Il sito dei fuorisede di Matera

86 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:

con 7 commenti

Il fuorisede di Materatown spesso si ritrova a cercar le notizie riguardanti la sua città navigando freneticamente su Internet oppure chiamando smanioso i suoi genitori o amici stanziali alla ricerca di tutte le novità che riguardano la sua città natale. Spesso questo compito è veramente improbo ed allora materatown.net ha deciso di aprire una nuova rubrica intitolata “come ho fatto a vivere senza sapere che…” che altro non è che una raccolta delle news più importanti cioè quelle che veramente, a giudizio del nostro staff, non possono mancare nel bagaglio conoscitivo del fuorisede. Sicuri di fare cosa utile ecco a voi l’ estratto degli ultimi giorni. Buona lettura:
 

DA TRMTV.IT DEL 1/4/2012

IL FUTURO DELLA BASILICATA, D’ANDREA: DIPENDERA’ DAI LUCANI

<<Ieri come oggi, il futuro della Basilicata dipenderà dai lucani, se sapranno valorizzare il meglio ed accantonare il peggio>> Lo ha detto ieri, il sottosegretario ai rapporti col Parlamento, Giampaolo D’Andrea.

(E non ci sono più le mezze stagioni! )

 

DA IL POMERIDIANO del 3/4/2012

L’EREDITA’ DELL’ANTICO E DEL MODERNO

Il Dottorato internazionale in Architecture and Urban Phenomenology organizza anche quest’anno a Matera l’appuntamento delle Giornate di Ricerca. Interverranno:  Mauro Fiorentino – Rettore della Università degli studi della Basilicata, Amerigo Restucci – Rettore IUAV di Venezia, Jorge Cruz Pinto e Pedro A. Janeiro – Universidade Tecnica de Lisboa, Javier G. Gutierrez Mosteiro – Universidad Politecnica de Madrid, Marta Ragozzino – Soprintendenza Beni Storici Artistici Etnoantropologici della Basilicata, Biagio Lafratta – Soprintendenza per i Beni Architettonici del Paesaggio della Basilicata, Ferdinando Mirizzi – Direttore CASD UNIBAS. Per la Facoltà di Architettura di Matera, interverranno i docenti Armando Sichenze, Ina Macaione, Angela Colonna. Massimo Bulgarelli – IUAV,  Ennio Concina – Università Cà Foscari Venezia, Francesco De Mattia – Politecnico di Bari e Antonello Monaco – Università degli studi di Reggio Calabria. I relatori invitati, attraverso le loro ricerche, esperienze, narrazioni, contribuiranno a tracciare i fili di un intreccio nella direzione di una domanda centrale: QUALE EREDITA’ PER IL FUTURO ?

(Ma questo domandone non se lo potevano fare per telefono? )

 

DA FACEBOOK del 5/4/2012

DICHIARAZIONE DI FRANCESCO FILIPPETTI DEL MOVIMENTO “MATERA CAMBIA”

“Stamattina ho incontrato per caso Isaia Giannetti. Dopo qualche momento di tensione e incomprensione, siamo riusciti ad arrivare a condividere che, nonostante qualche spiacevole equivoco, c’è la volontà di realizzare insieme nuove iniziative!”

(Errare è umano! Perseverare è…Filippetti!)

 

DA OLTRE FREE PRESS del 6/4/2012

MATERA CAMBIA REPLICA AD ANGELINO

“D’altronde, Angelino non è secondo a nessuno nel correre in soccorso ai vincitori ed alla maggioranza di turno: eletto consigliere nel 2007 nei Verdi (opposizione), passato quasi subito con la maggioranza (Buccico), poi rieletto nel 2010 con la Lista Tosto (opposizione), passa prima al FLI (opposizione?) e poi all’ UDC (maggioranza)”

(Firmato da ex-Città Domani, ex- IdV, ex-Circolo Giugni e poi Matera Cambia! )

 

DA IL QUOTIDIANO DEL 9/4/2012

IL PANE DI MATERA ESEMPIO DI QUALITA’

<<Il nostro pane ha la forma ed i colori della Murgia Materana>> ha raccontato il presidente del Consorzio del Pane di Matera IGP Cifarelli <<La fragrante crosta richiama il colore della nostra terra, che racchiude un cuore paglierino, immagine dei campi di grano e della relativa semola utilizzata!>>

( A me invece il nero della legna bruciata nel forno richiama il colore del vino che qualcuno ha bevuto in abbondanza! )

 

DA IL QUOTIDIANO DEL 9/4/2012

PASQUETTA NUOVA DIFETTI VECCHI

Presidente Camerca di Commercio Angelo Tortorelli: <<Va bene la proiezione sul 2019 ma non dimentichiamo il quotidiano!>>

(A volte si svegliano!)

 

DA IL QUOTIDIANO DEL 10/4/2012

BERGANTINO: SI PUO’ CRESCERE ANCORA

<<Matera deve diventare una città d’arte a tutto tondo e questo lo si può fare solo attraverso le due parole magiche che sono il nostro vero obiettivo cioè fare sistema e sinergia!>>

(Noi rispondiamo con altre due paroline magiche: “Va… velosh!” )

 

DA IL QUOTIDIANO DEL 10/4/2012

SASSI PULITI A PASQUETTA

Assessore Bergantino: <<Il vento ha finito per completare l’opera di pulizia che era stata fatta!>>

(Mentre per le pulizie d’estate sono già stati avviati contatti con la Madonna della Bruna!)

 

DA IL POMERIDIANO del 10/4/2012

NOMINA ROSA GENTILE PRESIDENTE ACQUEDOTTO LUCANO

<<Un’elezione>> – dichiara la consigliera regionale di Parità Maria Anna Fanelli Fanelli – <<che attesta la capacità delle donne di saper fare come e meglio degli uomini!>>

(Mara Carfagna, Nicole Minetti, Vittoria Brambilla e Rosy Mauro sentitamente ringraziano! ) 

 

DA FACEBOOK DEL 11/4/2012

BACHECA CIRCOLO LA SCALETTA

“Ringraziando tutti voi che oggi vi felicitate per il 53° genetliaco del Circolo La Scaletta di Matera, ci corre l’obbligo di ricordare chi, negli anni ’50, con la sua cultura e sensibilità ha permesso a un gruppo di giovani materani di riunirsi sotto il suo tetto, chi gli ha offerto la prima sede e li ha sostenuti nel cammino di ricerca e crescita culturale… l’avvocato Niccolò de Ruggieri”

(Genetliaco: sinonimo di anniversario ma anche di “guardate come siamo fighi noi della Scaletta che usiamo sti paroloni!” )

 

DA TRMTV.IT DEL 11/4/2012

ANDAMENTO ECONOMICO NEL MATERANO

A testa in giù l’economia del materano. Per Confapi il 2011 è stato un altro anno negativo tra chiusure di aziende, aumento della cassa integrazione e dei licenziamenti. L’economia del Materano, nel 2011, è arretrata ai livelli di 15-20 anni fa.

(Ancora qualche anno e finalmente i Sassi verranno ripopolati e torneranno all’ “antico splendore”! )

 

DAL PROGRAMMA CELEBRAZIONI ANNIVERSARIO PASCOLI

DOMENICA 15 APRILE PRESSO PIAZZA PASCOLI

I cittadini di Matera omaggiano la poesia leggendo liriche a loro scelta. In apertura leggeranno poesie: Salvatore Adduce, sindaco di Matera, Vincenzo Viti, assessore alla cultura della Regione Basilicata, Franco Stella, presidente della Provincia di Matera, Angelo Tortorelli Presidente Camera di Commercio, Elio Bergantino, Aldo Nove, Federica Fracassi, , Antonio Calbi, Roberto Cifarelli, Francesca Lisbona, Giovanni Moliterni, Silvia Padula, Marta Ragozzino, Vincenzo Santochirico, Raffaello De Ruggeri, Rosalba Demetrio, Cinzia Moliterni.

(Pascoli, perdona loro che non sanno quello che leggono! )

 

DA FACEBOOK del 13/4/2012

BACHECA DONNE PD DI BASILICATA

Il PD è impegnato per una vera democrazia paritaria , per riconoscere alle donne lo spazio che meritano, perchè città più amiche delle donne sono città più vivibili ed accoglienti per tutti. Alle elezioni amministrative del 2012 vota una DONNA DEMOCRATICA.

(Ma quante sono le sorelle Antezza? )

Share

Scritto da materatown

16 April, 2012 alle 00:12

7commenti all'articolo '86 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:'

Iscriviti per commentare con RSS oppure TrackBack l'articolo '86 – Come ho fatto a vivere senza sapere che:'.

  1. strunz! ;-)

    gioschi

    16 Apr 12 at 00:49

  2. Antonio Calbi, Francesca Lisbona, Vincenzo Santochirico… Uagliò…Sant Maur iè fort!

    bertoldo

    16 Apr 12 at 10:59

  3. Hai ragione sul fatto che Genchi e i membri di Matera Cambia non hanno certo scherzato in quanto a cambiamenti. Però, è pur vero che in genere sono andati nella direzione opposta a quella dei vincitori. Diciamo una irrequietezza un pò diversa,sempre come direzione, rispetto a quella per esempio, di Angelino.

    AntonioR.

    16 Apr 12 at 14:28

  4. Cari autori di Materatown, una volta tanto permettetemi di dissentire completamente: onestamente paragonare il buon Mimmo Genchi (ce ne fossero come lui) ad Angelino è come mettere a confronto Sofia Loren con Cicciolina!
    Lui infatti lasciò Città Domani in aperto dissenso con Acito e compagni abbandonando la comoda posizione di consigliere di maggioranza per passare all’opposizione, ma nel guppo misto, quindi non in un altro partito. Poi insieme ad altri fondò il Circolo Giugni, che inizialemnte aderì all’Idv per allontanarsene pochi mesi dopo non appena nella nostra regione il partito di Di Pietro si fuse “per incorporazione” con l’Udeur di Mastrosimone e compagni. Lo stesso circolo poi è stato uno dei soci fondatori di MateraCambia: insomma, un percorso piuttosto limpido e sempre coerente.

    Luigi

    16 Apr 12 at 16:04

  5. non comprendo perchè la satira e l’ironia di mttwn sia giusta, divertente e apprezzabile solo quando tocca i soliti noti, mentre viene “ripresa” (con sottolineature e constatazioni) quando tocca altri….la satira e l’ironia sono satira e ironia…SEMPRE! ad antonio suggerisco di guardarsi una gara di vela (quelle di luna rossa per intenderci), potrebbe comprendere molte cose…a luigi dico che, al solito, mttwn sottolinea alcuni aspetti, senza entrare nel merito del “giusto o sbagliato”…fra l’altro, mio parere personale, solo i cretini non cambiano mai idea, per cui rivendico la possibilità di cambiare idea, in tutti i casi…d’altronde, anche io l’ho cambiata diverse volte….

    gioschi

    20 Apr 12 at 15:15

  6. Gioschi, ti prometto che mi impegnerò a fondo per comprendere le molte cose che non comprendo. Tu però promettimi di comprenderne una, ma essenziale: non è che io, o chiunque altro, debba condividere il 100% delle cose che scrive Materatown o altri, satirico o non satirico che sia. Nel caso specifico, comunque, mi accontento dell’85-90.

    AntonioR.

    21 Apr 12 at 11:53

  7. antonio, nessuno di noi comprende appieno quanto lo circonda (e d’altronde proprio io dichiaor di non comprendere!)…ne contesto il fatto che voi non condividiate il 100% di quello che scrive mttwn, come accade anche a me…circa la tua incomprensione ho accennato alle gare di luna rossa…alal partenza, quando le barche devono scherarsi in movimento, ciascuna sceglie da che parte della linea di partenza (e quindi su quale lato di regata) intende fare la propria gara…ciascuno va in una direzione CHE HA SCELTO volontariamente pensando fosse quella migliore per la vittoria…per cui, alla fine, qualunque direzione sia stata scelta lo è stata per provare a vincere, non certo per non stare dalla parte dei vincenti….

    gioschi

    21 Apr 12 at 12:47

Lascia un commento