Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for January, 2013

Il Quotidiano di Materatown n° 4

with 20 comments

Share

Written by materatown

January 28th, 2013 at 12:01 am

Materatown chiama…la Professoressa deve chiedere il permesso!

with 7 comments

fattorini copyQuando alcune settimane fa abbiamo appreso dagli organi di stampa che la Professoressa Emma Fattorini, ordinaria di Storia contemporanea alla Sapienza di Roma, era stata “nominata” in Basilicata (qualche maligno sostiene che il suo nome sia stato imposto più che dai palazzi della politica, da quelli d’ Oltretevere) futura senatrice in quanto capolista del PD, abbiamo pensato di contattarla per rivolgerLe alcune domande non fosse altro per darle la possibilità di farsi conoscere meglio dagli elettori lucani visto che, fino a quel momento, il rapporto della professoressa con la Basilicata (e viceversa) era paragonabile a quello che molti di voi, cari lettori, hanno con il pianeta Marte. Ci siamo messi subito al lavoro, abbiamo raccolto informazioni e siamo riusciti a metterci in contatto con la Prof.ssa Fattorini proponendole un’ intervista precisando, come nostro costume, quale sarebbe stato il “tono” della nostra chiacchierata ed invitandola, per tale ragione, a leggere sul nostro sito le passate interviste in modo che fosse chiaro ciò a cui andava incontro. Nel giro di un paio di giorni riceviamo la seguente breve risposta dalla professoressa Emma Fattorini in persona: “Cara Materatown, ben volentieri!”. Ovviamente ringraziamo per la disponibilità e, dopo una settimana, precisi come un orologio svizzero inviamo una prima bozza di intervista. Passa un solo giorno, la futura senatrice legge le nostre domande e…colpo di scena! Ci ripensa e decide di non rilasciare più l’ intervista adducendo la seguente motivazione: “Gentile materatown, sto programmando con il PD della Basilicata le mie future interviste!”. Insomma, se Gianni Morandi per vedere la sua fidanzata doveva sperare che la mamma le desse il permesso di uscire a comperare il latte, cari stanziali e fuorisede che scenderete a Materatown per votare, per conoscere e sapere quello che pensa Emma Fattorini che vi rappresenterà in Senato, dovete sperare che il PD lucano le dia il permesso di parlare! Intanto, per vostra informazione, queste erano le domande inviate rimaste senza risposta. Buona lettura:

Mi perdoni Professoressa, ma quando ho letto il suo nome come capolista al Senato in Basilicata (e come tale sicuramente eletta a Palazzo Madama) mi sono posto la domanda manzoniana: “Fattorini Emma…chi è costei?” o per dirla in maniera meno dotta: “Scusi professoressa, ma Lei, a chi appartiene?”

Gentile materatown Le rispondo ben volentieri… ehmmm anzi no!  Sto programmando con il PD della Basilicata le mie future interviste!

Lei ha fama di essere oltre che una cattolica “doc” anche una studiosa della chiesa contemporanea, della religiosità nelle società moderne e soprattutto massima esperta del culto mariano. Mi passi la facile battuta: ma l’hanno spedita in Basilicata perchè oramai non ci resta che affidarci alla Madonna?

Gentile materatown Le rispondo ben volentieri… ehmmm anzi no!  Sto programmando con il PD della Basilicata le mie future interviste!

Lei ha dichiarato sull’ Unità che ha deciso di candindarsi nelle liste del PD perchè stanca di vedere “studenti in gamba impegnati in studi difficili che non daranno loro niente, giovani ricercatori che continuano a scrivere libri senza alcuna possibilità di un concorso!” Onestamente non mi sembra un bel modo di presentarsi, proprio nei confronti di questi giovani studenti e ricercatori, quello di farsi “nominare” Senatrice senza sottostare allo straccio di un “concorso” o, per parlar chiaro, senza sottostare al giudizio degli elettori lucani sulla Sua persona!

Gentile materatown Le rispondo ben volentieri… ehmmm anzi no!  Sto programmando con il PD della Basilicata le mie future interviste!

Professoressa non so se ha notato un curiosa coincidenza in queste candidature del PD: Lei è romagnola e viene messa in lista in Basilicata, la Bindi, toscana, in Calabria, il pisano Enrico Letta in Campania e, per finire, dal Trentino sbarca in Sicilia Flavia Nardelli, figlia dell’ex segretario DC Flaminio Piccoli. Vi siete tutti improvvisamente riscoperti innamorati del Mezzogiorno d’Italia o è un modo per bilanciare il fenomeno dei tanti giovani (e non) che ogni anno nel silenzio più assoluto fanno il vostro stesso tragitto, ma in senso inverso, per trovare un posto di lavoro?

Gentile materatown Le rispondo ben volentieri… ehmmm anzi no!  Sto programmando con il PD della Basilicata le mie future interviste!

Professoressa, adesso mi tocca farLe la classica domanda di rito in questi casi. Appena entrata in Senato quale sarà il suo primo atto come Senatrice?

Gentile materatown Le rispondo ben volentieri… ehmmm anzi no!  Sto programmando con il PD della Basilicata le mie future interviste!

Grazie per l’intervista Professoressa!

Gentile Materatown grazie a Lei…anzi no! Sto programmando i miei futuri ringraziamenti con il PD della Basilicata!

Share

Written by materatown

January 21st, 2013 at 12:18 am

Ho visto cose a Materatown che voi…(13)

with 5 comments


Durante la mia ultima discesa “natalizia”

HO VISTO COSE A MATERATOWN CHE VOI UMANI NON POTETE NEANCHE IMMAGINARE






  • Ho visto in autobus una coppia di vecchi stanziali tornare a Materatown dopo essere stati al Nord a trovare il figlio;
  • Ho visto la vecchia stanziale leggere attentamente il settimanale “Chi” e dire al marito:<<A Parolisi sono dèt l’ergastolo!>>
  • Ho visto il marito interdetto chiedere: <<E ci è Parolisi?>>
  • Ho visto la moglie rispondere:<<E’ cur che accidùbb la mighier e che sciv’ con le altre femm’n!>>
  • Ho visto il sottoscritto, appena arrivato a Materatown, comperare il nuovo libro di Antonio Andrisani e leggere la postfazione di Paolo Tritto senza capirci nulla;
  • Ho visto il sottoscritto mandare un sms ad una amico stanziale per chiedergli di uscire;
  • Ho visto arrivare il seguente messaggio di risposta: <<Azz..per la vacanze di Natale non sono a Materatown! Non dirmi che te ne vai dopo la befana?>>
  • Ho visto il sottoscritto rispondere: <<No! Figurati! Me ne vado a Ferragosto!>>
  • Ho visto un turista fermarmi per strada e chiedermi se ero di Materatown;
  • Ho visto il sottoscritto rispondere: <Certo!>>
  • Ho visto il turista chiedermi:<<Sa indicarmi la pizzeria “La Gravina”?>>
  • Ho visto il sottoscritto imbarazzato rispondere: <<Mi dispiace ma non lo so! Sono di Materatown ma ci vengo solo ogni tanto!>>
  • Ho visto in Via Dante uno stanziale strombazzare con il clacson verso la mia auto trascorso appena un millisecondo dall’accensione del colore verde del semaforo che mi era davanti;
  • Ho visto in Via Lucana stanziali in fila dentro le loro auto, pazienti e silenziosi, aspettare che terminasse il saluto tra un automobilista ed un suo amico fermo sul marciapiede;
  • Ho visto uno stanziale provare ad entrare nella salumeria “Il Buon Gustaio” e, dopo aver visto la fila chilometrica davanti al negozio, esclamare finemente alla fidanzata: <<Cap’ d’ cazz!>>
  • Ho visto uno stanziale ridere, parlando con il cellulare incastrato tra il mento e la spalla, ed avvicinarsi alla propria auto parcheggiata sul marciapiede;
  • Ho visto lo stesso stanziale prendere le chiavi dell’ auto, entrare nell’abitacolo, togliere dal parabrezza un volantino di pubblicità affisso sul tergicristallo, gettarlo in terra dal finestrino e continuare a ridere parlando sempre con il cellulare incastrato tra il mento e la spalla;
  • Ho visto il sottoscritto accompagnare un’amica in palestra e lì trovare Angelino discutere di politica;
  • Ho visto un amico di scuola, fuorisede, che non vedevo da 20 anni che dopo avermi salutato mi ha chiesto:<<Ma tu sei sempre fuorisede o adesso sei diventato stanziale come dicono quelli di Materatown?>>
  • Ho visto una stanziale incontrare un’ amica per strada e chiederle:<<News?>>
  • Ho visto la ragazza rispondere: <<Nada de nada!>>per poi continuare:<<E tu stai ancora con Filippo?>>
  • Ho visto l’amica precisare: <<Filippo mi piaceva al mare , ma adesso no!>>
  • Ho visto un amico stanziale salutarmi così:<<Ti trovo bene! Certo che tu sei “immarcescibile!”>>
  • Ho visto un turista fermarmi per strada e chiedermi informazioni su dove fosse Via Paisiello;
  • Ho visto il sottoscritto rispondere: <<Mi dispiace ma non sono di Materatown!>>
  • Ho visto il sottoscritto, la sera prima di partire, aprire il libro di Antonio Andrisani e leggere la postfazione di Paolo Tritto senza capirci nulla;
  • Ho visto il sottoscritto alzarsi alle 4 di mattina e recarsi in Piazza Matteotti per prendere il pullman;
  • Ho visto un ragazzo correre con il borsone in spalla e sbracciarsi dietro il pullman già in movimento e l’autista, dopo essersi fermato, commentare così la scena con noi passeggeri:<<Cus semb assì! Una di chisse vet la lassè allappìd!>>
  • Ho visto il sottoscritto arrivare al Nord e trovare questo cartello (clicca qui) davanti l’ ascensore e pensare:<<Non esite più il Nord di una volta!>>
  • Ho visto il sottoscritto mettersi a letto, aprire il libro di Antonio Andrisani e provare a leggere la postfazione di Paolo Tritto;
  • Ho visto il sottoscritto, dopo aver letto le prime  dieci parole, pensare: <<Adesso è ora che io dorma!>>
Share

Written by materatown

January 14th, 2013 at 8:11 am

Il Quotidiano di Materatown n° 3

with 8 comments

Share

Written by materatown

January 7th, 2013 at 12:01 am