Il sito dei fuorisede di Matera

Archive for February, 2015

Festival di Materatown

with 5 comments

Cari stanziali e cari fuorisede, ad una settimana esatta dalla fine del Festival di Sanremo,  vi proponiamo un’ ulteriore competizione canora che nulla ha da invidiare a quella svoltasi nella città dei fiori e che ha visto protagonisti le migliori “voci” presenti nel panorama musicale lucano. Signore e Signori, direttamente dalla futura Capitale europea della Cultura, il Primo Festival canoro della città di Materatown:

embedded by Embedded Video

YouTube Direkt

Share

Written by materatown

February 22nd, 2015 at 10:51 pm

Posted in Materatown

Ispettore Cottichan…Il caso un-monastery è tuo!

with 10 comments

Era una bella giornata di sole, con una brezza leggera e frizzante che solo l’inverno di Materatown riesce a regalare. Gli stanziali erano in giro in Piazza a degustare aperitivi o dentro qualche forno per comperare una pagnotta di pane, in attesa di recarsi nelle proprie case per il consueto pranzo in famiglia. Nulla insomma faceva presagire che tanta serenità potesse essere turbata a causa di un uomo che dagli schermi di TRM, da lì a poco, avrebbe fatto andare di traverso le orecchiette ed il capretto a tanti suoi concittadini. Alle 14 in punto infatti quel “gufo” di Emanuele Giordano, nella sua consueta trasmissione “Cuccuruccù”, mostra alla cittadinanza le condizioni di degrado e di abbandono di un locale attiguo a quello dove alcuni mesi prima avevano soggiornato i famosi “non-monaci” puntando l’occhio della telecamera su numerosi cumuli di immondizia e rifiuti di ogni genere. La notizia immediatamente si propaga alla velocità della luce da San Pardo ad Agna lasciando sbigottiti gli stanziali e suscitando veementi polemiche. Immediata, infatti, arriva la reazione di Paolo Verri che in una nota, oltre a smentire che quei rifiuti appartengano ai non-monaci, parla a proposito di Giordano come di una persona che “fa della volgarità un vero e proprio mestiere che danneggia l’imponente lavoro svolto in questi anni!” Ovviamente non si fanno pregare anche i vari “verrini” che da anni ruotano intorno alla corte del manager torinese chiedendo a gran voce alla direzione di TRM la testa dell’ Emanuele “guastafeste”. TRM però non accoglie la richiesta confermando ed esprimendo solidarietà al suo collaboratore anche perchè nel frattempo un altro “gufo”, Francesco Foschino, con precisione da “monaco” certosino, pubblica alcune fotografie in cui vengono mostrati oggetti appartenenti ai “non-monaci” (tra cui anche un grafico del progetto “rifiuti-zero” del non-monaco Elf Pavlik) abbandonati nel locale incriminato. Di fronte a tale evidenza Paolo Verri con una salto triplo carpiato degno del miglior Klaus Dibiasi dichiara:<<Stiamo verificando la cosa fino in fondo. A giorni, se non a ore, daremo i risultati della nostra analisi di quanto accaduto!>> Poi cala il silenzio per settimane e, nè Verri nè i “verrini”, per quel che ci consta, tornano più sull’argomento. Noi di materatown.net allora abbiamo pensato che cosa buona e giusta, per amor di verità, sarebbe stato chiamare qualche “non-monaco” e porre loro una semplice domanda: <<Scusi caro “non-monaco”, ma lei l’immondizia, quando era a Materatown, dove minchia la buttava?>>. Abbiamo perciò contattato prima il non-monaco Cristiano Siri (quello per intenderci che riempiva di “calci nel sedere” un suo collega come elisir di felicità) che, seppur educatamente, ci ha consigliato di rivolgersi ad altri suoi colleghi in quanto la sua permanenza del “non-monastero” di Materatown era durata solamente due mesi. Abbiamo allora chiamato proprio quel Elf Pavlik del progetto rifiuti-zero che, ci ha risposto testualmente: <<Se sei alla ricerca di scandali, non posso dedicarti il mio tempo e spero che tu abbia qualcosa di più serio e utile da fare nella tua vita!>>. Insomma non c’era verso di avere alcuna risposta alla nostra semplice domanda. Tutti oramai avevano scelto la strada del silenzio! Poi abbiamo capito il perchè. La soluzione del caso era stata affidata al grande Ispettore Alberto Cottichan, il principale responsabile dell’arrivo dei non-monaci in città. Questo grande detective, dopo settimane di investigazioni, pedinamenti, interrogatori di testimoni e sopralluoghi sul luogo del misfatto, finalmente alcuni giorni fa, nel suo omonimo blog ha pubblicato i risultati della sua strepitosa indagine senza smentire la sua fama di poliziotto “duro” affermando “Probabilmente ci sarà ancora più ostilità da parte dei blogger locali, che però alla fine dovranno ricredersi”. Ecco, comunque,  in sintesi quanto scoperto dall’inflessibile Ispettore Cottichan:

  • <<Nessuno dei non-monaci si sognerebbe di abbandonare rifiuti in un luogo non deputato e molti sono “riciclatori estremi”!>> Qui, cari lettori, non c’è molto da dire se non che vi trovate di fronte a due strade che potete seguire a vostra scelta. O vi munite di fede assoluta come si fa per qualsivoglia “dogma” e come pare aver fatto l’ Ispettore Cottichan, oppure potete inserire questa frase direttamente nella mitica rubrica “E chi se ne frega!” del compianto settimanale satirico Cuore.
  • <<La stanza aveva funzioni da cantina per il complesso. I non-monaci l’hanno usata per stivarvi oggetti che non volevano buttare, in vista di un riutilizzo futuro!>> Con buona pace, dunque, di quanto affermato da Paolo Verri nella sua replica a Emanuele Giordano quando scriveva che <<gli spazi pieni di immondizia a cui si riferiscono le immagini non sono quelli usati dagli ospiti del progetto UnMonastery!>>. Insomma contrordine! Non solo quegli spazi mostrati da TRM erano a disposizione dei “non monaci”, ma quelli al loro interno non erano rifiuti, bensì normali oggetti sparsi qua e là. Se, pertanto, domani, cari stanziali, vi venisse in mente di scaricare una vagonata di sacchi di spazzatura nel piazzale della stazione, al vigile che vi dovesse chiedervene conto, potete sempre dire che sono i vostri bagagli per un viaggio da fare in un prossimo futuro!
  • <<La cantina (ndr: o discarica che dir si voglia) era chiusa a chiave. È probabile che qualcuno, nel periodo immediatamente precedente alla trasmissione, abbia forzato la porta consentendo al reporter materano il suo scoop!>> Quindi la “colpa” non sta nell’aver lasciato una “cantina” piena di immondizia (pardòn oggetti da riutilizzare in un prossimo futuro!) ma nel fatto che qualcuno ci è entrato. E’ un po’ come quei mariti infedeli a cui la moglie scopre i messaggi dell’amante sul cellulare e si arrabbiano perchè è stata violata la loro privacy.
  • <<In primavera si vota per il sindaco della città, parlare male dei non-monaci e Matera2019 erode il consenso intorno al sindaco uscente! Matera ha vinto una partita importante. Questo crea risentimento e forse paura di essere lasciati da parte in quella fetta di popolazione materana che non ha creduto nella candidatura!>> Questo, sempre secondo l’Ispettore Cottichan, sarebbe poi il movente per cui sarebbe scoppiato tutto il caso, che suscita però un dubbio legittimo: se chi ha sollevato questa vicenda lo ha fatto perchè avversa il Sindaco e teme di rimanere “al palo” in caso di una sua riconferma, allora è legittimo anche il ragionamento contrario. I molti “supporters” che invece lo difendono contro ogni evidenza lo fanno solo per continuare a goderne dell’ “amicizia” per altri cinque anni! Questo però è un altro discorso, è un altro caso su cui il solerte investigatore potrebbe iniziare a indagare e che potremmo intitolare Una 44 “Magna-Magna” per l’ Ispettore Cottichan!
Share

Written by materatown

February 8th, 2015 at 11:12 pm

Posted in Materatown

Minchiatinarie 2015

with 6 comments

In queste settimane di consultazioni via web, di riunioni, di votazioni, di incontri in streaming, di Primarie e di Quirinarie, potevamo noi di materatown.net essere da meno, rimanendo indifferenti di fronte a questa richiesta di partecipazione diretta e di “democrazia dal basso” che sempre più forte si alza veemente in Italia e quindi anche tra gli stanziali ed i fuorisede? Ovviamente la nostra risposta è no! Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare, per il secondo anno consecutivo, una consultazione online tra i nostri fedeli lettori tramite le quali si potrà scegliere direttamente, con un semplice click sul computer, il personaggio che più di tutti in questi mesi si è messo in luce nel panorama cittadino, ereditando lo scettro dalla vincitrice dello scorso anno, Adeltina Salierno la quale, definendo il Presidente della Corea del Nord Kim Il Sung, “Un obeso, ritardato mentale con un pisello piccolo”, sbaragliò una numerosa ed agguerrita concorrenza. Naturalmente, per agevolarvi nella scelta, anche quest’anno vi presentiamo una “rosa” di illustri candidati tra i quali scegliere e dare la vostra preferenza non senza aver riportato, per ognuno di essi, una frase celebre che a nostro parere caratterizza la loro personalità, il loro pensiero e ciò che rappresentano. Stanziali e fuorisede, ecco a voi, le inimitabili ed uniche:

 

 

MINCHIATINARIE

Candidati (in rigoroso ordine alfabetico):

  1. ADDUCE SALVATORE (Sindaco di Materatown), in un’ intervista al Quotidiano di Basilicata sui cinque anni di amministrazione comunale propone il “teletrasporto” quale nuovo mezzo di locomozione per i suoi concittadini: <<Non serve piangere perchè siamo senza ferrovia, bisogna declinare l’accessibilità con una nuova concezione di mobilità. Dobbiamo percorrere la strada della rete di relazioni, materiali e immateriali!>>
  2. CICCHETTI GIUSEPPE (Leader dei giovani di Profumo di Suola), su Facebook il 12 Ottobre prendendosi gli applausi del PD materano, partorisce, dopo mesi di riflessione e studio all’estero, una critica nei nostri confronti che riportiamo in tutta la sua originalità:<<E’ più facile scrivere su un sito da anonimo, che prendersi tutte le responsabilità di quello che si dice!>>
  3. CIFARELLI ROBERTO (Consigliere Regionale PD). Alle 3 di mattina in Consiglio Regionale viene  approvato un suo emendamento che prevede l’assunzione di un dirigente esterno con retribuzione massima. Il M5S si accorge (ma questi non dormono mai? ndr) che non esiste alcuna documentazione a riguardo e il voto viene annullato. Come sia stato possibile che i consiglieri del PD abbiano votato a favore di “qualcosa” che mai avevano letto ce lo spiega brillantamente Cifarelli stesso: <<Si trattava di un mio emendamento cioè del capogruppo del Pd ed è normale che si voti a favore. Non c’è nulla di strano!>>
  4. D’AURIA ILARIA (Webteam Matera 2019): Ad un giornalista che le domanda come riuscirà nel 2019 un ipotetico alieno catapultato a Materatown a capire di trovarsi nella Capitale Europea della Cultura risponde, risponde forse convinta di essere ad “Amici” di Maria De Filippi o “MasterChef “: <<Lo capirà perchè quando se ne adrà avrà imparato a suonare, a costruire oggetti e a cucinare!>>
  5. LEPORACE PARIDE (Direttore Lucania Film Commission), nell’omonimo blog ci tiene a farci conoscere non solo il suo pensiero sulla vittoria di Tsipras in Grecia ma ci rende partecipi delle sue attività intestinali: <<Andando al cesso e cercando qualcosa da leggere nel tempo utile alla seduta, estraggo dalla libreria uno dei volumetti che L’Unità veltroniana dedicava a “I poeti italiani”>>
  6. LISANTI CARMINE (candidato “trombato” nella lista Pittella alle regionali del 2013 e vice-segretario provinciale del PD), il 30/12/2014 mentre tutti si preparano per il cenone di fine anno, viene nominato  Capo di Gabinetto della Provincia di Materatown con una busta paga di 71.000 euro. A chi fa notare la “stranezza” di questa nomina esterna senza nemmeno aver partecipato ad un bando di concorso risponde:<<La nomina è strettamente fiduciaria e per questo non richiede l’avviso pubblico. I dirigenti della Provincia sono sotto organico e tra di loro nessuno avrebbe potuto ricoprire questo ruolo!>>
  7. PAOLICELLI PIERO detto PIERVERRY (Leader Curva Sud di Matera 2019). Subito dopo il veemente intervento di Paolo Verri contro il reportage di TRM sui rifiuti abbandonati nelle stanze attigue a quelle dove hanno soggiornato i non-monaci, il fido PierVerry su facebook chiede provvedimenti nei confronti del conduttore Emanuele Giordano per poi chiarire meglio il suo pensiero:<<Non devono chiudere il programma (bontà sua! ndr). Devono riprendere il loro dipendente perchè ha scazzato. Paolo Verri non ha mai risposto in tutta la candidatura agli insulti, alla satira ect. Per farlo ora vuol dire che è proprio grave!>>
  8. PITTELLA MARCELLO (Presidente Regione Basilicata), con deliberazione n. 3 del 8 gennaio 2015 stanzia ben 62.000 euro per far comparire il logo regionale in un filmato, della durata di 5 minuti, del backstage che promuoverà il film ‘Christ the Lord, Out of Egypt’ perchè <<attraverso l’apposizione del logo della Regione Basilicata, si collaborerà all’utilizzo del film quale efficace veicolo e narrazione delle risorse culturali, paesaggistiche ed ambientali della Basilicata!>>
  9. VISCEGLIA JENNY (Assessore Comune di Materatown) in qualità di responsabile alla Protezione Civile lancia un appello la notte di Capodanno a difesa dei timpani di cani e gatti dimenticandosi però del fegato dei suoi concittadini:<<Festeggiate non a suon di botti, mi raccomando! Auguri sinceri per un futuro migliore…stappando litri e litri di vino!>>

SCEGLI IL VINCITORE DEL MINCHIATINARIE 2015

  • LEPORACE Paride (25%, 52 Votes)
  • ADDUCE Salvatore (17%, 36 Votes)
  • D'AURIA Ilaria (17%, 35 Votes)
  • CICCHETTI Giuseppe (13%, 27 Votes)
  • PAOLICELLI Piero (detto PIERVERRY) (10%, 20 Votes)
  • CIFARELLI Roberto (9%, 18 Votes)
  • VISCEGLIA Jenny (4%, 9 Votes)
  • LISANTI Carmine (2%, 5 Votes)
  • PITTELLA Marcello (2%, 4 Votes)

# Grazie Stanziale n° 206! A NOME DI TUTTI I CANDIDATI TI RINGRAZIAMO! #

Loading ... Loading ...

Share

Written by materatown

February 1st, 2015 at 10:53 pm

Posted in Materatown