Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for April, 2010

44 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with one comment

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

DA IL QUOTIDIANO del 14/4/2010

MENS SANA IN CORPORE SANO

“L’Associazione Italiana di cultura classica- Delegazione di Matera – organizza una pubblica conferenza sul tema: Mens sana in corpore sano, ma in che senso?

(Era notti che non dormivo cercando di rispondere a questo amletico quesito!)

 

Da il POMERIDIANO del 15/4/2010

FALSO E TRUFFA: CONSIGLIERI LUCANI A GIUDIZIO

“Due consiglieri appena rieletti nel Consiglio regionale della Basilicata sono stati rinviati a giudizio ieri dal giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Potenza, Luigi Barrella, con le accuse di falso e truffa, per aver percepito rimborsi spese non dovuti loro. Le persone rinviate a giudizio sono Franco Mattia (Pdl) e Francesco Mollica (Mpa), consiglieri già nella passata legislatura e rieletti nelle elezioni del 28 e 29 marzo scorso;”

(“Cominciam bun!”)

 

Da SASSILIVE.IT del 15/4/2010

ANDREA PEZZI A MATERA

“L’evento è promosso dall’Associazione Matera Città del Cinema”

(Ne sentivamo la mancanza!)

 

DA IL QUOTIDIANO del 18/4/2010

IL PROGETTO “MANGI BENE, VIVI MEGLIO!

“E’ il tema del convegno promosso dalla Regione e svolto nella mediateca provinciale”

(Ma guarda tu quante cose nuove si imparano!)

 

DA il POMERIDIANO del 20/4/2010

MATERA: PORTE (TROPPO) APERTE AL COMUNE

“Afferma il consigliere comunale Angelino: “Nel Palazzo di via Aldo Moro da quando si è insediato il nuovo Sindaco, Salvatore Adduce, le stanze di pertinenza del primo cittadino, compresa la Segreteria sono frequentate, durante e fuori gli orari di ufficio, anche dal signor Roberto Cifarelli, attualmente Presidente dell’Ente Parco della Murgia Materana. Nonostante sia deputato a svolgere funzioni in luoghi completamente diversi dal Municipio pare che Cifarelli, ogni giorno, coordini attività d’ufficio ed impartisca persino direttive al personale comunale che normalmente rientrano nelle competenze del Sindaco”

(Ma non lo sapevate che un dipendente segue sempre il suo datore di lavoro?)

 

DA IL QUOTIDIANO del 20/4/2010

BABY-ESCURSIONE NEL PARCO DELLA MURGIA

“Alla guida del gruppo si è posto l’“uomo della Murgia”, Nicola Montemurro, che con un campanaccio nelle mani alla stregua di un capomandria,ha mantenuto raccolto il gruppo dei piccoli escursionisti, spiegando loro la ricchezza delle specie vegetali e animali che popolano la Murgia.”

(Chiamate immediatamente il telefono azzurro!)

 

DA il POMERIDIANO del 20/4/2010

PROFILI BIOGRAFICI DEGLI ASSESSORI REGIONALI

Rosa Mastrosimone: E’ nata a Matera il 30 settembre 1964. Dipendente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca’. Diplomata presso il Conservatorio di Matera. Laureata, con il Massimo dei voti, in ‘Scienze Politiche’, presso l’Università degli Studi di Bari. Abilitata all’insegnamento delle ‘Discipline giuridiche ed economiche’. Specializzata in ‘Etica e Società ‘ Sistema cooperativistico’. E’ stata attivista sindacale e componente delle Segreterie provinciale e regionale del Sindacato Scuola Snals. E’ stata responsabile e coordinatrice di molteplici progetti regionale e ministeriali di Formazione, Ricerca e Monitoraggio destinati a docenti e/o dirigenti scolastici e, insieme con altri docenti di ogni ordine e grado, è stata autrice delle relative Pubblicazioni. Ha svolto il ruolo di componente dell’Ufficio di Presidenza dell’Irre di Basilicata nella scorsa amministrazione dell’Istituto. Eletta per la prima volta Consigliere regionale nel 2005″

(Leggi qui e confronta con l’articolo. Indovinate cosa l’autore si è “dimenticato” di ricopiare! )

 

DA IL QUOTIDIANO del 21/4/2010

STUDENTI IN AUTOBUS PER 27 ORE

“La disavventura del ritorno dalla gita a Parigi dei ragazzi del “Classico” ”

(Così si allenano alle lunghe ore in autobus quando diventeranno fuorisede!)

 

Da il POMERIDIANO del 21/4/2010

MATERA: UN FESTIVAL SULLE ARTI PERFORMATIVE

“Questo Festival – ha sottolineato il presidente della Provincia, Franco Stella – avrà la forza, avvalendosi dello scambio reciproco e della integrazione fra le diverse aree culturali che operano sul territorio e coinvolgendo figure di spicco a livello europeo, di promuovere Matera quale centro di produzione culturale riconosciuto a livello internazionale. Una possibilità concreta, dunque, per riempire di contenuto il palinsesto degli eventi che animeranno il 2019 e, nello stesso tempo, l’opportunità di capitalizzare anche per gli anni a venire le risorse di una iniziativa che, risulta evidente, non avrebbe eguali in Europa.”

(Concordo in pieno! Certe cose in Europa non le fanno! Solo a Materatown si fanno venire certe idee!)

 

DA IL QUOTIDIANO del 21/4/2010

AMBRICO LANCIA L’IDEA DI UN MUSEO DEL SOUVENIR EUROPEO

“Ambrico è sicuro che a breve arriveranno gli incoraggiamenti anche da parte delle massime autorità dello Stato, alle quali ha scritto per illustrare il suo progetto per la realizzazione a Matera di un Museo del souvenir europeo, un Museo espositivo dei costumi tradizionali dei paesi europei.”

(Io posso donare, dalla mia personale collezione, la torre Eiffel in un palla di vetro con la neve!)

 

Da NOTIZIE ON LINE.IT del 22/4/2010

ADDUCE A BOSSI JUNIOR: VENGA A MATERA

<<Al Sud Renzo Bossi non e’ mai venuto? E allora lo invito io, a mie spese, a visitare Matera, i suoi Sassi, patrimonio mondiale dell’Umanita’, ed a conoscere la sua storia, altrettanto profonda rispetto a quella della sua cara Padania>>. Lo afferma il neo sindaco di Matera, Salvatore Adduce (Pd), dopo le dichiarazioni rilasciate sul giornale ‘Vanity Fair’ dal secondogenito del senatore leghista, Umberto Bossi, in cui afferma che non e’ mai sceso a Sud di Roma. <<Se accettera’ l’invito>> – afferma Adduce – <<saro’ io stesso a fargli da guida turistica nei Sassi!>>

(Sindaco, mi può dire a che ora lo va a prendere a Bari così mi date uno “strappo” a Materatown?)

 

DA il POMERIDIANO del 23/4/2010

DE FILIPPO ANNUNCIA LA PRESENZA DI UNA TERZA DONNA NELLA GIUNTA LUCANA

“La dottoressa Rosa Mastrosimone, esponente del partito dell’Italia dei Valori e consigliere regionale uscente non confermato, guiderà il dipartimento Formazione, cultura e semplificazione della Giunta regionale di Basilicata.”

(Non riconfermata dagli elettori? Ma che ingiustizia! Meno male che è intervenuto il Presidente!)

Share

Written by materatown

April 29th, 2010 at 12:01 am

Tutto il candidato minuto per minuto

with 2 comments

candidatoCon l’articolo di oggi concludiamo la saga elettorale che ha tenuto banco per molte settimane a Materatown. Crediamo che il modo migliore per mettere la parola “fine” a questa lunga parentesi politica sia quello di pubblicare l’articolo inviatoci alcuni giorni fa da un candidato alle ultime elezioni comunali di Materatown. Si tratta di un breve resoconto dell’ esperienza vissuta in qualità di aspirante consigliere molto interessante, a nostro giudizio, in quanto raccontata da chi ha vissuto dall’interno la tumultuosa competizione elettorale. E’ un vero e proprio diario di “viaggio”  che vi proponiamo in forma anonima pur essendo lo scritto giunto a noi regolarmente firmato dall’autore e sulla cui autenticità, quindi, possiamo garantire.  Crediamo con questa testimonanianza di fornire uno “spaccato” autentico della realtà di  Materatown che, al di là della stile leggero e ironico con cui viene descritto, può suggerire più di qualche riflessione. Buona lettura:

I Episodio: LA CHIAMATA

Passeggiavo nel cuore dell’ Inverno, un sabato mattina, preso dai soliti servizi, quando è giunta la telefonata. A onor del vero, mi aspettavo un po’ di “lecchinaggio”, qualche riferimento al mio glorioso passato, al mio luminoso presente di faro per generazioni di giovani e divulgatore del sacro verbo del Progresso attraverso le nuove tecnologie, invece mi è stato seccamente ordinato di credere, obbedire e combattere!
Vabbè, dopo solo una settimana di tira e molla (loro parlando di speranza, rinnovamento, impegno, partecipazione e  volti nuovi ed io rispondendo con “ho sonno, la colite e sono un ex fuorisede mediocremente stanziale… lavoro in Puglia e non mi conosce nessuno” ) mi sono stancato del loro tira e ho mollato.
Eccomi dunque candidato in pectore !

II Episodio: MI CANDIDO

Armato di buona volontà e di un piccolo taccuino ho iniziato il mio giro preliminare: ” Uè, mi candido, che ne pensi?

Il Parente: “Ma cj t’ la fesc fè. Tont, iè tutta ‘na magogn!
L’Amico: “Eh, devi fare tanto casino per portare il voto a quelli!”
Il Professore: “Bravo, è bello vedere un giovane interessarsi dei problemi e rinnovare la politica. Ma non ti voto: io sono monarchico.”
Il Benzinaio: ” Figlio mio, è un casino, mo’ vediamo se in famiglia qualcuno ti può dare il voto
L’Amico di Famiglia:Ah, che bella notizia, così sappiamo a chi votare che ci devi fare qualche imbrasco
L’intellettuale: “Effettivamente, ti ci vedo. Hai cultura, competenze, sei comunicativo e porti avanti da anni tematiche di sicuro interesse. E poi il Partito ha bisogno di gente come te. In bocca al lupo, purtroppo devo votare mio nipote, quello che fa il buttafuori che è candidato in materamena!”
Vecchio compagno delle battaglie di gioventù: “Uè, che bello rivederti tuttappo‘?” per poi proseguire appresa la notizia della mia candidatura:” Oh! Non ti rivolgere a me con quel tono viscido da politicante consumato: non ti voterò mai, hai tradito la rivoluzione, servo di partito che non sei altro” e fa per lanciarmi una moltov!

III Episodio: I SANTINI

Così, dopo l’ufficializzazione della candidatura, sempre col mio taccuino in mano, ho iniziato a lavorare, a galoppare come si dice in questi casi. Per prima cosa, la foto del santino per cui ho fatto la prima coda della campagna elettorale: dopo disastrosi tentativi di “fai da te” , con la zita che ti fotografa nella cameretta, mi sono rivolto ad un professionista del ramo. C’era la fila.
Così, tra aspiranti consiglieri, mentre attendevamo il nostro turno, abbiamo potuto scambiarci i nostri rispettivi punti di vista sul futuro di Materatown, sui nostri progetti per la città e sulla responsabilità di rappresentare 60000 persone di cui ci candidiamo a portare il peso:

Oh, io ci ho 4 figli, speriam bbun ” ( dolorosamente testuale! )
Sai quanti soldi se ne andranno con tutte le cene che devo offrire?
” Se vengo eletto farò il macello, starò sempre a parlare in Consiglio e non gli farò fare niente a quei ladri!”
” Oh, pure tu stai candidato, e pensare che ti dovevo chiedere il voto”

” Uffa! Non se ne può più dei soliti vecchi, qui ci vogliono volti nuovi fuori dai partiti e invece stanno sempre i soliti.”
” No, è vero che sono candidato pure io ma santini non ne faccio, sono venuto ad accompagnare mio cugino che è candidato in materassi “

IV Episodio: CAMMINA CAMMINA

Pochi giorni dopo, santini alla mano, si inizia l’invasione dei cuori dei materani.
Cammina cammina,  ti trovi ad una cena elettorale in cui gli altri mangiano e tu digiuni e fai anche sciopero della sete perchè parli continuamente, poi in un appartamento colmo di signore sulla sessantina sedute in cerchio che ti guardano, esaminano, chiedono della laurea, del lavoro, se sono zitato, a chi appartengo, si scambiano vassoi di dolci e rustici e collezionano i tuoi santini con fare feticistico ignorando i tuoi appelli alla partecipazione come base del cambiamento e bla bla bla.

Cammina cammina, ti trovi su un palchetto a fare il primo comizio della tua vita. Mentre stai per cominciare a parlare per i previsti 5 minuti si avvicina l’organizzatore che ti dice: “C’è un piccolo contrattempo, ma non ti preoccupare, è tutto ok, solo che dovresti parlare un’oretta! “.
Com’è andata ve lo dico un’altra volta..

Cammina cammina, ti ritrovi al mercato a fare volantinaggio:”Piacere, sono candidat..” ma subito vengo interrotto: “Giovane! liv’t davant, che mi fai scappare le clienti !”

Cammina cammina, sei attorniato da un gruppo di ragazze in uniforme da boyscout. No, non sono in uniforme da boyscout, ma indossano una divisa, magari sono poliziotte russe: no, sono intervistatrici della lista manosumatera, si avvicinano, mi circondano, mi strappano dalle mani i santini e li rimpiazzano coi loro: ” Ma come, un giovanotto come te che va in giro con santini normali? I nostri sono in carta riciclata come tutto il resto, vieni con noi, ti faremo felice, intanto rispondi a queste brevi 90 domande, codice fiscale, figli, zii, nome del cane…

Cammina cammina, mi ritrovo in un garage in cui passano il tempo un gruppo di vecchietti. Faccio due chiacchiere e li ascolto. Distribuisco i santini ma, invece di uscirmene, mi risiedo e mi rimetto a ascoltare il loro vocio allegro. Ci sono tornato 4 volte in quel garage perchè ci stavo davvero bene, anche se mi hanno ripetuto 100 volte che avevano da votare nipoti perchè gli avevano promesso: il posto nel salottificio (sic!), di fargli fare il balcone, di spostare il cassonetto dell’immondizia, il condono tombale…

V Episodio: IL VOTO

Cammina Cammina arriva il giorno delle elezioni, preceduto da centinaia di telefonate, mani strette, sorrisi da paresi facciale e visite alla più remota ramificazione parentale. Voto e me ne vado a casa.
Squilla il telefonino. E’ il Partito che chiama: ” Ma dove sei? Devi stare ai seggi, continuare a muoverti, ti devi far vedere!!!
Come uno zombie, passo le giornate elettorali impalato nelle scuole in attesa di veder passare un mezzo conoscente che, secondo questa logica, al solo vedermi dovrebbe cambiare idea e votare me. Ho fatto una discreta cultura dei disegnini e dei lavoretti dei bambini di oggi paragonandoli a quelli che facevo io ai miei tempi: sono cose bellissime, è proprio vero che le nuove generazioni sono di gran lunga più intelligenti, sarà per questo che passano il tempo a ubriacarsi e a pomiciare dappertutto fin dalla tenera età. Ma non ho guadagnato neppure un voto.
Il giorno dello spoglio vado a lavorare e spengo il cellulare che ho un sacco di arretrati.
Torno a casa a sera, iniziano ad arrivare le telefonate di congratulazioni per lo splendido risultato. I congratulanti che mi assicurano di avermi votato sono il doppio abbondante dei voti che ho ricevuto. Roba da diventare sindaco di Paperopoli.
Porto i santini avanzati nella raccolta differenziata!

Share

Written by materatown

April 19th, 2010 at 12:03 am

Posted in Materatown

43 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

with 4 comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

Da IL POMERIDIANO del 3/4/2010

TURISMO: NUOVI TOTEM INFORMATIVI A MATERA

Varie e ammiccanti le frasi scelte, l’una diversa dall’altra, per invitare il turista a visitare luoghi e monumenti,ad assaggiare piatti della cucina locale e a comprare i prodotti tipici. Eccone alcuni: “ Benvenuti a Matera.Ipogeo-Apogeo, Storia –Preistoria, Genuinità-Tipicità,Visto-Vista, Ancestrale-Spirituale, Civiltà-Ospitalità, Unicità-Globalità, Rupestre-Escursioni, Tradizione –Modernità’’ e tanti altri che portano a visitare una meta unica nel panorama turistico internazionale”

(Qualcuno ha un malox per favore?)

 

DA MILLEMEDIA.IT del 5/4/2010

TURISMO OFFERTA PROVINCIA DI MT ALLO YACHT MED FESTIVAL

“Per la provincia di Matera –ha detto il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli- e per il Metapontino, in particolare,la partecipazione allo Yacht Med Festival è un evento importante per promuovere l’offerta turistica di settore e gli itinerari che da Matera conducono alle località joniche  e dell’interno”

(Era tanto che Briatore voleva attraccare con il suo yacht non solo a Montecarlo ma anche a Metaponto!)

 

DA MILLEMEDIA.IT del 6/4/2010

TORTORELLI PROPONE UNA TASSA PER TURISTI

“Perché – ha proposto Tortorelli- non far pagare almeno un euro per ogni turista che accede o sosta nei  Sassi, come accade in altri luoghi del Paese?”

(Legge del 1948 in vigore in Sudafrica in regime di Apartheid: “E’ fatto divieto alle persone di razze diverse di entrare in alcune aree urbane” )

 

Da IL QUOTIDIANO del 8/4/2010

DALL’ OLANDA NEI SASSI

“Si sono mossi al mattino da Bari ma Susanna, olandese in vacanza da qualche giorno, voleva vedere Matera prima di tornare nei Paesi Bassi.«Mi piace il vostro ritmo più lento rispetto al nostro -ha spiegato Susanna, a passeggio fra via Fiorentini e il sasso Barisano armata di macchina fotografica – quando vengo in Italia so che posso fare tutto lentamente, ma appena torno in Olanda riprendo la velocità di sempre»”

(OHHHHH! Che notiziona!)

 

DA TRMTV del 8/4/2010

PRESENTATO A MATERA IL PREMIO MODA CITTA’ DEI SASSI

“Una volta, ha concluso Loschi, chi voleva investire nel cinema, guardava a Roma. Chi puntava sulla moda doveva trasferirsi a Milano. Oggi le cose sono profondamente cambiate e la città di Matera può inserirsi, a pieno titolo, nei nuovi circuiti internazionali della moda.”

(Sia ben chiaro però che se volete semplicemente lavorare dovete trasferirvi lo stesso!)

 

DA TRMTV del 13/4/2010

CRONACA DI UN GIORNO IRREALE A MATERA

Una vittoria andata in extremis a Salvatore Adduce […] 179 voti in più del concorrente Angelo Tosto, imprenditore riconosciuto in poco tempo come leader di un movimento cresciuto spontaneamente in modo costante, nel quale si riconoscono tutti coloro che hanno voglia di riscattarsi da una politica troppo autoreferenziale e purtroppo sempre più palesemente trasversale e consociata che non ha saputo cogliere, in decenni, le istanze della collettività.Poi questa mattina, all’indomani, si è svegliata sotto un cielo uggioso e, a tratti, piovoso.Troppo presto per tornare sulle spiagge, troppo tardi per tornare indietro.

(Guarda in video o in foto la reazione anglosassone del giornalista autore dell’articolo quando i primi risultati davano Tosto vincente!)

 

DA TRMTV del 14/4/2010

EMILIO COLOMBO COMPIE 90 ANNI

“Compie oggi 90 anni Emilio Colombo, senatore a vita nel 2003, ex premier, nominato ministro trenta volte e per tre volte presidente del Parlamento Europeo. Colombo ha vissuto ben 64 anni della sua vita in politica. Nato l’11 aprile del 1920 a Potenza, eletto a soli 26 anni deputato della Costituente, è stato tra i padri fondatori della Democrazia Cristiana. La sua prestigiosa carriera di uomo politico e statista è stata solo scalfita, alcuni anni fa, dall’ammissione di aver fatto uso di cocaina per scopi terapeutici, fatto per il quale si è, di recente, scusato pubblicamente con il Paese.”

(Ditegli comunque che quello sulla torta è lo zucchero a velo!)

 

Da LA GAZZETTA del 14/4/2010

UN FARDELLO PER IL NUOVO SINDACO

“Difficile pensare che nella straordinaria rimonta di Angelo Tosto, non ci sia la mano di “franchi tiratori”. <<Non so se diretti da qualcuno o per una scelta autonoma>> azzarda Adduce.”

(Avere il dubbio di non piacere proprio a tutti era troppo semplice?)

 

Da FACEBOOK  del 14/4/2010

Guarda il video

(Buonanotte Materatown…)

Share

Written by materatown

April 15th, 2010 at 12:25 am

Errata Corrige

with one comment

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO 12 Aprile ore 16:30: Quando lo spoglio delle schede scrutinate era “ancora” fermo al 99,97% sul totale degli aventi diritto al voto, abbiamo ricevuto, da parte di alcuni firmatari del manifesto di sostegno al candidato Adduce che in questi giorni è stato diffuso a Materatown, la seguente precisazione che volentieri pubblichiamo: 

 “Mannaggia! Causa un errore tipografico, il manifesto diffuso in questi giorni conteneva alcuni “piccoli” errori ed imprecisioni!. Visto che lo spoglio delle schede non è ancora terminato ci teniamo ad inviare la versione corretta del manifesto così come doveva essere originariamente. Distinti saluti” 

VERSIONE ERRATA

manifesto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

  

 

  

VERSIONE CORRETTA 

errata_corrige

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIM’ORA del 12 Aprile ore 18:20: A parziale correzione su quanto appena scritto, abbiamo ricevuto una seconda comunicazione da parte degli stessi firmatari del manifesto per Adduce che ci tengono a comunicare quanto segue:

“Mannaggia 2 volte! Ci vediamo di nuovo costretti ad intervenire ed a precisare che la versione corretta del manifesto non è più quella comunicata nel primo pomeriggio, ma nuovamente quella che da settimane circola per Materatown. Rimaniamo comunque in attesa prima di fornirvi il manifesto “definitivo” di avere un riscontro ufficiale dalla Prefettura sul vincitore delle elezioni, aspettando magari  un eventuale riconteggio delle schede. Distinti saluti!”

Share

Written by materatown

April 12th, 2010 at 6:07 pm

Posted in Materatown

Quattro amici al bar!

with 9 comments

 (*) Traduzione: “Giovanotto, Puoi, per favore, spostarti e lasciarmi passare?”

(La foto originale è stata pubblicata il 1 Aprile 2010 sul sito TRMTV.IT in occasione della visita dell’On. Melandri a Materatown)

Share

Written by materatown

April 8th, 2010 at 12:01 am

Posted in Materatown

42 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

without comments

rassegna11Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:

 Da IL QUOTIDIANO del 21/3/2010

ITALIA-CINA PIU’ VICINE

“Pasquale Natuzzi, Presidente ed Amministratore Delegato del Gruppo Natuzzi,è entrato a far parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Itala Cina. Con l’espansione retail in Cina, il Gruppo Natuzzi continua il ruolo di ambasciatore del Made in Italy nel territorio cinese!”

(Così potrà dire ai suoi cassaintegrati che “ambasciator non porta pena” ! )

 

Da SASSILIVE.IT del 21/3/2010

NUOVA SEDE PER 4 ASSOCIAZIONI MATERANE

“Sabato 20 marzo alle ore 18.30 la Cooperativa Basilicata, l’Associazione Culturale Tiaso, l’Associazione Per la Sinistra Matera e l’Associazione Il Vagabondo inaugurano la nuova sede di Via S. Stefano 29 a Matera”

(Affittasi appartamento finemente ristrutturato composto da: cucina, bagno, ripostiglio, 4 ampie associazioni e volendo garage. Vero affare! )

 

Da IL QUOTIDIANO del 23/3/2010

UN OUTLET “ON THE ROAD”

“Così in epoca di ipermercati e di acquisti on line, la bancarella resiste, anzi torna in auge e diventa il luogo privilegiato per gli acquisti che coniugano la moda trendy e il low cost.[…] Professionisti, insegnanti, giovani casalinghe, impiegate, studenti sono solo alcuni dei clienti di questo tempio della griffe “open air” a conduzione familiare […]Da due anni la bancarella è diventata ormai una meta irrinunciabile per le “fashion victim” materane […] Dall’abbigliamento glamour allo sportswear, dai capi “absolutely gorgeous” alle sneakers, il mercoledì dello shopping materano si consuma nello storico quartiere, nuova meta del gossip modaiolo.”

(Ma questo è un articolo oppure uno spot sui danni dell’alcool?)

 

Da IL POMERIDIANO del 24/3/2010

MATERA: AL DUNI I KATAKLO ATHLETIC DANCE THEATRE

“Nel Teatro Duni di Matera, arrivano i Kataklò Athletic Dance Theatre, équipe tutta italiana che ci accompagnerà in un meraviglioso mondo fatto di magia, poesia, sport e danza. Lungo una linea immaginaria di corpo e mente, Play dà una scossa all’anima. Strutturato a quadri, ha la capacità di fagocitare lo spettatore in un incantesimo. Ipnotico, immaginario, come certe fiabe. Kataklò è un vero e proprio work in progress che sempre genera idee innovative e collaborazioni stimolanti, una filosofia di vita!”

(Come sopra! )

 

DA TRMTV.IT del 24/3/2010

FERROSUD, C’E’ LO STIPENDIO DI GENNAIO

“La Ferrosud di Matera, che produce materiale rotabile, ha pagato gli stipendi di gennaio 2010 ai suoi 70 dipendenti”

(Ora i dipendenti potranno finalmente pagarsi i panettoni…per le colombe dovranno aspettare ferragosto!)

 

Da MATERATOWN.NET del 25/03/2010

COMMENTO DI UN LETTORE ALL’ARTICOLO “A CHI APPARTIENE?”

<<Ero un lettore abituale di Materatown, ma dopo questo articolo palesemente di parte, credo che rivolgerò altrove la mia attenzione.>>

(Come disse la signora dal parrucchiere dopo 2 ore di attesa: “In questo negozio non ci metterò più piede!”)

 

DA IL RESTO del 26/3/2010

MATERA CAPITALE DELLA CULTURA…PROMESSA DI ACITO E BERLUSCONI

“Berlusconi ha firmato nel corso dell’incontro un patto politico con la città di Matera e con il candidato sindaco Acito. In particolare il presidente del Consiglio, riconoscendo un ruolo baricentrico a Matera nelle politiche culturali per l’intero Mezzogiorno d’Italia, si è impegnato a sostenerne lo sforzo per ottenere il riconoscimento di capitale europea della cultura nel 2019!”

(Meno male che Saverio c’è!)

 

Da LA GAZZETTA del 1/4/2010

NESSUNA DONNA NEL CONSIGLIO REGIONALE

Nell’assemblea appena uscita dalle urne una donna è stata eletta, ma è la senatrice Maria Antezza (Pd), che si dimetterà…”

(…e il suo posto verrà preso dalla sorella, quello della sorella dal cognato, quello del cognato dallo zio e quello dello zio dalla comare del vicino di casa!)

 

Share

Written by materatown

April 2nd, 2010 at 12:11 am