Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for September, 2011

Strazio 2019 – I puntata

with 17 comments

Parte oggi un serial-web di fantascienza con la speranza, se le visite ci premiaranno, di poterlo trasmettere su queste pagine per tutto l’anno e di farvi così compagnia durante il lungo inverno che sta per avvicinarsi.

Prima di cominciare con la narrazione è obbligo da parte nostra precisare ai lettori che tutti i personaggi ed i fatti narrati sono assolutamente inventati e qualsiasi riferimento a persone, Sindaci, Presidenti di Regione, Consiglieri Comunali, Portaborse etc.. o fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Ed ora sedetevi comodi perchè sta per incominciare la 1° puntata di…. STRAZIO 2019. Buona visione:

 

Anno Siderale 2011. Negli immensi spazi interstellari e precisamente nella remota galassia Nube di Lucanida su cui regna incontrasto da millenni il Gran Imperatore Intergalattico Sua Maestà Vito Von Filipperburg I° detto “Il Filosofo”, improvvisa, arriva una notizia funesta di cui il Gran Ciambellano dell’ Impero, Sua Eccellenza Folinius, se ne rende foriero al cospetto dell’imperatore:

<<Sua Maestà, abbiamo un problema molto grave in uno degli angoli remoti del suo sconfinato impero!>>

<<Dove? In quale pianeta? A Cracurno? A Grassanone? O nella mia adorata Santarancangelunia?>> preoccupato chiede Sua Maestà Von Filipperburg  I°

<<Purtroppo a Materonia Sire!>> imbarazzato risponde il Gran Ciambellano

<<MATERONIAAA???? E che succede in quel posto dimenticato da Dio, cioè da me?>> perentorio domanda l’ Imperatore

<<Succede, Maestà, che i materoniani hanno fame! Sono in rivolta e chiedono lavoro! Pare che i disoccupati siano il 40% dell’intera popolazione!>> spiega Folinius

<<Ancora sta’ storia del lavoro!! Non se ne può più! E poi di cosa si lamentano? Il 60% della popolazione lavora pure! Comunque sono  veramente irriconoscenti! Questo è il ringraziamento per le decine di associazioni, fondazioni, cineclub, circoli e centri culturali che gli abbiamo aperto! Senza contare che li avevamo anche convinti che grazie al turismo ed ai Sassi Patrimonio della Galassia potevano vivere agiatamente! >> irritato sbotta Von Filipperburg I°

<<Ha ragione Sire! Questi materoniani sono veramente senza giustificazione!>> prono afferma il Gran Ciambellano per poi aggiungere: <<servirebbe una lezione esemplare che sia di monito a tutti coloro che osano ribellarsi alla sua divina persona!>>

<<Cosa mi consiglia Ciambellano?>> chiede l’ Imperatore

<<Mandiamo a Materonia il nostro migliore comandante della flotta di Lucanida a soffocare questa oltraggiosa rivolta!>> suggerisce il Gran Ciambellano

<<E chi sarebbe costui?>> domanda incuriosito Sua Maestà

<<Il Comandante Addux!>> afferma Folinius

<<Il comandante Addux? Il nome non mi è nuovo! Ah si certo, ora ricordo! Ma non lo avevamo messo a dirigere il nostro centro di ricerca, vera eccellenza lucanidense, l’ Astrobìos?>> perplesso domanda Von Filipperburg  I°

<<Lei ha una memoria di ferro Sire!  Sì è vero, ma lo possiamo chiamare lo stesso tanto l’ Astrobìos è fallita!>> lo lusinga il Gran Ciambellano

<<Ohibò! E’ fallita l’Astrobìos! E come mai mio fido Ciambellano? >> chiede incuriosito l’imperatore

<<Beh! Ci abbiamo messo a dirigerla uno che la parola Astrofisica l’ha letta, al massimo, sulla Settimana Enigmistica!>> pronto risponde Folinius

<<Anche questo è vero! Giusto! Più che giusto!>> concorda Von Filipperburg  I° per poi ordinare: <<Bene! Allora, chiami immediatamente il Comandante Addux ed organizzi la spedizione punitiva per Materonia!>>

E così Sua Eccellenza Folinius, qualche ora dopo, chiama a rapporto nelle sue stanze il Comandante Addux, che in men che non si dica, si reca al cospetto del Gran Ciambellano dell’ Imperatore.

<<Prego Comandante Addux entri pure!>> cortesemente esordisce il Consigliere <<Le parlo anche a nome dell’ Imperatore  Vito Von Filipperburg I°. Avremmo un delicato incarico da affidarle!>>

<<Ai suoi ordini e a quelli dell’ Imperatore>> scatta sull’attenti il Comandante

<<Bene! Deve sapere che a Materonia è scoppiata una rivolta. I materoniani chiedono lavoro e lei deve intervenire per sedare questi facinorosi prima che questa assurda richiesta di lavoro non si propaghi in tutta la nostra amata galassia Lucanida! >> perentorio ordina Folinius

<<Sarà fatto consigliere!>> solerte risponde Addux per poi domandare: <<E cosa ne faccio del mio posto all’ Astrobìos?>>

<<Non si preoccupi Comandante. La lasci fallire e mandi tutti i suoi sottoposti a spasso. Continueremo comunque a darle lo stipendio!>> lo rincuora il Gran Ciambellano

<<Eccellenza Lei è troppo buono!>> ringrazia il Comandante <<inizierò oggi stesso a preparare la missione Materonia!>>

<<Lei ha carta bianca Comandante e si ritenga libero di scegliere i membri dell’equipaggio come meglio crede! Questa missione ha la priorità assoluta!>> afferma Folinius

<<Alcuni nomi li ho già in mente e se Lei è d’accordo posso già provvedere a contattarli!>> domanda Addux

<<Nessun problema! E mi dica chi sono costoro?>> chiede il Gran Ciambellano

<<I due vicecomandanti Tenente Cifarock e Tenente Muscarix>> risponde il Comandante

<<Il tenente Cifarock lo conosco! E’ un suo vecchio compagno d’armi ma questo Muscarix non so chi sia!>> non senza perplessità domanda Folinius

<<Il tenente Muscarix non ama molto la pubblicità! E’ un tipo molto schivo ma altrettanto valoroso. Fa parte dell’ antica dinastia dei “posacchioni” per metà uomini e per metà ray-ban!>> lo informa Addux

<<Ah sì conosco la dinastia dei posacchioni! E gli altri? >> prosegue Folinius

<<La Dott.ssa Massenz capo dello staff medico, il Dott. Tortormann il progettista della navicella spaziale la Synergic I, la Dott.ssa Guarins aiuto timoniere nonchè fotografa ufficiale, il sergente Paul Emil Olivosky redattore del diario di bordo, Padre Serafino da Cascino il mio confessore e poi la mia personalissima mascotte il  fedelissimo cagnolino Gravelino!>> elenca con soddisfazione il Comandante Addux

<<Approvo totalmente le sue scelte. Sono tutti uomini e donne fidati!>> soddisfatto si pronuncia il Gran Ciambellano

<<Ehm!!! Veramente dovrei chiederLe, Eccellenza, il permesso di farmi portare a bordo anche un’ altra persona!>> domanda timidamente Addux

<<E chi sarebbe?>> chiede Folinius e, prima ancora di terminare, arriva immediata la risposta del comandante: <<Tal caporale Luc Braian!>>

<<E che dovrebbe fare questo caporale?>> insiste Folinius

<<Ancora non lo so! Potrei tenerlo in fondo alla navicella legato su un seggiolino e nominarlo zavorra ufficiale di bordo!  Comunque ho promesso a sua cognata, una Senatrice del Gran consiglio di tutte le Galassie che, alla prima occasione, lo avrei portato con me per fargli fare un po’ di esperienza!>> prova a spiegare Addux

<<Nessun problema basta che poi non stiate troppo stretti nella Synergic I ! >> con un sorriso ironico commenta Folinius non prima però di chiedere: <<Avete altre domande Comandante?>>

<<Una sola. Quali saranno le nostre consegne per questa missione?>> ossequioso si rivolge Addux

<<Su espresso ordine dell’ Imperatore provate a sedare la rivolta con le solite armi convenzionali e quindi promettete centinaia di posti lavoro con il turismo, ma mi raccomando non fornite cifre nè date e poi, se non dovesse essere sufficiente, bombardate a tappeto Materonia con convegni, tavole rotonde, dibattiti …senza nessuna pietà!>> ordina Folinius

<<E se non dovesse bastare?>> domanda il Comandante

<<A questo punto non avremmo altra scelta!>> risponde Folinius

<<Qua…Quale?>> chiede Addux con voce tremante sospettando già la risposta che sta per ricevere

<<Utilizzate LO STRAZIO 2019!>> perentorio ordina il Gran Ciambellano

<<NOOO! LO STRAZIO 2019 !!! LA TERRIBILE ARMA DI RINCOGLIONIMENTO DI MASSA??? >> domanda retoricamente Addux alzando la voce

<<Parli piano! Non urli Comandante! Sappia che non c’è alternativa allo STRAZIO 2019!>> lo zittisce Folinius

<<Me ne rendo conto! Obbedisco!>> risponde Addux riacquistando un contegno  degno di un militare

<<Prima di andar via deve sapere una cosa importante! >> sussurra il Gran Ciambellano per poi continuare <<Tra i rivoltosi siamo riusciti ad infiltrare un nostro uomo! >>

<<E chi è? >> chiede incuriosito Addux

<<Il suo nome in codice è… Little Angel! >> risponde guardandosi intorno con circospezione Folinius <<E adesso vada e ….non parli con nessuno del nostro colloquio!>>

Fine Prima Puntata

Riuscirà il Comandante Addux a sedare la rivolta a Materonia? Quanto durerà il clima idilliaco all’interno della navicella spaziale? Qual è il vero motivo per cui Luc Braian si trova nella Synergic I? Chi si nasconde dietro il losco figuro Little Angel? Ed inoltre come reagirà all’ arrivo di Addux e del suo equipaggio il Proconsole di Materonia, il Colonnello Cotugnovic? Per conoscere le risposte non perdetevi la prossima puntata de….STRAZIO 2019!

Share

Written by materatown

September 26th, 2011 at 12:01 am

The Outsite’s Fiction Festival

with 9 comments

Care e cari fuorisede di Materatown, pensate di avere un animo da scrittore/scrittrice e nessuno sembra prenderlo in considerazione?

Care e cari fuorisede di Materatown, nei compiti in classe di italiano non superavate mai la soglia del cinque meno-meno e volete dare uno schiaffo morale al professore che non ha mai compreso il vostro innato talento?

Care e cari fuorisede di Materatown, vi sentite dei poeti ma quando fate leggere i vostri poemi agli amici, questi sbadigliano o stranamente devono correre in bagno?

Care e cari fuorisede di Materatown, avete provato in passato a contattare qualche casa editrice con risultati pressochè nulli anche e soprattutto perchè vostro padre non ha le conoscenze giuste per far pubblicare i vostri lavori?

Bene, miei cari, potete iniziare finalmente a gioire, perchè per tutti voi è arrivato il momento che tanto aspettavate! Materatown.net, come al solito, corre in vostro aiuto offrendovi una grandissima occasione per coronare il vostro sogno letterario. A partire da oggi, infatti, potete inviare i vostri “capolavori” inediti all’ indirizzo email info@materatown.net e partecipare così al famoso 

 

OUTSITE’S FICTION FESTIVAL

  

il primo concorso per autori fuorisede di Materatown. A questa kermesse letteraria, unica nel suo genere, possono partecipare fuorisede di sesso maschile, femminile e transgender e che rispondono ai seguenti requisiti:

  • Età compresa tra i 6 e i 99 anni;
  • In possesso di un titolo di studio compreso tra la I elementare ed il Nobel;
  • Essere attualmente nello status di fuorisede o esserlo stati per almeno un anno;
  • Essere nati a Materatown e provincia o esserci vissuti fino all’ età dello sviluppo;

Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre Giovedì 29/9 alle ore 20:00. Di seguito il regolamento per partecipare al concorso:

  • Sono ammessi lavori in prosa, poesie e piece teatrali;
  • I lavori dovranno avere una dimensione consona allo spazio disponibile sul sito materatown.net;
  • I lavori dovranno pervenire in formato doc, pdf  o txt. Non ve ne venite con opensource di Ubuntu, Android o altre diavolerie simili! Tenete presente che il sottoscritto ha ancora un cellulare in bianco e nero!
  • I lavori devono avere come argomento Materatown e/o i suoi cittadini siano essi stanziali che fuorisede;
  • I  lavori devono contenere Nome, Cognome ed indirizzo dell’autore;
  • Pena l’immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno più di 3 volte il numero 2019 (sia in lettere che in numero);
  • Pena l’immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno MAI l’ espressione “enogastronomico” ;
  • Pena l’immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno MAI l’ espressione “Film Commission” ;
  • Pena l’immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno MAI l’ espressione “eccellenze lucane” e sue derivate!
  • Pena l’immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno MAI l’espressione “turismo mordi e fuggi”;
  • Pena l’immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno MAI l’espressione “XXI Settembre” abbinata con quella di “Medaglia d’oro”;
  • Pena l’ immediata esclusione dal concorso, i lavori non devono contenere al loro interno MAI l’espressione “sinergia” e simili  salvo che non si tratti di una citazione riferita al Presidente della Camera di Commercio Angelo Tortorelli o della Provincia Franco Stella;

 

Lunedì 3 Ottobre, dopo una attenta analisi da parte di una speciale giuria composta da illustri esponenti della cultura sia “fuorisede” che “stanziale”, verrà decretato il nome del vincitore del primo OUTSITE’ S FICTION FESTIVAL, che riceverà oltre ad uno speciale diploma (clicca qui) anche un omaggio a scelta tra quelli disponibili in catalogo (clicca qui per vederlo).

Buon Outsite’s Fiction Festival a tutti!

IMPORTANTE: Ai fini della partecipazione al concorso NON sono da considerarsi fuorisede coloro che vivono in altre città o addirittura all’estero per mere finalità vacanziere (pur spacciandosi per lavoratori nel campo del cinema, dell’arte, editoria etc…) alle spalle di genitori facoltosi di Materatown o che si trovino in località nordiche per aver ottenuto avanzamenti di carriera, come prestigiosi incarichi universitari, grazie a conoscenze di influenti personaggi stanziali di Materatown!

 

Share

Written by materatown

September 19th, 2011 at 12:12 am

Posted in Materatown

Cronaca di un amore di fine estate

with 5 comments

Questa settimana torna a trovarci con la sua personalissima rubrica “u’ pappajòll “ di Materatown e, come sua abitudine, ci racconta le vicissitudini e gli avvenimenti politici della città visti da un osservatorio privilegiato essendo egli stesso un politico di spicco di Materatown. Buona lettura:

Cari lettori di materatown.net, dovete sapere che, mentre voi eravate a sollazzarvi sotto gli ombrelloni, la politica della nostra città non ha smesso un attimo di lavorare e che, tra Piano Casa, Matera Calcio, Metropolitana, Stadio e tormentone 2019, ha dato il meglio di sé.

La cosa, però, più importante che è accaduta in questa estate che volge al termine, è stata la nascita di un nuovo amore. Infatti, nonostante il continuo ed inarrestabile disinnamoramento di cui continua ad essere vittima l’attuale amministrazione da parte della cittadinanza, ben tre consiglieri dell’opposizione, al contrario, sono stati trafitti dai dardi di Cupìdo e travolti da una irrefrenabile passione per il nostro caro Sindaco. Come tutti gli amori travolgenti e improvvisi, anche questo di cui parliamo è stato molto tormentato non fosse altro per il fatto che i tre protagonisti erano tutti già impegnati in altre e collaudate storie d’amore con altri personaggi politici, e, di conseguenza, hanno trascorso un lungo periodo di tempo struggendosi nel dubbio se lasciare libero sfogo alla loro passione o, al contrario, rientrare nei ranghi soffocando così i loro istinti e le loro pulsioni amorose. 

Tale dilemma li avrebbe portati probabilmente ad uno stato di angoscia perenne se , in loro soccorso, non fosse intervenuto un consigliere (non comunale ma nel senso di “colui che consiglia”) del Sindaco stesso, di cui non non farò il nome ma che è famoso in città per lo strano vezzo di indossare un paio ray-ban a specchio anche a mezzanotte. Costui, esperto in simili manovre di convincimento, pare abbia fatta pressione sul terzetto spingendoli a non nascondere più i loro sentimenti d’amore per il Sindaco invitandoli ad uscire allo scoperto tanto che, a quel che si sussurra nei corridoi del Comune,  i soggetti in questione pare siano sul punto di fare “outing” a breve lasciando i precedenti gruppi di appartenenza per fondarne addirittura un altro dal nome accattivante “gruppo dell’amore” o “amo la mia città”, ma su questo dettaglio non c’è ancora convergenza. Uno di loro pare avesse proposto la denominazione di “responsabili” ma, poi, gli altri due membri del gruppo sembra gli abbiano fatto notare che su tale nome c’è da tempo l’inviolabile copyright dell’ On. Scilipoti e quindi l’idea è stata giustamente accontata.

Come ogni storia d’amore che si rispetti, anche in questo caso non sono mancati i regali di fidanzamento e per questo motivo sempre il consigliere con i ray-ban a specchio pare abbia provveduto a suggerire al Sindaco di ringraziare e contraccambiare l’amore dimostrato dal terzetto. E così il buon Angelino (Lista Tosto), il più innamorato dei tre, si è ritrovato tra le mani la commissione ATER, con tanto di gettone di presenza, mentre l’altro innamorato, Tommaso Perniola (IO SUD) nonché Presidente del Materatown FC si è  visto ricevere come pegno d’ amore dal Comune la delibera 338 del 7/7/2011 (leggete qui la delibera ) con cui l’amministrazione saldava i debiti contratti dalla società calcistica per lo stadio XXI Settembre. Il terzo, Caputo, pare si sia accontentato solo di avere un po’ di maggiore generica “visibilità”. In fondo, ad oggi, anche all’interno del gruppo nel quale è stato eletto (MPA) non è che si sia molto fatto notare per intrapredenza e propositività. Di lui si ricorda solamente il puntuale richiamo alla presidenza del consiglio, ogniqualvolta i lavori si prolungavano oltre la mezzanotte, di effettuare un secondo appello dei presenti. Il motivo di tale richiesta lo lascio alla perspicacia di ognuno di voi!

Resta solo da domandarsi se questi amori resisteranno nel tempo dimostrando che trattasi di sentimenti veri e sinceri o, come molte avventure estive, si spegneranno con l’arrivo della stagione autunnale. Io confesso di essere molto curioso. In fondo è nella mia natura di pappajòll!

U’ Pappajòll

Share

Written by materatown

September 13th, 2011 at 12:01 am

Dialogo tra un abusivo errante dei Sassi ed un fuorisede!

with 22 comments

L’estate non è solo la stagione dello svago, degli amori fugaci, dei castelli di sabbia e dei racchettoni. L’estate è anche la stagione delle “ordinanze” dei sindaci. Non c’è Agosto in cui, in TV o sui giornali, non si ascoltino o leggano norme di “primi cittadini” che solitamente salgono agli onori delle cronache per la loro bizzarìa. E così si va dall’ordinanza che vieta il passeggio con cane dentro la piazzetta di Capri fino a quel Sindaco leghista che ha vietato l’utilizzo delle panchine all’ interno di un parco comunale ai “senzatetto”. Poteva sottrarsi il Sindaco di Materatown a questa moda? Certo che no! Ed allora ecco spuntare, in pieno Agosto, un’ordinanza che prevede una multa di 500 euro per coloro che, sprovvisti di necessarie autorizzazioni nonchè di iscrizione a fantomatici albi professionali, si improvvisano guide turistiche (e per questo detti più semplicemente “abusivi”) accompagnando turisti solitari per le vie dei Sassi. Ad onor del vero questa decisione del Sindaco è stata accolta dalla maggioranza dell’opinione pubblica con entusiasmo, tanto che è stato addirittura creato un gruppo, all’interno del social network Facebook, dal titolo “ABUSIVI NO GRAZIE!” con tanto di logo (vedi fotografia), a cui ha aderito, in pochi giorni, gran parte della intellighenzia di Materatown.

Per quel che mi riguarda la questione sarebbe finita con l’arrivo delle prime giornate settembrine se, qualche settimana fa, durante la mia discesa estiva in città, facendo un giro solitario nei Sassi, non ho fatto un incontro casuale con uno di questi cosidetti abusivi che, scambiandomi per un turista (oramai mi capita sempre più spesso vista la mia oramai ventennale permanenza al Nord), mi ha avvicinato ed è stata l’occassione per incominciare a parlare ed approfondire l’argomento. Ecco a voi, cari lettori, la cronaca fedele di questo incontro:

Abusivo: <<ACCORRETE TURISTI! ACCORRETEEE!!! PER POCHI EURO UN INTERO GIRO PER I SASSI!!! Voi siete un turista? Avete bisogno di una guida? >>
Fuorisede: <<No! Non sono un turista! Ma Lei è una guida autorizzata? >>
Abusivo: <<Ehmm… No signore! Sono un abusivo! >>
Fuorisede: <<E non si vergogna? >>
Abusivo: <<E perchè mai dovrei vergognarmi signore? >>
Fuorisede:  <<Come sarebbe? Ma Lei lo sa che la sua attività è contro la legge? >>
Abusivo: <<Certo che lo so! E Voi lo sapete che devo campare signore? >>
Fuorisede:  <<Bella giustificazione! Un lavoro normale non se lo sa trovare? >>
Abusivo: <<Ma Voi siete sicuro di non essere un turista? >>
Fuorisede:  <<Certo! Ma non cambi discorso! >>
Abusivo: <<No! non cambio discorso signore! Allora se Voi siete di Materatown spiegatemi come trovarlo un lavoro! >>
Fuorisede: <<Beh, non faccia la vittima! Lo troverà come fanno tanti altri! >>
Abusivo: <<Signore, scusi, ma “tanti altri” chi ? Come il nostro Sindaco che ha messo una taglia su di me di 500 Euro? >>
Fuorisede:  <<Anche lui perchè no? >>
Abusivo: <<Voi signore, scusatemi se ve lo dico, non sarete un turista ma secondo me vivete sulla luna! >>
Fuorisede: <<Scusi ma il Sindaco farà pure un lavoro no? >>
Abusivo: <<Certo signore! E’ Presidente ed Amministratore delegato di una azienda, l’Agrobìos, nominato dalla Regione! >>
Fuorisede: <<Cosa vuol dire con questo? >>
Abusivo: <<Voglio dire che siede su quella poltrona senza aver fatto un concorso! >>
Fuorisede:  <<La Regione avrà creduto nelle sue qualità managariali! >>
Abusivo: <<Le qualità manageriali di uno che non è neanche laureato? >>
Fuorisede:  <<Non è laureato in economia e commercio? >>
Abusivo: <<Assolutamente no signore! >>
Fuorisede: <<Neanche in Ingegneria gestionale? >>
Abusivo: <<Nossignore! >>
Fuorisede: <<Giurisprudenza? >>
Abusivo: <<E’ diplomato come me! >>
Fuorisede: <<Vorrà dire ha un talento innato nel guidare e far crescere e prosperare le aziende! >>
Abusivo: <<Signore, forse Voi non lo sapete, ma l’Agrobìos sta fallendo! >>
Fuorisede: <<E’ sicuro di quello che dice? >>
Abusivo: <<Chiedetelo ai dipendenti dell’Agrobìos che andranno in cassa integrazione! >>
Fuorisede: <<Vabbè lasciamo perdere l’esempio del Sindaco che forse non era molto calzante! >>
Abusivo: <<Si è meglio Signore! Non capisco però una cosa signore! >>
Fuorisede: <<Se posso aiutarla…volentieri! >>
Abusivo: <<Mi domando perchè a me per fare la guida chiedono fior di autorizzazioni…>>
Fuorisede: <<..e mi sembra giusto! >>
Abusivo: <<..mentre per fare l’amministratore delegato neanche un pezzo di carta! >>
Fuorisede: <<Ho capito!  Sul momento non so che dirle. Vedrò di informarmi! Ma, nel frattempo, andiamo oltre! >>
Abusivo: <<E andiamo oltre signore! >>
Fuorisede: <<Prendiamo quelle persone che hanno formato un gruppo contro gli abusivi su facebook! >>
Abusivo: <<E prendiamoli signore! >>
Fuorisede: <<Sono molto indignati con quelli come Lei! >>
Abusivo: <<Lo so signore! >>
Fuorisede: <<Hanno anche fatto le magliette con la scritta NO ABUSIVO! >>
Abusivo: <<So anche questo Signore! >>
Fuorisede: <<Ma Lei non sembra minimamente preoccupato! >>
Abusivo: <<E perchè dovrei? E poi, con tutto il rispetto signore, queste persone non si rendono conto di una cosa! >>
Fuorisede: <<Non si rendono conto di cosa scusi? >>
Abusivo: <<Che vivono a Materatown! >>
Fuorisede: <<E quindi? >>
Abusivo: <<A Materatown tutti conoscono tutti! >>
Fuorisede: <<Non la seguo questa volta! >>
Abusivo: <<Voglio dire che se Voi scorrete quella lista noterete che molti di loro sono più abusivi di me! >>
Fuorisede: <<Continuo a non seguirla! >>
Abusivo: <<Beh come il nostro Sindaco parlano dall’alto di poltrone che occupano per grazia ricevuta! >>
Fuorisede: <<Anche loro! >>
Abusivo: <<Non tutti sia chiaro. Alcuni sono in buona fede! >>
Fuorisede: <<Ma questo non toglie che Lei vìola legge mentre loro no! >>
Abusivo: <<Ed allora io vi faccio una domanda Signore! >>
Fuorisede: <<Sono tutto orecchie! >>
Abusivo: <<Se uno ottiene un posto solo grazie ad amicizie o parentele…>>
Fuorisede: <<sì la seguo >>
Abusivo: <<…magari diventando presidente e/o consulente ad esempio di un Parco…>>
Fuorisede: <<vada avanti! >>
Abusivo: <<…e magari togliendo lo stesso posto ad altri forse più meritevoli…>>
Fuorisede: <<uhmmm>>
Abusivo: <<…secondo Voi, il tizio in questione, occupa quel posto abusivamente? >>
Fuorisede: <<Beh effettivamente! >>
Abusivo: <<e se uno occupa un posto abusivamente, posso definirlo ABUSIVO? >>
Fuorisede: <<Onestamente sì! >>
Abusivo: <<Ecco appunto! Capisce ora perchè io non mi preoccupo di queste persone e dei loro gruppi su facebook? >>
Fuorisede: <<Però si dice che dietro le figure degli abusivi c’è un giro di affari illegale! >>
Abusivo: <<Bella scoperta signore! E perchè dietro gli extracomunitari che lavano i vetri ai semafori, con tutto il rispetto, signore, chi pensa che ci sia? Padre Pio? >>
Fuorisede: <<Certo infatti anche quelli sono fenomeni che andrebbero combattuti! >>
Abusivo: <<Sarà ma io i membri del gruppo NO ABUSIVI di Facebook non me li vedo che fanno una maglietta NO LAVAVETRI! >>
Fuorisede: <<Lei dice? >>
Abusivo: <<Certo signore! Anzi vi dirò di più! >>
Fuorisede: <<Mi dica! >>
Abusivo: <<Provate Voi a fare un gruppo contro i lavavetri e vedrete che gli stessi che vogliono crocifiggere me scendono in piazza contro di Voi! >>
Fuorisede: <<Addirittura? >>
Abusivo: <<Ci potete scommettere la testa signore! Tolleranza sì, ma basta che questa sia lontano da casa loro! >>
Fuorisede: <<Adesso esagera! >>
Abusivo: <<Macchè signore…Voi parlate come un forestiero! >>
Fuorisede: <<Beh in effetti non vivo a Materatown pur essendoci nato. Sono un fuorisede!>>
Abusivo: <<Ahhh ecco ora è tutto chiaro. Io invece a Materatown ci vivo da sempre e certe persone le conosco bene! >>
Fuorisede: <<E cosa sa di loro? >>
Abusivo: <<So che tra un film neo-realista, un festival letteraio ed una suonata di Jazz qualche volta trovano il tempo per indignarsi per gli extracomunitari di Rosarno…>>
Fuorisede: <<Giustamente dico io!>>
Abusivo: <<..”giustamente” perchè il problema è a Rosarno! >>
Fuorisede: <<cioè? >>
Abusivo: << Cioè se il problema è invece a casa loro diventano più spietati di un leghista! >>
Fuorisede: <<Onestamente non so che dirle! >>
Abusivo: <<Non dite niente allora! Ma Voi siete proprio sicuro di non voler fare un giro nei Sassi? Vi faccio anche uno sconto! >>
Fuorisede: <<No grazie! Come le ho detto sono anche io di Materatown!>>
Abusivo: <<Allora scusatemi ma vi devo proprio lasciare adesso! Devo lavorare!>>
Fuorisede: <<Ah certo e scusi se le ho fatto perdere tempo!>>
Abusivo: <<E’ stato un piacere  figuratevi!>>
Fuorisede: <<Arrivederci!>>
Abusivo: <<ACCORRETE TURISTI! ACCORRETEEE!!! PER POCHI EURO UN INTERO GIRO PER I SASSI!!! >>

Share

Written by materatown

September 5th, 2011 at 12:01 am

Posted in Materatown