA

“E’ stato definitivamente posizionato tra via Ridola e via Lucana il chiosco che avrebbe dovuto sostituire l’edicola presente nella via del centro storico di Matera e che invece diventerà un info-point.”

Cliente: <<Buongiorno! E’ uscita la Gazzetta del Mezzogiorno?>>
Edicolante: <<Mi spiace, ma per questo genere di informazioni deve chiedere all’info-point!>>

 

DA COMUNE.MATERA.IT del 2/10/2009

PRECISAZIONE DEL SINDACO IN RIFERIMENTO ALLA VISITA DEL PRES. DELLA REPUBBLICA

“Il Sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico, in riferimento alla nota diffusa dal Consigliere Comunale del Pd Luca Braia, che ha espresso rammarico per la decisione di escludere i consiglieri comunali dalla visita del Capo dello Stato a Palazzo Lanfranchi, ha così dichiarato: “Pur esprimendo io stesso rammarico per la decisione adottata, devo precisare, al fine di fugare ogni notizia o falsa informazione, che tale decisione è dipesa esclusivamente dal rigido protocollo stabilito dal regolamento del Quirinale”.

(Vengo anch’io…No tu No!)

 

DA LEGGONLINE.IT del 2/10/2009

“Due agenti delle unità cinofile della Polizia sono intervenuti davanti a Palazzo Lanfranchi, a Matera, dove sta per arrivare il Presidente della Repubblica, per far spostare un cane randagio che si era accovacciato sulla strada vicino a decine di alunni delle scuole elementari. Il cane è giunto in piazza poco fa e si è fermato davanti ai bambini. Nessuno è riuscito a farlo spostare finchè due agenti vi si sono avvicinati e con poche parole lo hanno «convinto» a seguirli fuori dalla piazza!”

(Per la foto segnaletica del facinoroso quadrupede Clicca qui )

 

Da IL QUOTIDIANO del 7/10/2009

QUANDO LA POLITICA ERA UN MESTIERE (Intervista a M.Cascino)

“<<Io ho fatto troppo il puritano. Dovevo essere più cinico. Sono vittima di me stesso…>> A questo punto Michele Cascino apre l’album dei ricordi:<<Colombo è stata una persona che si è lasciato contaminare dal clientelismo.>>

(Com’è quella storia del bue, dell’asino e delle corna?) 

 

Da IL QUOTIDIANO del 7/10/2009

ASSISTENTI MANAGER SI PUO’ DIVENTARE

” E’ questa l’offerta formativa dell’Ifor, Istituto di Formazione, Orientamento e Ricerca, […] che quest’anno propone il corso di specializzazione in “Assistant Manager” con l’obiettivo di formare professionisti capaci di supportare le attività di management d’impresa

(Scrivere  “Corso per segretarie d’azienda” era troppo volgare?)

 

DA TRMTV del 08/10/2009

AL VIA GLI APPUNTAMENTI “UN TE’ CON…”

“Per non dimenticare gli aspetti della nostra storia e della nostra cultura ritorna per il secondo anno consecutivo l’iniziativa “Un tè con…”[…] Tre incontri informali all’ora del the con due esperti conoscitori della tradizione dialettale materana: Angelo Sarra e Antonio D’Ercole. Il primo dei tre appuntamenti sarà sul tema “Comandi e richiami degli animali”;

(1°lezione:”U’ Cuen fesc’ BAU!, u’ Jott MIAO! e u’ Quavòdd …HIIIIII!”)
(2°lezione: Per allontanare un animale pronunciate”ZA’ DA DO’!” battendo con forza un piede!)
(3°lezione: Per farvi seguire da un animale pronunciate “CAM’N MUVT! MO’ TI’SFRICHE’!” )

Share

Written by materatown

October 9th, 2009 at 12:01 am

Fahrenheit 9/21

without comments

partigiani1Oggi parliamo, pur con qualche giorno di ritardo, di un altro Mito Sfinito. Tenetevi forte ma questa volta tocca al 21 Settembre materano e, in particolare, alla richiesta che ad ogni anniversario viene avanzata da più parti riguardo l’assegnazione di una medaglia d’oro al valor civile alla città di Materatown. Poi, quest’anno, il Mito è diventato ancora più Sfinito a seguito dell’arrivo del Presidente della Repubblica a Materatown. Leggo, infatti, che “c’è stata la fila alle Poste” in città da parte di onorevoli, senatori, professori, intellettuali in genere, tutti con la loro bella “letterina” in tasca da spedire al Capo dello Stato, solerti nel chiedere che venga lavata l’onta di non aver ancora visto riconosciuta a Materatown una medaglia d’oro.

A costoro purtroppo devo dare una ferale notizia, che avrei volentieri evitato di pubblicare ma che il dovere mi impone di divulgare: Materatown.net, grazie ai suoi potenti mezzi ed ai suoi infiltrati presenti anche all’interno del Quirinale (ndr: un corazziere è un fuorisede di Materatown! ), è venuta in possesso della lettera che il Presidente intende inviare come risposta a queste pressanti richieste. Ecco a voi il testo:

Illustrissimi cittadini di Materatown,

ho ricevuto le vostre letterine e devo dire che mi sono commosso nel leggerle e, fosse dipeso dalla sola mia volontà, io non avrei esitato ad assegnarvi questa medaglia d’oro da voi tanto desiderata. In fondo, quando si tratta di “firmare”, io in genere non mi tiro mai indietro e, anche in questo caso, lo avrei fatto senza problemi, ma poi, esperti sulla Resistenza e sulla Guerra di Liberazione che ne capiscono più di me in materia (in fondo non sono mica Pertini, io sono diventato antifascista nel 1945!), mi hanno consigliato di soprassedere. Infatti, appena è trapelata la notizia che Materatown si candidava a tale riconoscimento, subito sono stato inondato da richieste provenienti da numerose località toscane, liguri, emiliane, piemontesi, venete etc.. che mi chiedevano, nel caso avessi accolto la vostra richiesta, di consegnare loro, per una questione di equità e giustizia, una medaglia di Platino e, pensate un po’, il Sindaco di Marzabotto mi ha addirittura scritto una lettera in cui diceva testualmente: <<Presidente se Lei consegna una medaglia d’oro a Materatown, se tanto mi dà tanto, a noi la deve dare di Criptonite>>. Mo’, secondo voi, dove la trovo io la Criptonite? Capite quindi qual è il problema? Se accontento voi poi devo fare lo stesso con loro per non fare torto a nessuno. Insomma si innescherebbe una catena che non sarei in grado di governare. Mi rendo conto di provocarvi una delusione e che ci tenevate tanto durante la Festa della Bruna a portare il vessillo della Città con una bella medaglia d’oro, ma, credetemi, non si può fare. Se mi aveste almeno mandato, così mi dicono i miei consulenti sulla Resistenza, il nominativo di un membro di Materatown del CNL, una foto seppur sbiadita di partigiani in clandestinità combattenti tra le grotte della Murgia, o fosse presente nella vostra graziosa cittadina anche solo una di quelle targhe che ricordano la fucilazione di qualche 20enne partigiano da parte dei fascisti come ve ne sono tante negli angoli delle strade di Milano, Bologna, Roma, Genova, Napoli o Torino, avrei anche potuto fare qualcosina in più per accontentarvi, ma, diciamocela tutta, come posso venirvi incontro se anche voi, durante la mia visita, vi siete dimenticati di portarmi  a visitare la vostra sede locale dell’ANPI? Perchè, ovviamente, ne avete una vero? Comunque su non prendetevela! In fondo avete già la medaglia d’argento e poi avete lo stemma dell’Unesco che quelli di Marzabotto se lo possono scordare! Certo della vostra comprensione. Un saluto.

Il Presidente

PS: Ah dimenticavo! Buono il vostro pane. Mia moglie Clio chiede se si può congelare!

Share

Written by materatown

October 5th, 2009 at 12:09 am

19 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

DA TRMTV.IT del 25/9/2009

INTERROGAZIONE AL SINDACO

“I consiglieri comunali Augusto TOTO ed Eustachio Tataranni chiedono di conoscere le intenzioni dell’Amministrazione Comunale […] in materia di somministrazione di bevande ed alimenti…”

(TOTO, Stacchiuccio e la Dolce Vita)

 

DA MILLEMEDIA.IT del 26/9/2009

MATERA, AUTO IN FIAMME NELLA NOTTE

“Nella prime ore di questa mattina, a Matera, Via dell’Ariete, un incendio, accidentale, si è sviluppato a bordo di un’autovettura in sosta, una Mercedes. Le fiamme hanno interessato il solo vano motore del mezzo e sono state originate da un probabile corto circuito”

(Ma questo è un “caso” per il commissario Montalbano!)

 

Dal QUOTIDIANO del 27/9/2009

TURISMO. SERVE PIU’ SINERGIA

“Collaborazione e sinergia tra APT, Province, Regione e privati per promuovere un turismo dalla filiera corta in grado di mettere a valore le risorse del territorio. La Provincia, interpretando un ruolo di coordinamento, metterà in relazione le esigenze dei comuni con l’expertise tecnica dell’APT.”

(Svegliatemi appena è finito l’articolo!)

 

Da IL POMERIDIANO del 28/9/2009

 LE VIE DI MATERA NELLA STORIA

L’assessore alla Cultura con delega alla toponomastica del Comune di Matera, Emanuele Nicoletti comunica che la Giunta comunale […] ha approvato la delibera che prevede il recupero della toponomastica storica delle vie antiche della Città dei Sassi attraverso l’aggiunta della dicitura “già”: Via del Corso, già Corso Umberto I […]; Piazza del Sedile, già Piazza Maggiore; Via delle Beccherie,  già Via Margherita e già Via degli Scarpari…”

(Vista l’aria “che tira” in Giunta potevano scrivere: Emanuele Nicoletti “già” Assessore alla Cultura!)

 

Da TRMTV del 28/9/2009

IL MATERANO GIUSEPPE PARADISO PREMIATO AD ALTAMURA

“Giuseppe Paradiso, fantasista materano meglio noto comeJoseph Paradise“, si è aggiudicato il “Premio Simpatia” nella seconda edizione de “La corrida ad Altamura”, presentando alla Giuria ed al numeroso pubblico presente una reinterpretazione di “Non son degno di te”, nota canzone di Gianni Morandi.”

(Meglio noto a chi?)

 

Da GOOGLE.IT del 29/9/2009

CERCANDO “MUNICIPIO DI MATERA” SUL GOOGLE.IT

Un lettore mi fa notare che il giorno 29/9 su google.it alla voce “municipio di matera” il risultato era il seguente: clicca qui

(E comunque sia chiaro, non rilascio certificati di nascita o residenza!)

Share

Written by materatown

October 1st, 2009 at 12:33 am