Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for November, 2009

27 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

DA IL QUOTIDIANO del 18/11/2009

UNA SFIDA SINERGICA E VINCENTE

“Dello stesso avviso il presidente Franco Stella che ha aggiunto:<<Questa iniziativa nata sulla perseveranza, è l’esempio concreto che la sinergia oggi è necessaria e che occorre muoversi in questo senso>>”

(Secondo voi provoca?)

  

DA IL QUOTIDIANO del 20/11/2009

IN SESSANTA CHIUSI NEL CIMITERO

“Disavventura a lieto fine per circa sessanta persone chiuse nel pomeriggio di ieri nel cimitero comunale di Contrada Pantano. I cittadini hanno iniziato a girovagare all’interno del camposanto cercando di trovare una soluzione alternativa all’uscita dal cancello fino a raggrupparsi tutti dinnanzi all’uscita. Solo una casualità ha fatto si che lo stesso custode si trovasse a transitare casualmente con la sua autovettura e che si accorgesse di quanti fossero rimasti bloccati. Per i malcapitati un sospiro di sollievo e la speranza che non accada mai più”

(Lasciate ogni speranza voi che entrate!)

 

Da BASILICATA.TRAVEL del 23/11/2009

VIAGGI LIONETTI MATERA: UN ESEMPIO DI WEB MARKETING VINCENTE

L’Agenzia Viaggi Lionetti di Matera diventa un esempio di strategia di web marketing vincente. Ciò che fa la differenza online è la qualità. Nell’era di internet le Agenzie di Viaggi si sentono minacciate dalla cosidetta disintermediazione che permette agli utenti di contattare direttamente i fornitori del servizio; ma il web, che sembra essere il nemico numero 1 delle Agenzie di Viaggi, offre grandi opportunità a chi è in grado di coglierle. Viaggidiarchitettura.it è diventato un case study per gli studiosi e i professionisti del settore.

(Disintermediazione? Case Study? Un biglietto di sola andata per la Patagonia grazie! )

    

Da IL POMERIDIANO del 25/11/2009

L’ ORIENT EXPRESS A MATERA PER LA MANUTENZIONE

“Stanno arrivando gradualmente presso lo stabilimento di Matera della Ferrosud le carrozze del treno d’epoca “Orient Express” per gli interventi periodici di manutenzione e riallestimento. Il convoglio, composto da 16 carrozze, sarà sottoposto a prove funzionali o “pit stop” per la programmazione degli interventi da effettuare.”

(Ma che fanno? Ci sfottono?) 

    

Da LUCANANEWS24.IT del 25/11/2009

VINCITORI CONCORSO INTERNAZIONALE

“Sono stati pubblicati i risultati dei lavori della giuria, del concorso internazionale di progettazione bandito dal Comune di Matera “Giardino Urbano-Infrastrutture Ipogee” – Sistema Integrato della Mobilità – Accesso agli antichi Rioni Sassi”, realizzato nell’ambito del Programma Qualità Italia […] Dopo questa fase, il Programma Qualità Italia prevede l’affidamento dell’incarico di progettazione al professionista vincitore e la successiva realizzazione delle opere.
Vincitori : Luigi Acito – Renato Lamacchia – Lorenzo Rota;

(Non li ho mai sentiti questi nomi! Sono giovani promettenti? )

  

DA FAREBASILICATA.IT del 26/11/2009

NASCE IL NETWORK CERVELLI FUORI

“In Basilicata si sono registrati 3.400 trasferimenti di residenza verso le regioni del Centro Nord. Da queste premesse nasce il progetto “Cervelli Fuori”, un percorso che si propone di indagare il fenomeno della nuova migrazione lucana, comprenderne la effettiva dimensione in termini quantitativi e, soprattutto, qualitativi. Ciò attraverso la diretta voce di coloro che vivono e lavorano fuori dalla Basilicata, offrendo spazi di partecipazione attiva al progetto, in un sistema di incontri, dialogo a distanza, confronto aperto, proposte e proponimenti.

(Parafrasando una vecchia pubblicità..Per fare un network così non ci vogliono “cervelli fuori” ma “fuori di cervello”!)

Share

Written by materatown

November 27th, 2009 at 12:06 am

Vincenti e piazzati!

with 2 comments

award_risultatiStanziali e fuorisede ci siamo. Tenetevi forte, sedetevi pure comodi, perchè stiamo per annunciare, dopo una battaglia all’ultimo voto, i vincitori del MATERATOWN AWARDS 2009 ossia quelle che voi, cari lettori, a vostro insidacabile giudizio, avete eletto le “migliori” Associazioni dell’Anno. La concorrenza era numerosa e spietata, ma queste tre “fucine” di Cultura hanno lottato fino all’ultimo, e si sono aggiudicate giustamente i premi in palio. A coloro che sono rimasti esclusi possiamo solo dire di non perdersi d’animo e di prepararsi con maggiore impegno e costanza per i MATERATOWN AWARDS 2010. Ma ora basta chiacchiere e procediamo con la solenne proclamazione:

Vincitrice DEL III° PREMIO ” TIN A’ CHEP’ A U’ SCIUCH” è risultata con il 18% dei voti la FONDAZIONE SOUTHERITAGE!. Trattasi di una Associazione che ha fatto del linguaggio diretto, essenziale, accessibile a tutti, un vero e proprio cavallo di battaglia. Possono, i suoi membri, definirsi a pieno titolo fedeli seguagi della filosofia “parla (e scrivi soprattutto!) come mangi “. Infatti, leggete con quanta linearità e semplicità parlano di loro stessi nell’omonimo sito internet : “L’ Arte contemporanea e del presente avanzato pensata per comprendere i futuri temi dello sviluppo naturale e culturale, diventa così protagonista di ogni operazione della fondazione: dalla programmazione culturale all’identità visiva, quest’ultima ideata dall’artista Roberto Martino che ha curato il logotipo e l’immagine coordinata ispirata ai temi ecologici che contraddistinguono l’azienda di cui la fondazione rappresenta il braccio filantropico. L’artista partendo dall’ipertrofia del visivo dell’infosfera, per sottrazione ha trasformato l’assenza di elementi iconici (o la loro riduzione) in un valore, adottando come logo della fondazione l’icona dell’ image not found”.  E’ scientificamente provato che, giunti a questo punto, un lettore medio viene colto da una tremenda emicrania, nonchè da vertigini che possono trasformarsi in uno stato confusionale acuto, fino ad arrivare a fenomeni di svenimento vero e proprio per soggetti particolarmente sensibili come il sottoscritto. Una scatola intera di Aulin accompagnata nei casi più gravi da un trattamento di fleboclisi dovrebbe essere sufficiente a farvi tornare in piena forma! In caso contrario consultate il medico di famiglia!

Vincitrice del II° PREMIO ” MA CAM’N VACABÉND” è risultata con il 20% dei voti l’Associazione MATERA 2019. Come sanno coloro che ci seguono assiduamente, materatown.net è da sempre loro fervido e incodizionato sostenitore (vedi articoli Materatown 2019 e  Nonna e il Vagabondo) e per questo non possiamo che essere felici per l’ambito riconoscimento che i fondatori di Matera 2019 possono da oggi mostrare con orgoglio all’intera cittadinanza! Comunque ogni parola è superflua di fronte al video-spot che i nostri amici hanno pubblicato sul loro sito. Si tratta di un capolavoro cinematografico (che io avrei intitolato “Una Materatown da bere!”) dove in pochi secondi si possono cogliere tutte le caratteristiche e peculiarità che contraddistinguono la nostra città quali l’ estrema dinamicità ma soprattutto quel frenetico attivismo tipico delle grandi metropoli “! Guardare ed ascoltare per credere!

Ed ora, con somma commozione proclamiamo con il 28% di voti ricevuti:

Vincitrice del I° PREMIO ”A’ FATIE’ BUTRON e quindi del MATERATOWN AWARDS 2009 l’Associazione PINGUINI LUCANI! Crediamo, senza timore di smentita, che parte del merito della vittoria vada al nome che l’Associazione in questione si è data e che tanto ha incuriosito i lettori. Nome, quello dei Pinguini Lucani, che dal loro sito apprendiamo preso in prestito da un libro di John Kotter in cui si narra la storia di una colonia di pinguini (I Lucani ) che scopre come il proprio iceberg (La Lucania ) si stia sciogliendo ed è, quindi, costretta a trovarne uno nuovo (Il Nord ). Capite quale “sottile” metafora si cela dietro questo apparentemente buffo nome? Vi confesso che mi sono commosso di fronte a siffatta profondità e sensibilità. Nomi a parte, comunque, sarebbe ingeneroso non credere che il successo dell’Associazione non sia anche dovuto al programma ambizioso che i suoi membri hanno stilato e cioè rilanciare la Lucania che come giustamente affermano è una “Regione ricca di risorse come l’ Acqua, il Vento, il Sole, e l’Assenza di criminalità organizzata“. Certo, si sono dimenticati altre risorse come il “fuoco” e “la ruota” per non parlare dell’ assenza della “peste nera” e della “febbre gialla”, ma il concetto espresso è sicuramente vincente proprio come l’Associazione che se ne fa portatrice e che, per questo, merita a pieno titolo il premio “A’ FATIE’ BUTRON!”

Permettetemi nuovamente di ricordare che in occasione del MATERATOWN AWARDS 2009 è stato attribuito un Premio Speciale “Fuori concorso” intitolato QUON JE’ FRONG IUNGJM TITT’ alla Associazione ZFM-ZONA FRANCA MATERA (vedi articolo Miseria e Vanità). Oggi, più che mai, siamo convinti di aver fatto cosa giusta avendo conosciuto meglio questa neo-Associazione che tra i suoi obiettivi cita “L’Attività di promozione e divulgazione della Zona Franca Urbana di Matera”. Giustamente vogliono promuovere e divulgare al mondo intero come loro stessi affermano sul loro sito internet, “tramite mostre, convegni e dibattiti “, lo status di zona depressa e disagiata che ufficialmente è stato attribuito a Materatown e magari gioirne tutti insieme con orgoglio! Sia chiaro, comunque, che se poi, invece, oltre ai dibattiti, mostre e convegni, volete avere maggiori informazioni sulla ZFM in quanto tale, attenzione perchè siete nel posto sbagliato come loro stessi avvertono, sempre via web, con la seguente frase: “Il sito non costituisce in alcun modo una risorsa ufficiale tra quelle eventualmente prodotte dagli organi istituzionali preposti. Pertanto sia la mappa della ZFU di Matera sia qualsiasi altra informazione pubblicata all’interno di questo sito internet, non devono in alcun modo intendersi quali documenti ufficiali istituzionali della Zona Franca di Matera”. A questo punto, come diceva il famoso conduttore televisivo Antonio Lubrano, “la domanda nasce spontanea…”

PS: Gli attestati comprovanti la vittoria sono stati spediti tramite posta ordinaria a tutte le Associazioni interessate. Desideriamo ringraziare, a tal fine, la ZFM ed i Pinguini Lucani che nelle persone dei loro autoironici Presidenti hanno espresso viva soddisfazione per il premio ricevuto!

Share

Written by materatown

November 23rd, 2009 at 12:05 am

Posted in Materatown

26 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

 

Da COMUNICATO STAMPA PROVINCIA DI MATERA del 11/11/2009

CHIUSURA DELLA RAMPA DI IMMISSIONE SULLA STATALE 7

La Provincia di Matera ha emesso ordinanza di chiusura al traffico veicolare della rampa di immissione sulla S.S.7 in direzione Basentana/Potenza per il traffico proveniente da Grassano/La Martella nello svincolo di “Matera Centro”. In tale periodo il traffico sarà deviato sulla Comunale dell’Aia del Cavallo (in direzione Matera) con inversione di marcia sulla rotatoria di c.da “Pozzo Misseo” e ritorno nello svincolo di Matera Centro per la corretta immissione sulla S.S. 7 nella direzione Basentana/Potenza.

(Per andare dove dobbiamo andare, per dove dobbiamo andare? )

  

Da IL QUOTIDIANO del 13/11/2009

P.ZZA MULINO CIRCONDATA DALLE INFERRIATE

Ora con l’apertura ad orari prestabiliti, dalle ore 7 di mattina fino alle 22, la Piazza dei giovani, che loro chiamano in slang “Piazza Kè” diventerà uno spazio blindato ed inviolabile!

(Commento in slang: E che ca’  le inferria’ ! E cè sim’ in gale’ ? )

 

DA TRMTV del 13/11/2009

RIUNIONE DEL TAVOLO VERDE A MATERA

“E’ costante l’attenzione e l’attività di monitoraggio della crisi che attanaglia il comparto agricolo da parte della Regione Basilicata e del relativo Dipartimento. Ieri sera, a Matera, si è tornati a parlarne in una riunione del “Tavolo verde”

(Il verbale della riunione lo fa un croupier professionista? )

 

DA IL CANNOCCHIALE.IT del 14/11/2009

LE CICORIELLE

“Sarebbe stata una delusione amorosa a spingerlo a lanciarsi con l’auto nella gravina. Anche se ai soccorritori aveva cercato di farlo apparire un incidente. «È stato un errore nella manovra. Ho usato male i pedali», si sarebbe giustificato. E parlando con gli agenti polizia si è corretto: «Ero venuto a fare due cicorielle»”

(Se la Gravina non va al contadino, il contadino va alla Gravina…ma non con tutta la macchina!)

 

Da IL QUOTIDIANO del 15/11/2009

TROVANO PORTAFOGLIO E POI LO RESTUISCONO

“E’ tarda sera, dopo una giornata lunga ed interminabile tra le varie tappe cittadine, decido di passare dal forno per comprare due pezzi di focaccia che faranno da corollario alla cena mia e di mia figlia. La focaccia al pomodoro, che adoriamo entrambe, è ancora calda quando ci sediamo a tavola e mentre gusto il delizioso bordo croccante suona il telefono. Alquanto scocciata per il forzato stop, rispondo e dall’altra parte il proprietario della focacceria dopo essersi assicurato di parlare con la persona giusta mi dice che ha trovato il mio portafoglio vicino alla cassa.” 

(Il premio Pulitzer l’hanno già dato quest’anno?)

 

DA IL QUOTIDIANO del 17/11/2009

RIFIUTI: DA GENNAIO SI CAMBIA

“Carta, vetro, alluminio, umido, rifiuti ingombranti e speciali. Saranno queste le parole d’ordine che nelle prossime settimane i materani dovranno imparare e trasformare in realtà nelle loro abitudini quotidiane”

(Nel salotto l’ “umido”, in cucina la “carta”, in bagno “il vetro”, in camera l’ “alluminio” e voi preparatevi a dormire in macchina!)

Share

Written by materatown

November 19th, 2009 at 12:04 am

Aguzza la vista!

with 2 comments

stella

Oggi vi proponiamo un breve e sicuramente incompleto estratto delle dichiarazioni del Presidente della Provincia di Materatown durante i primi sei mesi dalla sua elezione. Tutte hanno un “qualcosina” che le accomuna e tocca a voi scoprire cosa. Per facilitarvi nell’impresa abbiamo provveduto a fornirvi alcuni piccoli “aiutini”  pur se “accuratamente” celati. Aguzzate la vista e buona lettura:

“E’ necessario, invece, che si sviluppi un rapporto organico e sinergico con le istituzioni,  e la Provincia in particolare,  affinché si possa giungere a politiche di sostegno e sviluppo.” (22 Maggio 2009)

“All’insegna della sinergia e della integrazione con l’intero territorio, nei prossimi giorni porteremo, nell’atrio del Palazzo provinciale, tutti e 30 gli stemmi dei Comuni.” (29 Giugno 2009)

“Ma il turismo, per decollare e divenire quel volano di sviluppo che tanto inseguiamo, necessita di organizzazione, professionalità e sinergia(29 Giugno 2009)

“L’Amministrazione provinciale di Matera, pertanto, continuerà a mantenere alta l’attenzione nei confronti delle imprese e delle famiglie in sinergia con le stesse” (4 Agosto 2009)

“E’ necessario continuare a mantenere alta l’attenzione nei confronti di imprese e famiglie, purtroppo ancora ostaggio di una crisi finanziaria imponente, per essere capaci di farsi interprete delle loro esigenze e costruire, in sinergia con le stesse, proposte dedicate.” (7 Agosto 2009)

“Collaborazione e sinergia tra APT, Province, Regione e privati per promuovere un turismo dalla filiera corta in grado di mettere a valore le risorse del territorio.” (26 Settembre 2009)

“La sinergia tra la provincia di Matera e l’associazione Cittadinanzattiva dura da ben due anni, grazie a un protocollo di intesa che sanci’ nel 2007 l’alleanza per la difesa delle eccellenze locali. ” (28 Settembre 2009)

“Dalla sinergia tra la Provincia di Matera e la Unione italiana ciechi  è nato un progetto di integrazione dei portatori di handicap.” (1 Ottobre 2009)

“Un coordinamento che l’Ente mette a servizio delle proprie comunità e della Regione, in vista di un modus operandi che intende premiare la sinergia reale ” (2 Ottobre 2009)

“Una sinergia che produrrà ricchezza vera per l’intero territorio” (2 Ottobre 2009)

“Il turismo in sinergia con la cultura produce quel valore aggiunto in grado di fare la differenza” (18 Ottobre 2009)

“E  proprio da questo porto possono nascere nuovi progetti e sinergie, come la realizzazione in provincia di Matera di un Istituto scolastico per la nautica”. (26 Ottobre 2009)

“Grazie alla sinergia tra l’Amministrazione provinciale e l’Azienda di promozione è nato questo progetto a sostegno della valorizzazione turistica del territorio presso il target francese.” (29 Ottobre 2009)

“La scuola è una risorsa del territorio e dobbiamo, in maniera sinergica e costruttiva, adoperarci per consentire alle nostre comunità di beneficiarne.” (1 Novembre 2009)

“Per ciascuna macroarea, occorre mettere in evidenza i principali fabbisogni e le linee di policy da sviluppare nell’ambito nel programma di sviluppo individuando anche il ruolo che le politiche strutturali possono svolgere, in complementarietà e sinergia.” ( 2 Novembre 2009)

“Un impegno concreto che risponde alla prospettiva del network, un lavoro, cioè, che mettendo a valore le sinergie vuole circondare il cittadino di una rete protettiva.” (10 Novembre 2009)

P.S. Sono sinergicamente graditi commenti di carettere sinergico anche di più lettori tutti ovviamente in sinergia tra loro!

Share

Written by materatown

November 16th, 2009 at 12:01 am

Posted in Materatown

25 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

 

Da IL POMERIDIANO del 8/11/2009

STUDIO E PRATICA: UN BINOMIO DI SUCCESSO

“Tutti i ragazzi saranno seguiti da un tutor durante la permanenza all’estero che ne testerà anche le predisposizioni e le doti nascoste oltre verificare l’andamento dello stage.”

(Testare le “doti nascoste”? No comment!)

 

Da IL POMERIDIANO del 8/11/2009

“NON DIRE MADRE” A MATERA

“Si terrà oggi, domenica 8 novembre 2009, a Matera, la presentazione del libro “Non dire madre” di Dora Albanese… A Dora Albanese interessa il trucco che si scioglie sul viso, l’odore immediato della carne e della placenta.”

(De gustibus…)

 

Da IL POMERIDIANO del 9/11/2009

MATERA: AL VIA I LABORATORI DELL’UNITEP

Al via oggi a Matera i laboratori di cartapesta. Gli obiettivi sono quelli di evitare, diffondendone le conoscenze, l’estinzione di una fetta di artigianato locale. Nel contempo si spera di contribuire alla crescita delle offerte di lavoro. A tal fine, i laboratori sono aperti agli iscritti e ai tanti giovani desiderosi di fare pratica manuale. L’Unitep con questa iniziativa intende raggiungere un altro obiettivo: l’integrazione tra generazioni. ”

<<Nonno devi incollare la carta, non la mia mano alla tua!>>
<<Zitto nipote! Ci dobbiamo integrare!>> 

 

Da MILLEMEDIA.IT del 5/11/2009

MATERA, IL 7 NOVEMBRE CONVEGNO DI DIETOLOGIA: “ALLA RICERCA DEL GIUSTO PESO“

“Dieta e stili di vita, lotta all’obesità, prevenzione e salute saranno i temi trattati nel corso del convegno  -Alla ricerca del Giusto peso- in programma Matera il 7 novembre , con inizio alle 9.00″

(E UNO…)

  

DA IL QUOTIDIANO del 6/11/2009

CONVEGNO INTERTESTUALITA’ LEVIANE

“Ieri pomeriggio il convegno ha fatto tappa a Matera, a Palazzo Lanfranchi.”

(E DUE…)

 

Da MILLEMEDIA.IT del 9/11/2009

VIGILANZA E SICUREZZA SUL LAVORO, IL 12 NOVEMBRE CONVEGNO A MATERA

“Disposizioni integrative e correttive del Decreto legislativo 81/2008 in materia di “tutela della salute e della sicurezza sul lavoro”, saranno illustrate a Matera nel corso di un convegno in programma il 12 novembre, alle ore 10.00, presso la sala convegni della Camera di commercio.”

(E TRE…)

  

DA TRMTV del 7/11/2009

A MATERA UN CONVEGNO SU IMMIGRATI E SERVIZI SANITARI

“Accesso ai servizi sanitari e appropriatezza delle cure. E’ stato questo il tema di un convegno organizzato dall’Azienda sanitaria di Matera”

 (E QUATTRO…)

  

Da MILLEMEDIA.IT del 9/11/2009

PASTA DI MATERA, CI SONO GLI IMPRENDITORI. IL 20 NOVEMBRE UN CONVEGNO

“Altre opportunità verranno dal convegno che abbiamo organizzato per il 20 novembre a Matera”. Sul tema “La Pasta di Matera: una tradizione da salvare:opportunità di sviluppo”, il 20 novembre alle 9.00″

(E CINQUEEE!!!! Stracciato il precedente record di convegni a settimana già detenuto da Materatown!)

  

DA TRMTV del 10/11/2009

CRISI DEL SALOTTO

“Matera ed il suo distretto del salotto possono ancora esprimere professionalità e risorse utili al recupero dei margini di competitività necessari per sostenere l’auspicato rilancio del comparto e dell’indotto”. A dichiararlo, ieri, in una nota, è stato il Past-President vicario di Confindustria Basilicata, Giuseppe Moramarco.”

(Past President e addirittura Vicario?)

  

DA IL QUOTIDIANO del 10/11/2009

IL POPOLO DI FACEBOOK INSORGE CONTRO LE MULTE DI V.LE ITALIA

“L’apparecchio è inutile perchè non evita eccessi di velocità nel curvone

(Proposta: La multa viene raddoppiata a chi ancora scrive o pronuncia la parola “curvone”! ) 

 

DA TRMTV del 11/11/2009

IL MUSEO “RIDOLA” INCONTRA IL LICEO “LEVI”

(E vissero felici e contenti!)

 

E per chiudere in bellezza…

 

DA YOUTUBE del 26/10/2009

TRIBUTO MICHAEL JACKSON MATERA P.ZZA SAN PIETRO CAVEOSO

Clicca qui

(Thriller!)

 

Share

Written by materatown

November 12th, 2009 at 12:42 am

Che mondo sarebbe senza Pattumella!

with 3 comments

avvisoCi sono momenti in cui il fuorisede di Materatown pensa: “ma chi diavolo me l’ha fatta fare a 18 anni a prendere armi e bagagli e venirmene qui al Nord? ” e, oltre a provare un sentimento di invidia per i suoi concittadini stanziali, si carica di tanta rabbia e viene colto da uno spirito di orgoglio meridionale che, se in quegli istanti, il fuorisede dovesse incontrare un leghista per strada, fosse pure l’essere più pacifico dell’universo, non esiterebbe a saltargli al collo schiumante d’odio. A scatetanare tutto ciò è in genere un piccolo particolare o episodio, a prima vista insignificante, ma che nasconde al suo interno quel secolare scontro di civiltà Nord-Sud mai completamente risolto.

Era tutto il giorno che pioveva, avevo praticamente impiegato due ore per rientrare dal lavoro dopo una giornata non proprio esaltante.  Ero stato in fila in auto tra clacson strombazzanti e semafori impazziti. Avevo girato per un’altra ora alla ricerca di un parcheggio appena accettabile e dopo averlo trovato (ovviamente a circa 500 metri da casa mia) e dopo essermi bagnato come un pulcino, ero entrato finalmente nel portone di casa mia e cosa trovo affisso sul muro accanto all’ascensore? LA PATTUMELLA! No! Non sto parlando di una nuova merendina del Mulino Bianco o di una nuova crema alla nocciola della Ferrero, come il nome potrebbe far intendere, ma, al contrario, come si evince dalla fotografia che è allegata all’articolo, si tratta di un bidone dell’immondizia per il materiale organico (Ndr: Cosa diamine è il materiale organico? Carcasse di cani e/o gatti? Resti umani del vecchio inquilino? ) che secondo qualche mente nordica perversa io avrei dovuto ospitare a tempo indeterminato a casa mia. In quel preciso istante il mio spirito “terrone”, sopito in anni di permanenza padana, è uscito fuori in tutta la sua veemenza ed ha cominciato ad inveire contro il “precisionismo” tipico delle popolazioni di “quassù”. Appena rientrato in casa infatti ho lasciato libero sfogo alla mia rabbia, e come capita sovente ai fuorisede nei momenti di irrazionalità, ho abbandonato l’utilizzo di un italiano più o meno corretto, riscoprendo antichi vocaboli che credevo oramai dimenticati: <<Sti’ cozz di nordici, tengono veramente le chep fresch!>> <<Mo’ na’ta novità, la pattumella di zin’t!>> << Sai dove te la puoi  sc’caffare la tua pattumella?>> e via dicendo. Il mio soliloquio è andato avanti per qualche minuto fino a quando, calmatomi, ho preso una decisione drastica seppur “politically incorrect “:  al diavolo il senso del dovere nordico, al diavolo il loro senso civico, al diavolo i rifiuti organici e, quindi, al diavolo la Pattumella, che, fosse solo per il nome, gli darei fuoco. E da quel fatidico giorno orgogliosamente ho smesso di separare i miei rifiuti, che fino ad allora, per quieto vivere, dividevo in carta, vetro e “tutto il resto”, anche se ho sempre ignorato gli altri cassonetti, non fosse altro che, ancora oggi, non ho ben capito il motivo dell’esistenza di certi contenitori come quello adibito al “Terriccio”, neanche avessi un orto botanico in casa. Adesso, rivendico con fierezza il mio essere di Materatown e così ho riacquistato il piacere ed il gusto di uscire di casa la mattina con un unico sacco dell’immondizia che a testa alta lancio a mo’ di giocatore di basket verso il cassonetto dei rifiuti indifferenziati e, per quanto mi riguarda, possono anche propormi di installare un termovalorizzatore nel mio appartamento, io andrò avanti per la mia strada, felice come uno stanziale, di vivere in un mondo senza “pattumella”.

Share

Written by materatown

November 9th, 2009 at 3:48 pm

Posted in Materatown

24 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

 

DA IL POMERIDIANO del 29/10/2009

BENVENUTA ZONA FRANCA

Ultima, solo in ordine di elenco, delle 22 zone franche di nuova istituzione, Matera vivrà una sperimentazione che già altre aree a ritardo di sviluppo hanno vissuto. <<E’ un giorno importante per Matera>> è il commento del presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli.

(A Bolzano stanno schiattando dall’invidia!)

 

IL QUOTIDIANO del 30/10/2009

RUBRICA “OGGI SPOSI”

“Quattro coppie di giovani si avvicinano al matrimonio. Tra gli aspiranti sposi, spicca un poliziotto pugliese che si è innamorato della figlia dell’ambasciatore indiano.”

(Sandokan e la Perla di Labuan!)

 

DA IL POMERIDIANO del 30/10/2009

CHIAPPETTA NERA

“Da tre giorni l’Italia è in preda a un dilemma: chi è il fantomatico “Chiappe d’oro”, citato dal defunto Gianguarino Capasso, personaggio di spicco nell’inchiesta sull’ex governatore del Lazio. Si è detto di tutto, ma le attenzioni del gossip si appuntano su di un personaggio molto in alto nel Pdl, di provenienza An. Ora, cari nemici di un tempo, tra di voi avete qualcuno che ha deciso di cantare “Chiappetta nera”.

P.S. Questa non è nostra, ma tanto di cappello a chi, su Facebook, l’ha scritta dopo averla genialmente ideata.”

(Mado’ mi sto sbellicando dalle risate! Geniale veramente!)

 

DA UFFICIO STAMPA REGIONE del 31/10/2009

PROGETTO TOOLBOX: DA REGIONE  BUONE PRATICHE IN TEMA DI LAVORO

Si è tenuto ieri a Matera, presso il Palace Hotel, il secondo meeting di esperti dei soggetti aderenti al progetto “Restructuring Toolbox”. L’Assessore alla Formazione, Autilio ha evidenziato la necessità di sensibilizzare soprattutto i nostri giovani in questa direzione, in quanto la Regione non può far fronte da sola alle esigenze occupazionali e alle emergenze socio-economiche del territorio e che, pertanto, queste occasioni devono essere lo spunto per fare una riflessione importante e creare le condizioni affinché si realizzino nuove prospettive di lavoro nell’incontro di domanda e offerta con altri paesi europei.

(Capito ragazzi? Fate la valige e partite!)

 

DA IL QUOTIDIANO del 31/10/2009

INNOVAZIONE E RICERCA NEL FUTURO

“«Investire sul capitale umano e aiutare le persone ad essere più competitive». E’ la riflessione dell’assessore regionale Antonio Autilio a chiusura del forum degli Open Days”

(Quanto tempo ci è voluto per partorire questa riflessione?) 

 

DA IL QUOTIDIANO del 1/11/2009

GUARIGIONE PER VIA SPIRITUALE

” “La guarigione per via spirituale è verificabile dalla medicina?”: questo il tema di una conferenza prevista lunedì alle ore 19 presso “Le Monacelle” in Via del Riscatto, 10″

(Ospiti d’eccezione Giucas Casella e Mamma Ebe! )

 

DA TRMTV del 1/11/2009

A MATERA MOSTRA SULL’ETNIA IGBO

“Immagini, abiti tradizionali, prodotti e manufatti artigianali dell’etnia Igbo, sono i contenuti della mostra dedicata al tema “Azione Verde: dal volontariato al vero senso della vita”, inaugurata ieri, a Matera, presso il museo archeologico Domenico Ridola”

(Capite ora perchè questa rubrica si chiama “Come ho fatto a vivere senza sapere che…” ) 

 

DA IL POMERIDIANO del 4/11/2009

SDOGANATE LE POESIE DI CARLO LEVI

“Si tratta di un’occasione di particolare rilievo, sia per il prestigio dei relatori, sia per la novità dell’impostazione critica, che vuole rilanciare l’interesse intorno a questa straordinaria figura di intellettuale dalla multiforme attività, utilizzando un metodo intertestuale e interdisciplinare, in cui troveranno spazio la dimensione letteraria, quella artistica, quella più latamente intellettuale”

(Io lo “rilancerei” volentieri…il problema è che poi ritorna sempre!)

  

DA CLARITA.IT del 4/11/2009

INFLUENZA SUINA 2.0

“Ehy, te che sei giunto qui perché cerchi informazioni sull’influenza H1N1…”

(“Nordicismi” sul web!)

 

 DA COMUNICATO STAMPA PROVINCIA DI MATERA  del 5/11/2009

A MATERA SI PRESENTA LA GUIDA TURISTICO-CULTURALE “CIAK SI GIRA”

“Matera – ha dichiarato l’assessore Dalessandro – annovera tra le sue vocazioni quella di ambita location cinematografica. Dal “Vangelo secondo Matteo” di Pasolini a “The Passion” di Mel Gibson solo per ricordare due degli esempi più autorevoli che fanno un po’ da guida in questo interessante utilissimo Ciak si viaggia. Uno strumento che mancava e che renderà ancora più appetibile l’offerta turistica dell’intera regione.”

(Si! Si! Ci mancava proprio!)

 

DA LA GAZZETTA del 5/11/2009

VIALE ITALIA

“Si tratta di Viale Italia e del curvone che, da un momento all’altro, sembra stia cedendo su se stesso…”

(Attenzione curvone pericolosone! Pericolo di franone!)

Share

Written by materatown

November 6th, 2009 at 12:02 am

Miseria e Vanità

with 2 comments

miseria_nobiltaUdite! Udite! Materatown può, dal 28 Ottobre, fregiarsi di un altro titolo che solo poche altre località possono vantare. Infatti è di queste ore la notizia che la città è entrata far parte dell’esclusivo club delle ZFU acronimo di Zona Franca Urbana. Magari, a molti di voi, questo non dice nulla, ma vi assicuro che in questo caso non stiamo parlando dell’inflazionato circolo UNESCO dove oramai, come già detto, le porte sono aperte a chiunque ne voglia far parte. Qui, al contrario, siamo di fronte ad un gruppo veramente esclusivo, in cui, solo chi è altamente meritevole, può accedervi. Non a caso, in tutta Italia, sono solo 22 le città che potranno alzare con orgoglio il vessillo di Zona Franca Urbana, e tra queste, ricordiamo, splendide e ridenti località quali Gela (CL), Crotone, Rossano Calabro (CS), Lametia Terme (CZ), Taranto, Torre Annunziata (NA), Mondragone (CE), Campobasso e poche altre ancora. Pensate sia uno scherzo? Ed allora guardate quali erano i requisiti minimi che bisognava avere per ottenere il prestigioso riconoscimento di Zona Franca Urbana e relative agevolezioni fiscali nonchè finanziamenti (Fonte: Sito Internet Presidenza del Consiglio dei Ministri):

  • Bisognava dimostrare di essere una zona caratterizzata da una situazione di disagio economico; 
  • Bisognava dimostrare di essere una zona caratterizzata da una situazione di disagio sociale;
  • Bisognava avere un tasso di disoccupazione comunale superiore alla media nazionale;
  • Bisognava avere relativamente al punto 3 anche una elevata concentrazione di disoccupazione giovanile;
  • Bisogna avere un tasso si scolarizzazione inferiore alla media nazionale.

Come potete intuire, non era assolutamente facile possedere tutte queste caratteristiche appena elencate, anzi, oserei affermare, che era quasi impossibile. Ma Materatown, in questi anni, si è impegnata allo stremo, concentrando tutte le sue energie vitali ed è così riuscita a battere la concorrenza agguerrita di tante altre località. Non c’è quindi da stupirsi se la città ha festeggiato l’evento a partire dal primo cittadino che ha parlato di “Una vittoria della città e dell’Amministrazione Comunale ” per arrivare ai mezzi di comunicazione come, per esempio, “Il Pomeridiano” del 29/10 che ha dato la notizia con un “BENVENUTA ZONA FRANCA!”, tenendo inoltre a sottolineare che Materatown nell’elenco delle ZFU, diffuso dal Ministero delle Attività Produttive, era “ultima, solo in ordine di elenco “. Giusta precisazione! Che non si pensi che siamo secondi a qualcuno in questa speciale classifica! Un plauso quindi mi sembra doveroso a coloro che, a vario titolo, ci hanno permesso il conseguimento di questo risultato storico, concentrandosi sul Turismo, sui Sassi, sulla Pasta, sul Pane, sul Cinema o sulla Cultura a lunga scadenza! Ultima considerazione: Ovviamente, non è mancata per l’occasione anche l’istituzione di una Associazione Zona Franca Materana, che, apprendo dal loro sito, si è data come obiettivo lo svolgimento delle seguenti attività:

  • istituire e gestire corsi di avviamento;
  • promuovere scambi culturali con altre associazioni aventi oggetto analogo;
  • predisporre un centro di documentazione a servizio degli associati e dei cittadini, offrendo un’opera di pubblica utilità per tutti coloro interessati;
  • provvedere alla distribuzione di pubblicazioni, edizioni fonografiche, audiovisivi, multimediali, ed informatici;
  • svolgere manifestazioni, convegni, dibattiti, mostre.

Purtroppo siamo venuti a conoscenza dell’ Associazione appena citata solo quando oramai avevamo già indetto e pubblicato il Materatown Awards 2009 (Competizione tra Associazioni Cittadine), altrimenti, siamo certi, i suoi membri avrebbero avuto elevate chance di vincere uno dei 3 premi in palio. Per, rimediare, quindi, a questa ingiustizia, materatown.net ha deciso di attribuire alla Associazione ZFM Zona Franca Materana, un Premio Speciale “fuori concorso” denominato: QUON JE’ FRONG IUNGJM TITT’ (Vedi attestato) che provvederemo a recapitare a breve giro di posta.

Share

Written by materatown

November 2nd, 2009 at 12:05 am

Posted in Materatown